Da Parigi a Mentone, l'itinerario per la vacanza perfetta

Da Parigi alle porte dell'Italia, c'è una strada lunga e mitica da percorrere: la storica Nationale 7. Per scoprire le meraviglie della Francia da un nuovo punto di vista, fate tappa in alcuni dei luoghi più imperdibili di questo itinerario di vacanza. Tradizionalmente utilizzati negli anni '50 e '60 per raggiungere le località balneari della Costa Azzurra, questi 1.000 chilometri non sono solo un percorso, ma una vera e propria atmosfera. Tra leggerezza, abbandono e nostalgia, è un'intera epoca della vita francese quella che si sprigiona da questo percorso. Prendetevi il tempo di fare qualche deviazione per ammirare un monumento, una città, un paesaggio o una tradizione, in un Paese con una cultura e un patrimonio traboccanti di risorse. Montagne, vigneti, pianure, specchi d'acqua e paesaggi urbani regalano a questo Paese enogastronomico gemme naturali di cui turisti e abitanti non possono fare a meno. Partiamo per quindici giorni sulla leggendaria Route 7!

Auto storica nel quartiere di Montmartre a Parigi

- © Catarina Belova / Shutterstock
Parigi

✈️Biglietti aerei per Parigi

Biglietti aerei per Parigi
A partire da
30 €
Prenota

Giorno 1: Parigi

Una linea di partenza simbolica

Con l'arrivo dell'estate, la routine metro-lavoro-sonno si conclude tradizionalmente con le vacanze estive. Per i viaggiatori provenienti da altri orizzonti, le vacanze iniziano nella Città delle Luci, alla scoperta della Signora di Ferro, del quartiere Marais, del Sacro Cuore, degli Champs-Elysées e di boulevard Haussmann.

Vista della Torre Eiffel a Parigi.

- © Catarina Belova / Shutterstock

Frammenti di tradizioni ed emblemi francesi nella Città della Luce

Simbolo di eleganza, con un fascino innegabile, un patrimonio incomparabile e una cultura armoniosamente diversificata, la capitale francese fa sognare tutto il mondo. Mangiate in un bouillon tradizionale, passeggiate nei Jardin des Tuileries e salite in cima alla Torre Eiffel per iniziare questo road-trip come un francese degli anni Cinquanta.

Il Sacro Cuore sulla Butte Montmartre, Parigi.

- © V_E / Shutterstock

Giorno 2: Fontainebleau e Montargis

Fontainebleau, una meta di vacanze reali

In poco più di un'ora di macchina si raggiunge una delle residenze preferite dai Re di Francia, il Castello di Fontainebleau. La maestosa scala a ferro di cavallo, le innumerevoli stanze, i giardini a perdita d'occhio e l'impronta personale di ciascuno dei sovrani fanno di questo edificio il gioiello del dipartimento Seine-et-Marne. Se vi sentite avventurosi, fate una gita alla Forêt de Fontainebleau, dove convivono alberi ultracentenari e rocce dalle forme più svariate.

Il castello di Fontainebleau.

- © V_E / Shutterstock

I 1001 ponti di Montargis

Fate una sosta a Montargis, conosciuta anche come la Venezia del Gâtinais, per attraversare alcuni dei ponti e delle passerelle di questa cittadina dal ricco patrimonio che risale alla sua storia reale. Dopo questa parentesi nel cuore della verdeggiante regione del Centro-Val de Loire, si parte per diverse centinaia di chilometri sulla leggendaria Nationale 7, alla volta dei Monts du Beaujolais.

Centre historique de Montargis.

- © Traveller70 / Shutterstock

Giorno 3: Le montagne del Beaujolais

Dietro le quinte delle cuvée di Beaujolais

Brouilly, Morgon o Chiroubles? I vini del Beaujolais sono solo alcune delle migliori denominazioni che conferiscono alla Francia il titolo di paese del vino. Ampi appezzamenti di terreno, cime con vista panoramica e cantine a conduzione familiare fanno parte del fascino di questa bevanda, servita sulle migliori tavole di tutto il mondo. C'è solo una regola: non ripartite alla scoperta dei dintorni della vostra destinazione di vacanza dopo una degustazione di vini!

Vigneto a Saint-Julien, nella regione del Beaujolais.

