Pronti a conoscere Museum Island?

Nel cuore di Berlino, sulle rive del fiume Sprea e del canale della Sprea, si trova la famosa Isola dei Musei, uno straordinario insieme di cinque musei. Questo complesso unico è diventato Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO nel 1999, accrescendo il suo fascino e la sua importanza. Ogni anno, innumerevoli visitatori da tutto il mondo si recano all'Isola dei Musei per ammirare questo complesso di cinque musei, che ospita un'ampia varietà di collezioni che vanno dall'antichità all'arte del XIX secolo. Oltre alle notevoli mostre, l'insieme degli edifici storici che ornano l'Isola dei Musei testimonia lo splendore architettonico di Berlino e affascina tutti coloro che lo contemplano. Considerata una delle prime enclave museali in Europa, l'Isola dei Musei di Berlino è stata progettata da cinque architetti visionari che hanno realizzato meticolosamente questa impressionante meraviglia architettonica urbana. Completato nel 1930, il complesso museale affascina con le sue strutture e i suoi oggetti, attirando più di tre milioni di visitatori all'anno. Quest'anno siate tra i tanti visitatori dell'Isola dei Musei e venite a fare il pieno di cultura!

The Museum Island

- © S.Borisov / Shutterstock

La storia dell'isola

L'Altes Museum, noto anche come Museo Vecchio, si trova nel Lustgarten, proprio di fronte al Duomo di Berlino e al nuovo Forum Humboldt. Quando aprì per la prima volta le sue porte nel 1830, l'Altes Museum presentò al pubblico berlinese collezioni e opere d'arte di importanza storica, segnando il primo passo verso un'ampia accessibilità della città. Il concetto di museo inclusivo derivava dagli ideali educativi dell'Illuminismo e il suo progetto fu commissionato all'architetto Karl Friedrich Schinkel, un'eminente figura della storia prussiana. Nel corso del secolo successivo, su questo sito vennero costruiti cinque musei diversi, che culminarono alla fine degli anni Settanta del XIX secolo, quando l'Isola dei Musei di Berlino ricevette il nome attuale.

Nel 1855, Friedrich August Stüler creò un secondo imponente edificio museale, il Neues Museum (Nuovo Museo). La Alte Nationalgalerie (Vecchia Galleria Nazionale), una struttura che ricorda gli antichi templi greci e che incorpora elementi della visione di Stüler, svelò la sua grandezza nel 1876. Tuttavia, il complesso fu completato solo all'inizio del XX secolo. Nel 1904, il neobarocco Kaiser Friedrich Museum, oggi noto come Bode Museum, adornava la punta dell'Isola dei Musei. L'ultima aggiunta, il Pergamon Museum, si è aggiunto alla collezione di cinque grandi edifici museali nel 1930.

The Museum Island

- © Chitarra / Shutterstock

Durante il turbolento periodo del regime nazista, furono proposti ambiziosi piani di trasformazione, fortunatamente mai realizzati. Dopo la guerra, l'Isola dei Musei si trovò in uno stato di disordine, con il Neues Museum che subì il peso maggiore della distruzione. Gli sforzi di ricostruzione iniziarono durante il periodo della Germania Est, ma il restauro completo del Neues Museum rimase un progetto incompiuto. Dieci anni dopo la caduta del Muro di Berlino, nel 1999, il Consiglio di amministrazione ha approvato un'iniziativa di restauro globale con il titolo "Piano regolatore dell'Isola dei Musei". Questa iniziativa comprendeva la ricostruzione meticolosa del Neues Museum e il restauro accurato delle altre strutture del museo. Inoltre, i vari edifici del museo, ognuno rivolto in una direzione diversa, sono stati riuniti per formare un complesso coerente ed esteso.

