Scoprire o riscoprire i castelli catari

È un peccato andare a Carcassonne senza vedere i castelli catari, o più precisamente i castelli del paese cataro (sì, perché in realtà i "castelli catari" non esistono, in senso stretto. Torneremo su questo punto più avanti). Quindi, se avete tempo e siete interessati a scoprire questa manciata di castelli, per lo più in rovina, concedetevi il tempo per una visita, e tenete presente che alcuni di essi sono un po' lontani (calcolate 90 minuti di strada per andare da Carcassonne al castello di Puilaurens nel sud, per esempio, ma meno di 30 minuti per andare ai Quattro Castelli di Lastours nel nord, vicino a Limousis). Tutto ciò potrebbe essere di grande interesse per voi, soprattutto se siete appassionati di storia, e sappiate che la gente viene da tutto il mondo per vederli e visitarli.

Le alture delle Corbières offrono viste eccezionali su castelli come Aguilar, Quéribus e Peyrepertuse. Qui, il castello di Peyrepertuse.

- © PAUL ATKINSON / Shutterstock
Hostellerie du Vieux Moulin Carcassonne
Booking.com

Hostellerie du Vieux Moulin

Questo pennone provenzale vi accoglie ai piedi del castello di Peyrepertuse.
7.7
A partire da
82 € / notte
Prenota

Quali sono questi famosi castelli?

Non è necessario andare a vedere questi castelli immergendosi nella loro storia, ma in genere chi vi si avventura - spesso deve avere il coraggio di uno scalatore - trae la sua motivazione fisica dall'interesse per la storia. E conoscere la loro storia aggiunge una dimensione quasi indispensabile.

Stiamo parlando del castello di Lastours, del castello di Puivert, del castello di Saissac, del castello di Montségur, del castello di Villerouge-Termenès e delle cittadelle reali di Aguilar, Peyrepertuse, Puilaurens, Quéribus e Termes.

Prima di partire, un po' di storia

Torniamo indietro nel tempo e immergiamoci nel Medioevo, cosa che non dovrebbe essere difficile visto che siete di Carcassonne! Innanzitutto, bisogna sapere che all'epoca il confine orientale con la Spagna era più a nord di oggi e che nel 1210, ad esempio, Tolosa, Carcassonne e Narbonne erano spagnole, per la precisione catalane.

Da qui la necessità per la corona di difendere le proprie terre erigendo fortezze inespugnabili, arroccate in alto in modo da poter vedere lontano e scoraggiare gli invasori iberici o addirittura moreschi dal raggiungerle (gli Almohadi occupavano all'epoca l'intera Spagna meridionale).

Il castello di Quéribus.

- © LianeM / 123RF

Castello di Quéribus

Così è, ad esempio, per il castello di Quéribus, costruito a Cucugnan nel X secolo, dove si erge su uno sperone roccioso. Ma cosa c'entra tutto questo con i Catari del XIII secolo? La risposta è semplice: i castelli conosciuti oggi come castelli catari hanno poco a che fare con i catari, che sono stati un caso isolato nella storia, mentre hanno vissuto attraverso i secoli.

Si tratta di un mito creato dalla confusione di scrittori romantici del XIX secolo con un approccio molto approssimativo alla storia, che credevano che fosse stata la crociata contro gli Albigesi, cioè contro i Catari, a causare il crollo di tutti questi castelli. In realtà, lo stato di rovina di questi castelli ha poco a che fare con i catari.

Questi castelli, costruiti intorno all'anno 1000, spesso su castra risalenti all'antichità, sono sopravvissuti ai catari. La necessità militare li trasformò in fortezze feudali, finché il loro uso si esaurì con il Trattato dei Pirenei del 1659, che fece arretrare il confine con la Spagna. Questo segnò la loro fine. In effetti, il termine "castello cataro" è apparso nella letteratura storica solo nel secolo scorso. E con esso il Paese dei Catari.

Castello di Peyrepertuse

Questo castello è senza dubbio uno dei più imponenti della serie, anche se è in rovina da secoli. Si erge su un notevole crinale lungo oltre 300 metri, nel comune di Duilhac-sous-Peyrepertuse, nel dipartimento dell'Aude, a 80 km da Carcassonne (in media ci si impiega 1 ora e 45 minuti per arrivarci su strada).

Il castello di Peyrepertuse è arroccato sul suo crinale.

- © Tanja Midgardson / Shutterstock

Vale la pena visitarla, poiché si trova a 800 metri di altitudine e i parcheggi sono sotto il crinale. La scala che conduce alla cittadella è scavata nella roccia stessa. Se siete stati a Mont Saint-Michel, capirete l'immagine.

Informazioni pratiche

👛 I prezzi sono disponibili qui.

Se venite in camper o con qualsiasi veicolo di lunghezza superiore a 7 m, dovrete parcheggiare a 1 km dalla biglietteria (poiché la strada non sarà più percorribile per il vostro veicolo) in un'area di sosta gratuita per camper (20 posti), in base alla disponibilità. Quest'area è dotata di servizi igienici pubblici.

Una volta raggiunto il castello-fortezza, entrerete sullo stesso piano, attraverso una porta che sembra molto piccola nel muro sovrastante, nel suo basso recinto triangolare distribuito su più livelli. Potrete così calarvi nei panni dei fanti della guarnigione reale che trascorrevano qui interi anni, vivendo nella cavità di questa fortezza, senza mai vedere l'orizzonte se non scrutando attraverso le feritoie. Per ovviare a questo isolamento, nel XII secolo fu aggiunta una chiesa, Sainte-Marie. Non bisogna dimenticare gli operai dell'epoca che, spesso in condizioni di grande caldo, hanno trasportato tonnellate di pietra sotto la supervisione degli architetti reali per sollevare dal suolo questo imponente edificio.

© Aude Tourisme / Youtube

Alcune decine di metri più in alto, un altro sperone roccioso e il torrione di San Jordi completano l'inespugnabilità della cittadella. Non per niente è soprannominata la "Piccola Carcassonne Celeste". Solo l'aquila avrà una vista migliore della vostra sulla valle.

© Aude TV / Youtube

Informazioni pratiche

Castello di Peyrepertuse

📍 Località: Le Château 11350 Duilhac sous Peyrepertuse

👉 Per maggiori informazioni, puoi visitare il sito web, o contattare: info@peyrepertuse.com

© Des Racines et des Ailes / Youtube
di Gessica Iacono
Hai bisogno di aiuto? Consulta la guida
Carcassonne
Carcassonne
Ultime notizie
Luxor
Una giornata al Palazzo d'Inverno
Luxor
La maestosa Valle delle Regine
Luxor
Scopriamo insieme i Templi di Milioni di Anni
Luxor
Un indimenticabile giro in mongolfiera nella Valle di Luxor
Luxor
Scopriamo insieme il tempio di Hatshepsut
Luxor
Abbracciare la Valle dei Re
Tutte le notizie
Zone turistiche di alto livello