- © Marcin Kurek / Shutterstock

Giorno 4: Lione

Il ventre della Francia

Dopo il paese del vino, è il momento di fermarsi nella capitale della gastronomia, con il suo centro storico, le sue istituzioni culinarie e la sua architettura colorata. Fermatevi a pranzo a Les Halles de Lyon - Paul Bocuse, salite alla basilica di Notre-Dame de Fourvière o scoprite il passato operaio del quartiere Croix-Rousse.

Le banchine della Saona e di Fourvière, Lione.

- © Martin Molcan / 123RF

Passeggiate all'aria aperta e consuete delizie gastronomiche

Optate per un pomeriggio di relax nell'oasi verde del Parc de la Tête d'Or prima di iniziare la serata tra Place Bellecour, Place des Jacobins o Place des Terreaux, vicino ai tradizionali bouchon di Lione dove mangiare è un'arte di vivere.

Quenelle de brochet, Saint-Marcellin, salade lyonnaise e cervelle de canut sono i piatti regionali da assaggiare in un autentico bouchon lionese, presso Le Mercière. È l'occasione perfetta per accompagnare queste specialità con un bicchiere di Beaujolais, prima di concludere con un tocco di dolcezza: i numerosi indirizzi della città offrono la loro versione della crostata di praline rosa.

Bouchons Lyonnais La Mercière a Lione.

- © prochasson frederic / Shutterstock

x Indirizzo: 56 Rue Mercière, 69002 Lione

x Orari di apertura: 12.00 - 14.30 / 18.45 - 22.30 dal lunedì al giovedì, 12.00 - 14.30 / 18.45 - 23.00 venerdì, 11.45 - 15.30 / 18.45 - 23.00 sabato, 11.45 - 15.30 / 18.45 - 22.30 domenica.

5° giorno: Le Palais Idéal du Facteur Cheval e Valence

Il Palais Idéal du Facteur Cheval: la storia di una realizzazione individuale

Il Palais Idéal du Facteur Cheval, opera trentennale di un certo postino, Joseph Ferdinand Cheval, è un edificio unico in Francia. Grotte, scale, gallerie, statue e decine di altre particolarità compongono quest'opera d'arte lunga 23 metri e alta 12 metri. Molti visitatori dubitano di essere ancora in Francia!

Il Palais Idéal del Facteur Cheval nella Drôme.

- © milosk50 / Shutterstock

Una sosta rilassante a Valence

Riprendiamo la strada verso Valence, per goderci le sue graziose piazzette, i parchi alberati e le stradine alla fine della giornata. Passate davanti al Kiosque Peynet e alla Maison des têtes prima di ammirare la cattedrale di Saint-Apollinaire dal Pendentif de Valence.

Chiosco Peynet a Valence.

- © TravelKiwis / Shutterstock

Giorno 6: Mirmande e Montélimar

Mirmande: uno dei gioielli incontaminati della Francia

Annoverata tra i Borghi più belli di Francia, la cittadina medievale di Mirmande è arroccata su una collina a metà strada tra Valence e Montélimar. Un'oasi di pace con strade ripide, è un piacere passeggiare tra gli edifici in pietra e le esposizioni botaniche che punteggiano ogni angolo.

Villaggio di Mirmande nella Drôme.

- © Josema Gomez / Shutterstock

In viaggio verso il paese del torrone

Fate rotta verso Montélimar per un altro viaggio nel tempo, con tutte le sue delizie gastronomiche. Il museo del torrone svela i segreti del sapere e della storia di questo dolce autentico. La visita alla più antica fabbrica di torrone della città, accompagnata da una degustazione, vi farà sentire come una madeleine di Proust!

Il famoso torrone di Montélimar.

- © mrcstock / 123RF

Giorno 7: Montélimar e Mornas

Un bagno provenzale mattutino nei mercati di Montilian

Nel sud della Drôme, la capitale del torrone diffonde i primi odori e sapori provenzali ai turisti che percorrono la N7. Lavanda, olive nere e picodon trovano un posto soleggiato tra le bancarelle che espongono la stella dolce locale nel grazioso mercato settimanale di Place Saint-James.

Eglise Collégiale Sainte Croix a Montélimar.

Passeggiata sportiva alla fortezza di Mornas

Arroccata in cima a una rupe, la fortezza di Mornas, che domina il Rodano e l'autostrada A7, merita una visita. Salite in cima al villaggio per godere di una vista panoramica eccezionale sul Mont Ventoux!

Fortezza di Mornas, Vaucluse.

- © Philippe PATERNOLLI / Shutterstock

8° giorno: Avignone

Balliamo, balliamo...

