Crociera sul Nilo: scoprite ciò che non avete mai visto, a Luxor

I grandi viaggiatori tornano più volte negli stessi luoghi, soprattutto se hanno fatto grandi scoperte. Luxor, ad esempio, è tanto grandiosa quanto unica. Se questo è il vostro caso, potreste non avere voglia di rivisitare gli stessi siti, di tornare al sole cocente della Valle dei Re e della Valle delle Regine, o di rivisitare i templi di Amon o di Hatshepsut. Soprattutto se siete tornati solo per rivivere la meraviglia della scoperta della Tomba di Nefertari, per esempio.

Forse sarete curiosi di scoprire nuovi siti di cui non avete mai sentito parlare o di fare escursioni a cui non avevate mai pensato.

È il caso del facsimile della tomba di Tutankhamon, ricostruita esattamente come era nella casa del suo scopritore, l'egittologo Howard Carter. È molto più facile accedervi rispetto all'originale (che non è lontano, ma le visite sono molto limitate). Lo stesso vale per i templi di Abydos e Denderah, 135 km a nord di Luxor, o per Edfu (Apollinopolis) ed Esna, a sud del Nilo. Ci sono anche la Valle delle Scimmie, la Valle dei Nobili** e la Valle degli Artisti**, di fronte a Luxor. Oppure le Tombe di Menna e Nakht a Sheikh Abd el-Gournah. E l'Isola delle Banane.

© Zevana / Shutterstock
Luxor

✈️ Prenota il tuo volo per Luxor

Voli per Luxor da Parigi
A partire da
347 €
Prenota il tuo volo

Crociera sul Nilo

La Valle del Nilo è un luogo da sogno. La sua ricchezza archeologica, la flora eccezionale e il deserto calmo e impressionante sono solo alcuni dei motivi per cui questa culla della civiltà faraonica è la destinazione più popolare dell'Egitto.

© Paul Vinten / 123RF

Non c'è niente di meglio di una crociera lungo il Nilo per scoprire questa regione ricca di promesse. Esistono diversi itinerari, ma quello da Luxor ad Assuan sarà sicuramente il vostro preferito se volete scoprire o riscoprire i tesori di Luxor, tra Abydos e Apollinopolis, rispettivamente a nord e a sud della città tebana.

© Voyage with Moune

Per godere appieno della Valle del Nilo, una crociera di quattro o cinque giorni non è male. I programmi sono abbastanza simili da un operatore all'altro. L'ideale è viaggiare in una dahabieh privata, che vi permetterà di seguire il vostro ritmo, di fermarvi a lungo nei porti di scalo che preferite o di cambiare idea.

Se vi siete mai immaginati sul ponte di una barca ad ammirare Luxor, novembre è il periodo migliore per farlo. Con una temperatura media di 25°, è il periodo ideale per godersi l'Egitto senza essere storditi dal caldo estivo. È mite e l'aria è salubre.

Diversi pacchetti per diversi tipi di barca

È sicuro che anche i detrattori delle crociere troveranno sul Nilo ciò che cercano. Qui non ci sono enormi transatlantici, ma solo barche tradizionali con poche persone a bordo. I battelli a vapore sono il modo migliore per navigare sul fiume in tutta tranquillità.

Informazioni pratiche

Per godere al meglio dell'esperienza, prendete una cabina lontana dal bar, dalla sala macchine e dai ponti inferiori.

Tra le centinaia di barche ormeggiate a Luxor, molte si assomigliano, tutte offrono più o meno gli stessi servizi, e alcune valgono la pena di essere visitate. All'interno, tuttavia, l'atmosfera può cambiare completamente. Dalle crociere vivaci con un'atmosfera amichevole a quelle più lussuose che offrono un ambiente raffinato, le imbarcazioni offrono generalmente un buon livello di comfort e servizi di qualità.

Champollion II Cruise Nilo a 5 stelle Luxor
Booking.com

Champollion II Cruise Nilo a 5 stelle

Nave da crociera leader sul Nilo
8.8 Superbo
A partire da
186 € / notte
Prenota

Scalo ad Abydos

Il Tempio di Osiride ad Abydos. Comprensibilmente, questo sito non ha ancora rivelato tutti i suoi segreti.