Recentemente, nel 2019 è stato inaugurato un ingresso centrale e uno spazio espositivo contemporaneo, la James Simon Gallery. L'architetto David Chipperfield, rinomato negli ambienti architettonici britannici, si è occupato della progettazione della James Simon Gallery. Il suo studio, David Chipperfield Architects, aveva già curato la ricostruzione del Neues Museum. James Simon, importante collezionista d'arte e cittadino ebreo di Berlino che ha svolto un ruolo fondamentale nel sostenere i musei dell'isola, riceve ora un meritato riconoscimento. Le sue vaste collezioni hanno arricchito notevolmente i musei berlinesi e il suo contributo più emblematico si trova sotto la cupola nord del Neues Museum: il famoso busto di Nefertiti! Inoltre, per migliorare ulteriormente l'esperienza, la Passeggiata Archeologica collegherà quattro dei cinque musei con tunnel sotterranei e presenterà oggetti significativi delle collezioni d'arte.

The Museum Island

- © Chitarra / Shutterstock

I cinque rinomati musei

Il Museo Pergamon

IlPergamon Museum è un museo a tre ali ed è anche il museo più visitato di Berlino. Tra le sue mura prendono vita la collezione di antichità classiche, il museo del Vicino Oriente antico e il museo di arte islamica. La collezione di antichità classiche è una delle più importanti raccolte al mondo di tesori artistici greci e romani. Tra le sue illustri collezioni, l'altare romano di Pergamo racconta l'epica battaglia tra gli dei e i giganti ed è un pezzo importante della collezione.

Nell'ambito del piano regolatore dell'Isola dei Musei, gli attuali lavori di ristrutturazione stanno migliorando la grandezza del Museo di Pergamo, compresa la prevista aggiunta di una quarta ala. Durante questo processo di trasformazione, la sala che ospita il famoso altare di Pergamo rimarrà purtroppo inaccessibile fino al 2027. Tuttavia, l'imponente meraviglia architettonica romana che è l'imponente Porta del Mercato di Mileto rimane aperta all'ammirazione. I visitatori possono anche scoprire le principali attrazioni del Museo del Vicino Oriente Antico, tra cui l'incantevole Porta di Ishtar di Babilonia.

A city wall inside the Pergamo Museum

- © pio3 / Shutterstock

Il Museo Bode

Nelle sue grandiose sale è esposto un notevole assortimento di sculture che spaziano dal Medioevo al XIX secolo. Il Bode Museum ospita magnifiche creazioni di luminari come Donatello, Bernini e Canova. Anche il Museo di Arte Bizantina e la Collezione Numismatica ospitano una grande quantità di preziosi manufatti.

A partire da luglio 2019, ai visitatori è stato nuovamente concesso l'accesso al Gabinetto James Simon, ora reintegrato nella sua sala originale. Questo ripristino dell'accesso fa seguito alla sua chiusura durante il periodo buio dell'antisemitismo sotto il regime nazista. Durante i mesi estivi, la sponda opposta del fiume si trasforma in un amato punto di ritrovo per berlinesi e visitatori, attratti dalla splendida vista sull'estremità settentrionale dell'Isola dei Musei.

Inside the Bode Museum

- © O_P_G / Shutterstock

Il Neues Museum

Grazie a un'abile combinazione tra l'edificio invecchiato e i resti del conflitto e le innovazioni di design all'avanguardia, è emersa un'estetica architettonica accattivante e distintiva, che preserva senza soluzione di continuità la sua essenza autentica. Dopo la sua notevole rivitalizzazione nel 2009, il Neues Museum è diventato un'oasi di pace, con mostre provenienti dal Museo Egizio e dalla Collezione di Papiri, dal Museo di Preistoria e Storia Antica e dalla Collezione di Antichità Classiche. In una camera ottagonale unica nel suo genere, sotto la cupola nord, il famoso busto di Nefertiti, un tesoro mondiale, occupa il centro della scena, dando vita al museo.