La canzone in onore del famoso Pont Saint Bénezet (Ponte di San Benezet ) risuona nella testa di tutti quando si sente un semplice riferimento alla città diAvignone, creando l'atmosfera per l'arrivo nella terra delle cicale. Circondata da bastioni, la città vecchia ospita le più belle meraviglie di Avignone, tra cui l'imperdibile Palais des Papes.

Il Pont d'Avignon e il Palais des Papes.

- © Sergii Figurnyi / Shutterstock

Una passeggiata tra le stradine vi porterà alla Place de l'Horloge, al Musée du Petit Palais e alla graziosa Rue des Teinturiers. Per conservare qualche ricordo della vostra visita alla città dei Papi, entrate a Les Halles e godetevi le dimostrazioni degli chef locali il sabato mattina.

Il Palazzo dei Papi di Avignone.

- © Artyart / Shutterstock

9° giorno: Aix-en-Provence

Una vita al ritmo della meridiana

L'aria mediterranea, l'accento leggero e il senso di appagamento vi aspettano ad Aix-en-Provence! La città delle mille fontane è una tappa fondamentale del vostro itinerario di vacanza, dove il lasciarsi andare e la dolcezza della vita provenzale fanno parte al 100% del vostro stile di vita. Il Cours Mirabeau, il Musée Granet, la Cattedrale di Saint Sauveur e le strade soleggiate del centro città vi regaleranno una giornata ricca di sorprese e scoperte.

Strada del centro di Aix-en-Provence.

- © Neirfy / Shutterstock

Il Calisson, un'istituzione...

Una creazione regale, sapori gourmet e un savoir-faire ancestrale: questi sono gli ingredienti di una ricetta di successo per i Calissons d'Aix! La terra della gastronomia è davvero ricca di specialità in ogni sua regione...

Les fameux calissons d’Aix.

- © Anna_Pustynnikova / Shutterstock

Prima di assaporare questo dolce a base di mandorle e melone candito, fate una pausa pranzo a Les Vieilles Canailles. La cucina francese, i prodotti locali e la convivialità di Aix-en-Provence fanno di questo affascinante indirizzo l'appuntamento degli epicurei.

x Indirizzo: 7 Rue Isolette, 13100 Aix-en-Provence

x Orari di apertura: 12.00-14.00 il mercoledì, 12.00-14.00 / 19.30-21.45 dal giovedì al sabato e il martedì.

10° giorno: Fréjus e Saint-Raphaël

Bagni di sole e immersioni nelle acque del Mediterraneo

Montagne, foreste, pianure, mari... I variegati paesaggi francesi offrono tutto l'anno qualcosa per tutti. Durante i mesi estivi, migliaia di turisti si recano sulle spiagge del Fréjus e di Saint-Raphaël, per godersi un bagno rinfrescante nell'azzurro del Mediterraneo. Si può poi optare per una passeggiata nei porti per ammirare gli yacht più grandi del mondo, per una gita in riva al mare per scoprire gli angoli più nascosti della costa o per un giro in auto in cima ai punti panoramici più belli della zona.

Il vecchio porto di Saint-Raphaël.

- © trabantos / Shutterstock

11° giorno: Cannes

Quando l'autenticità incontra la superficialità

Cannes, lacittà protagonista della Costa Azzurra, è un luogo da sogno, con il suo scintillio, il suo calore e le sue lussuose istituzioni. Prima di immergerci nel glamour, andiamo a scoprire l'autenticità della città vecchia, nel quartiere del Suquet. Dalle sale del mercato di Forville, dove i prodotti locali occupano un posto d'onore, alle ripide stradine medievalie alla loro atmosfera pittoresca, la giornata inizia in un clima di vacanza, in tutta semplicità.

Ruelle dans le quartier Le Suquet à Cannes.

- © Kemal Taner / Shutterstock

Sulle orme delle star di Hollywood

Prima del tramonto e del trambustodelle feste di Cannes, accendete lo sfarzo e il glamour e dirigetevi verso la Croisette. Questa è la passeggiata principale della città e non è raro imbattersi in alcuni deipiù grandi attori di Hollywood durante il Festival di Cannes! Non dimenticate di aggiungere una foto al vostro album mentre salite le scale del Palais des Festivals et des Congrès. Se avete la fortuna di passarci la notte, o se siete semplicemente curiosi, ammirate gli hotel più lussuosi e famosi della città: il Majestic Barrière, il Martinez e il Marriott. Immergetevi nella vita delle grandi star!