- © Konstantin Akimov / 123RF

Se avete scelto la dahabieh, sarete i padroni del tempo. Quando attraccherete ad Abydos, pensate di essere ospiti di Osiride, per il quale questo sito archeologico fu costruito migliaia di anni fa. Il sito si estende su 8 ettari e non si trova sulle rive del Nilo, ma a una decina di chilometri di distanza, ai margini del deserto di Lione. Dovrete prendere un taxi o un minibus per addentrarvi nell'orizzonte del deserto. Una volta arrivati, sarete sicuramente sorpresi dai resti delrecinto di Khâsekhemoui, costruito migliaia di anni fa con mattoni di argilla essiccati.

Il Tempio di Sethi I ad Abydos

- © Konstantin Akimov / 123RF

Date le dimensioni del sito, avrete bisogno di una guida che vi porti direttamente al tempio di Osiride-Khentyamentyou, poiché la necropoli è vasta e piena di resti sepolti. Il tempio di Sethi I è il meglio conservato. Il suo aspetto molto appiattito ricorda il tempio di Hachetsoup a Deir El-Bahari. Come quest'ultimo, è un tempio vecchio di milioni di anni. È famoso per contenere la Tavola di Abydos, una stele su cui è inciso l'elenco dei 75 faraoni che precedettero Sety I e grazie ai quali sono conosciuti.

Abydos, tempio di Sety I, Horus riceve da Sety I il fiocco di grano.

- © Dave Primov / 123RF

Il dio Hathor, sormontato dal disco solare, si rivolge a Sety I.

- © BasPhoto / 123RF

Scalo a Denderah

Risalendo il Nilo verso sud, si arriva a Denderah. Il suo complesso archeologico, costituito principalmente da 3 recinti, si trova sulle rive del Nilo, come molti altri. Ci arriverete in un attimo.

© Artur Maltsau / 123RF

Il sito è impressionante per le sue numerose rovine. Il suo tempio si erge alto tra il caos dei resti, a testimonianza dei numerosi cambiamenti e trasformazioni avvenuti nel corso dei millenni. Infatti, una grande campagna di restauro fu condotta sotto Tolomeo XIII, sotto il cui regno fu costruito il Grande Tempio che vedrete al vostro arrivo, cioè durante l'occupazione romana (un po' prima dell'inizio della nostra era). Gli altri templi, molto più antichi, furono demoliti e tutti i metalli e le pietre preziose che li ornavano furono riutilizzati per dare lustro al nuovo edificio.

Scalo sull'isola delle banane (Gezira el-Mozh)

Questa piccola e rigogliosa isola, che vi ricorderà un'oasi, può essere visitata a pagamento. Sono disponibili escursioni in feluca, ma se avete un mezzo di trasporto proprio, potete anche fare il tour (a patto di pagare l'ingresso).

Attracco a Banana Island.

- © Efesenko84 / 123RF

È un cambiamento rinfrescante rispetto all'aridità del deserto. È possibile fare un giro in barca intorno a questa piccola isola e ammirare la vegetazione lussureggiante, che rappresenta un cambiamento rispetto agli altri paesaggi. Piantata con alberi di banane, si possono osservare anche altri alberi da frutto esotici come il mango e la guava. Infatti, il ristorante locale dove si può cenare servirà la frutta di questi alberi come dessert.

Informazioni pratiche

Ulteriori informazioni su Crociera in feluca al tramonto a Luxor e Banana Island con pranzo o cena.

Per saperne di più clicca qui

Scalo a Luxor

Ah Luxor! Uno scalo da non perdere. Partirete non lontano dai templi di Karnak e Amon, vicino al molo principale. Sarebbe sconsigliabile evitare di visitare questi due templi, anche se per poco. Quello che volete fare davvero è visitare le valli meno conosciute sull'altra sponda, sulla riva occidentale del fiume: la Valle delle Scimmie, la Valle degli Artisti e la Valle dei Nobili. Dopo alcune manovre, la vostra Dahabieh vi porterà su questa sponda. Anche in questo caso, è meglio avvalersi dei servizi di una guida che vi condurrà direttamente al sito.

Feluca sul Nilo, Luxor.