The Neues Museum

- © Mistervlad / Shutterstock

L'Alte Nationalgalerie

Con l'aspetto di un antico santuario, l'Alte Nationalgalerie (ex Galleria Nazionale) si erge maestosa sull'Isola dei Musei, arroccata sul suo piedistallo elevato e terrazzato. L'influenza dell'architettura templare greca è innegabile nel progetto di Friedrich August Stüler. L'Alte Nationalgalerie ospita un tesoro di dipinti e sculture che abbracciano il classicismo, il romanticismo, il periodo Biedermeier, l'impressionismo e la prima età moderna. Considerata una delle più vaste raccolte d'arte che coprono il periodo che va dalla Rivoluzione francese alla Prima guerra mondiale, ospita capolavori rinomati come l'evocativo "Il monaco in riva al mare" di Caspar David Friedrich e il contemplativo "Il pensatore" di Auguste Rodin. La galleria presenta anche opere di luminari come Schinkel, Menzel, Manet, Monet e Renoir, che hanno lasciato un segno indelebile nelle sue gallerie. All'ingresso, i visitatori sono accolti dall'emblematico "Gruppo di principesse" di Johann Gottfried Schadow, che rappresenta l'epitome della grazia e dell'eleganza prussiana.

The Alte Nationalgalerie

- © Mistervlad / Shutterstock

Il Museo Altes

Il primo museo dell'isola, l 'Altes Museum, incarnazione dell'architettura classica progettata da Karl Friedrich Schinkel nel 1830, fu una pietra miliare. Ha introdotto un concetto innovativo mostrando al pubblico le collezioni d'arte reali in un edificio meticolosamente progettato in stile antico. Oggi, questo edificio iconico ospita una miriade di tesori senza tempo dell'antichità classica, disposti armoniosamente accanto alla sua magnifica cupola circolare. Tra gli affascinanti reperti esposti vi sono una serie di capolavori scultorei, intricati gioielli, vasi ornati e monete antiche provenienti dai campi dell'arte greca, etrusca e romana. In particolare, un assortimento di gioielli in oro e argento è elegantemente esposto sotto un baldacchino di ceramica in una camera del tesoro dedicata, aggiungendo un tocco di lusso all'esperienza immersiva.

The Altes Museum

- © natureman30 / Shutterstock

Dove dormire a Berlino?

Capri by Fraser Berlino 4* Berlino
Booking.com

Capri by Fraser Berlino 4*

Prenota il tuo soggiorno al Capri by Fraser Berlin 4* su Booking.com!
8.6 Superbo
A partire da
102 € / notte
Prenota

Come raggiungere l'Isola dei Musei?

Inauto:

  • Se preferite guidare, potete noleggiare un'auto o utilizzare un servizio taxi per raggiungere l'Isola dei Musei. Tenete però presente che il traffico e il parcheggio potrebbero essere difficili.

In autobus:

  • Berlino dispone di una vasta rete di trasporti pubblici, compresi gli autobus! Potete prendere un autobus per andare dal vostro alloggio all'isola dei musei. La fermata più vicina all'isola è quella di Lustgarten, a soli 600 metri dal Pergamonmuseum.

In metropolitana:

  • La metropolitana[U-Bahn di Berlino vi porterà all'isola dei musei. Fermatevi alla fermata della metropolitana U Museumsinsel.

Alcune cose da tenere a mente per la vostra visita

  • Con questo pass per musei potete visitare gratuitamente altri 30 musei di Berlino.
  • Per i minori di 18 anni, la maggior parte degli ingressi ai musei è gratuita.
di Ivana Fanelli
Hai bisogno di aiuto? Consulta la guida
Berlino
Berlino
Ultime notizie
Rio de Janeiro
Raggiungi la cima del Monte Pan di Zucchero
Quimper
Giornata di pesca a Guilvinec, uno dei porti più grandi della Francia
Malaga
Malaga: scoprire le specialità andaluse in 48 ore
Megève
Una settimana a Megève: cosa fare?
Losanna
Un weekend a Losanna
Tutte le notizie
Zone turistiche di alto livello