Una passeggiata culturale sul Mont des Arts a Bruxelles

Bruxelles è una città ricca di cultura e arte. In quanto capitale del Belgio, è una tappa obbligata per i turisti che visitano il Nord Europa. Il cuore della capitale fiamminga è ricco di attrazioni storiche, culturali e artistiche. Tra queste, il quartiere del Mont des Arts, i cui giardini offrono una maestosa vista panoramica sul centro storico e sul municipio. Il Mont des Arts è un importante punto di interesse perché il quartiere è l'epicentro di una serie di rinomate istituzioni culturali e artistiche. Tra queste, il Palais des Beaux-Arts, la Biblioteca Reale, il Museo degli Strumenti Musicali e il Palais des Congrès. Ma il Mont des Arts è anche un luogo d'incontro unico a Bruxelles, dove artisti, skateboarder e musicisti vengono a godersi questo magnifico scenario nel cuore della capitale. Venite a visitarlo!

© kavalenkava / Shutterstock
Belgio

✈️Biglietti aerei per il Belgio

Biglietti aerei per il Belgio
A partire da
30 €
Prenota

Il Mont des Arts è un quartiere storico nel cuore di Bruxelles. È uno dei luoghi più emblematici della città, noto per i suoi numerosi edifici culturali, i giardini tranquilli e le viste spettacolari sulla città. Il Mont des Arts è una tappa obbligata per gli amanti dell'arte e della cultura della città. Con i suoi numerosi edifici, i giardini tranquilli e le viste spettacolari sulla città, è qui che scoprirete la ricchezza culturale di Bruxelles.

© artjazz / Shutterstock

Dove alloggiare a Mont des Arts?

9Hotel Sablon

9Hotel Sablon Bruxelles
Booking.com

9Hotel Sablon

Il 9Hotel Sablon si trova in una zona tranquilla di Bruxelles, a circa 5 minuti a piedi dalla Grand Place e dalla fontana del Manneken-Pis. Offre la connessione Wi-Fi gratuita e quotidiani internazionali.
8.3 Molto buono
A partire da
174 € / notte
Prenota

Il quartiere del Mont des Arts risale al Medioevo. Nel XV secolo, la città si espandeva e attirava sempre più artisti e intellettuali e, nel corso dei secoli, nel cuore di Bruxelles iniziò a prendere forma una scena artistica. Vero e proprio grattacapo urbanistico, la costruzione del Mont des Arts così com'è oggi risale al XIX secolo. La città di Bruxelles decise di costruire un quartiere dedicato alle arti e alla cultura, ma centinaia di progetti si susseguirono senza mai essere votati, poiché le istituzioni culturali erano in continua espansione e le autorità non riuscivano a trovare un accordo sul modo migliore per collegare il quartiere reale alla parte bassa della città. L'accesso alla città bassa avveniva attraverso un pendio vertiginoso, la rue Montagne de la Cour, abitata dal quartiere di Saint-Roch, un complesso abitativo molto popolare e ormai invecchiato.

Vista dalle scale dei Giardini Albertini, Bruxelles, Belgio.

- © Bokic Bojan / Shutterstock

Il progetto di sviluppo e ristrutturazione del quartiere di Saint-Roch fu oggetto di un'accesa discussione tra il re e il borgomastro (sindaco) della città. Il sindaco voleva semplicemente riabilitare e migliorare il quartiere, mentre il re voleva raderlo al suolo per trasformarlo in un monumento. Con grande disappunto del sindaco, il quartiere fu raso al suolo per far posto al "Mont des Arts ". Ma una volta raso al suolo il quartiere, il progetto fu respinto dal Senato, lasciando un terreno incolto nel cuore della città. Ma con l'avvicinarsi dell'Esposizione Universale del 1910, era intollerabile lasciare un luogo del genere nel cuore della città. Così, sotto la guida del re, fu adottata una soluzione temporanea per abbellire il sito. Fu il re stesso a finanziare i lavori, irritato dal fatto che Bruxelles potesse ospitare l'Esposizione Universale in questo stato. La città si avvalse dei servizi del paesaggista e architetto francese Jules Vacherot, capo giardiniere della città di Parigi, che progettò per Bruxelles un giardino con cascate e terrazze.

Place Royale in cima a Bruxelles, Belgio.

- © TTstudio / Shutterstock

Il progetto del Mont des Arts riprese nel 1935, con la creazione di un monumento nazionale alla gloria di Re Alberto I. Nel 1937 fu indetto un concorso per lo sviluppo del Mont des Arts, che comprendeva una serie di edifici come la Biblioteca Reale, il Museo delle Belle Arti, gli Archivi Generali del Regno e il Gabinetto delle Stampe. Nel 1955 i giardini furono rasi al suolo, con grande disappunto dei cittadini di Bruxelles che si erano affezionati all'area. Al suo posto sorse un grande pianoro con scale che collegavano la parte alta e quella bassa della città. L'area fu ribattezzata "Giardino Albertino ", ma pochi abitanti di Bruxelles lo sanno e la maggior parte lo chiama ancora Mont des Arts. Leopoldo II, allora re dei Belgi, mantenne l'idea di centralizzare le istituzioni culturali intorno al Mont des Arts. Nel corso degli anni, il quartiere ha visto il susseguirsi di edifici legati all'arte e alla cultura.

Musée des beaux-arts, in cima al quartiere Mont des Arts

- © CapturePB / Shutterstock

La storia di questo quartiere è ricca di colpi di scena. Ma una passeggiata sul Mont des Arts non significa solo ammirare la vista dall'alto del Giardino Albertino. È un'occasione per scoprire il ricco patrimonio culturale che offre. Il Musée des Beaux-Arts, il Palais du Coudenberg, il Musée du Chat, il Musée Magritte, il Palais des Congrès, la Place Royale, ecc. sono solo alcuni dei luoghi da visitare nel cuore della città. È inevitabile passare davanti al Museo degli Strumenti Musicali (MIM), un notevole edificio neoclassico all'angolo con Place Royale. Se non riuscite a visitare il museo, potete recarvi al suo ristorante per ammirare la magnifica vista sulla città! Prendetevi il tempo per passeggiare e scoprire scene di vita di Bruxelles. Il Mont des Arts è anche il parco giochi di molti artisti, oltre che degli skateboarder, che si riversano qui nelle giornate di sole per approfittare dello scenario perfetto per le loro tavole.

Case di rue Montagne, dominate dal MIM, Bruxelles, Belgio.

- © Kanuman / Shutterstock

Informazioni pratiche

🚌 Trasporti: Mont des Arts è servito dagli autobus 29, 38, 63, 65, 66, N08, N09, N11, N13, N16 e dalle linee 1 e 5 della metropolitana. La stazione ferroviaria è proprio accanto, il che rende facile arrivare qui da lontano.

Hai bisogno di aiuto? Consulta la guida
Bruxelles
Bruxelles
Ultime notizie
Ginevra
Visitare la Victoria Hall
Nairobi
Top 5 degli hotel più romantici di Nairobi
Ginevra
Trascorri una giornata sul lago di Ginevra
Ottawa
I 10 migliori hotel di Ottawa
Seul
Seul di notte, un viaggio spettacolare
Tutte le notizie
Zone turistiche di alto livello