- © Marabelo / 123RF

Come avrete notato, le valli sono state chiamate così in base alla qualità degli individui sepolti nelle loro necropoli. La Valle delle Scimmie non fa eccezione a questa regola: qui si trovano infatti tombe di babbuini.

Si tratta infatti di una serie di tombe situate a ovest della Valle dei Re. La più famosa è quella del faraone Aÿ, che presenta tre registri (dipinti) di babbuini, identici per costruzione e colore a quelli della tomba di Tutankhamon. Qui sono state trovate mummie di babbuini. Erano gli attributi degli dei Thoth e Khonsu. Gli Egizi li addestravano, come testimonia una statua conservata al Museo del Louvre.

La Valle degli Artigiani (o degli Artisti, a seconda della traduzione).

- © Strelkov73 / 123RF

La Valle degli Artisti si trova a Deir El-Medina, vicino al tempio di Hatshepsut. È nota anche come Valle degli Artigiani. Perché? Perché gli artigiani che lavoravano per la gloria funeraria dei faraoni venivano ricompensati da questi ultimi con una propria necropoli. Qui si trovano gli scultori, i gioiellieri e i pittori che hanno creato lo splendore delle tombe dei loro padroni, nonché i muratori, gli sterratori e gli altri scalpellini.

La tomba di questo artigiano (svuotata del suo sarcofago) non ha nulla da invidiare in termini di decorazione a quella di un nobile o di un faraone, tranne forse i tesori, quando ce n'erano...

- © Strelkov73 / 123RF

Gli artigiani vivevano tutti lì. Le loro tombe sono generalmente a volta come le cantine delle nostre campagne, con vari gradi di complessità. Spesso sono riccamente dipinte. Alcune sono in ottimo stato di conservazione. I disegni sono leggibili e i colori, talvolta restaurati, sono vivaci. Vi stupiranno le scene di vita e i dipinti che mostrano chiaramente il rapporto tra gli artigiani e gli artisti e le divinità tanto care ai loro padroni.

Offerte nella tomba di un artigiano, Valle degli Artigiani.

Scalo a Edfu

Tempio di Horus, Edfu.

- © Babar760 / 123RF

Edfu e il suo famoso Tempio di Horus si trovano a circa 105 chilometri a sud di Luxor. Il tempio si trova sulla riva occidentale del fiume, di fronte ai templi di Karnak e Amon a Luxor. Appena attraccati, potrete vedere il pilone trapezoidale del tempio, che vi ricorderà quello del tempio di Amon. Una volta entrati nel recinto, ci si troverà di fronte una bellissima statua di granito del dio Horus, raffigurato come un uccello rapace e con una doppia corona. Il tempio, che è accompagnato da un secondo tempio più piccolo, è ricco di geroglifici e rovine. L'ampio cortile interno e i colonnati meritano una visita.

La barca sacra di Horus.

- © Strelkov73 / 123RF

Di fronte si trova il pronao, la prima sala ipostila che racchiude un colonnato che si può attraversare per raggiungere le stanze sul retro. Gli ambienti sono numerosi: la seconda sala ipostila, la sala delle offerte, i vestiboli e tutta una serie di cappelle allineate in un quadrato. Al centro della serie di piccole cappelle, vi attende il Santo dei Santi (naos).

I bassorilievi presenti quasi ovunque raccontano le lotte di Horus, in particolare la sua vittoria su Set (parete ovest).

Crociera sul Nilo con la MS Chateau Lafayette Luxor
Booking.com

Crociera sul Nilo con la MS Chateau Lafayette

Barca da crociera top di gamma sul Nilo
8.7 Superbo
A partire da
209 € / notte
Prenota
di La Redazione
Hai bisogno di aiuto? Consulta la guida
Luxor
Luxor
Ultime notizie
Istanbul
Scopri la storica moschea Suleymaniye
Miami
Wynwood Street Art a Miami, un museo a cielo aperto
Miami
Little Havana a Miami, ispirato a Cuba
Miami
L'Oceano Atlantico e la Baia di Biscayne: Miami può essere visitata anche in barca
Lione
Un salto indietro nel tempo nel quartiere lionese della Croix-Rousse
Tutte le notizie
Zone turistiche di alto livello