Vista del lungomare e del porto di Cannes.

- © RossHelen / Shutterstock

12° giorno: Nizza

Tante cose da scoprire nella capitale della Costa Azzurra

La Promenade des Anglais, il Negresco, il mercato di Cours Saleya... sono così tanti i simboli del lungomare di Nizza che dovrete fare una sosta nella città chiamata Nizza la bella! Passeggiate per le strade della Vieux-Nice per scoprire la varietà di colori che offre questo quartiere, dove abitanti e viaggiatori si incontrano tutto l'anno.

Dopo il torrone, i calissons e il vino, provate le numerose specialità di Nizza per prolungare questo viaggio multisensoriale! Durante il periodo di carnevale, a febbraio, le ganses si impadroniscono delle strade, che si trasformano in una grande festa a cielo aperto.

Tramonto su Nizza.

- © Kanuman / Shutterstock

Altezze e prospettive sulla costa

Tra il mare e le montagne, la città di Nizza vanta un entroterra che offre passeggiate bucoliche, a pochi chilometri dalla frenesia della città. Saint-Paul de Vence, La Gaude, Contes e La Roquette-sur-Var sono solo alcuni dei piccoli villaggi da esplorare durante un tour a piedi.

Il villaggio di Saint-Paul-de-Vence in Francia.

- © Peterkin / Shutterstock

13° giorno: Monaco

Prestigio alla maniera monegasca

Con l'avvicinarsi della fine della storica Route National 7, è tempo di cambiare scenario... in direzione di Monaco! Lusso è la parola d'ordine in questo micro-Stato di 202 ettari. Il Casinò, il Palazzo del Principe e la Cattedrale sono i monumenti più emblematici della Rocca, davanti ai quali passano ogni giorno le auto più belle del mondo.

Vista del Port Hercule di Monaco.

- © Grisha Bruev / Shutterstock

Sulle orme del circuito del Grand Prix

Sulle orme delle auto di Formula 1, fate un giro sul circuito del Gran Premio di Monaco, uno degli eventi più attesi dell'anno. Se sperate di potervi permettere uno dei rari appartamenti della città, venite a giocare al tavolo o nella sala macchine del leggendario Casinò di Monte-Carlo.

Angolo del circuito del Gran Premio di Monaco.

- © Valentin Valkov / Shutterstock

I ristoranti della città rispecchiano la città stessa: chic e raffinati. Anche se nella maggior parte dei casi dovrete tirare fuori il portafoglio, alcuni sono più accessibili, pur godendo di un ambiente paradisiaco. Concedetevi un pranzo al Castelroc, un'istituzione di fronte alla residenza principesca, dove l'ora di pranzo è sinonimo di savoir-faire. Grazie ai suggerimenti locali e al servizio attento, passerete un momento memorabile, da ricordare al vostro ritorno!

x Indirizzo: Pl. du Palais, 98000 Monaco

x Orari: 12:00 - 15:00 per il pranzo

14° giorno: Mentone

A spasso per le strade della Perla di Francia

Un'esplosione di colori nelle strade della città vecchia di Mentone. Questo piccolo gioiello all'estremità sud-orientale della metropoli ha un'aria italiana, dalle temperature mediterranee ai panni appesi ai davanzali. Costruite sul fianco della collina, queste strade ripide salgono e scendono con il ritmo di una passeggiata pericolosa.

La spiaggia di Mentone, in Costa Azzurra.

- © Boris Stroujko / Shutterstock

Un finale piccante per il vostro itinerario...

Con il Carnevale di Nizza, a febbraio la Costa Azzurra è in pieno fermento; contemporaneamente, l'annuale Festa del limone di Mentone anima le strade. Centinaia di tonnellate di agrumi e una serie di eventi riuniscono migliaia di visitatori al confine con l'Italia. È un ottimo modo per completare il vostro itinerario se decidete di partire in questo periodo dell'anno!

Il Festival del limone di Mentone.

- © Travel-Fr / Shutterstock
di Gessica Iacono
Hai bisogno di aiuto? Consulta la guida
Costa Azzurra
Costa Azzurra
Ultime notizie
Rio de Janeiro
Raggiungi la cima del Monte Pan di Zucchero
Quimper
Giornata di pesca a Guilvinec, uno dei porti più grandi della Francia
Malaga
Malaga: scoprire le specialità andaluse in 48 ore
Megève
Una settimana a Megève: cosa fare?
Losanna
Un weekend a Losanna
Tutte le notizie
Città Top