• Connettiti
Napoli
© Gil GIUGLIO / EASYVOYAGE
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Napoli

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica

Guida di viaggio

È facile scoprire l'unicità di Napoli, città che non riesce a lasciare indifferente. Dalla reputazione "difficile", l'antica capitale partenopea è stata a lungo meta di viaggio degli stranieri più che dagli italiani stessi. Nel bene, sarà il suo estro, i suoi rumori, la sua gente che si unisce in una caotica frenesia. Nel male, sarà la sua presenza nelle testate dei giornali e la sua reputata violenza.

Ma napoli è anche quei panni stesi al sole, le voci nei quartieri, l'atmosfera dei suoi vicoli. È l'aspettare di mangiare una pizza ai decumani al sabato sera facendo la fila nella stretta strada. È l'eleganza del Golfo e di quel panorama privilegiato che fa sospirare i più asuteri. È il tesoro di San Gennaro e il o' miracol' che le sorti della città. È anche la sua violenza che non si deve tacere ma che non si deve isolare. Città fra le città, Napoli è un luogo che non si dimentica.

Da vedere

Napoli è fa parte delle città d'arte italiane. Il che significa che la visita di monumenti, chiese, palazzi può riempire totalmente la maggior parte del soggiorno. Da non perdere nel centro storico: il complesso di Santa Chiara, San Domenico Maggiore, la chiesa del Gesù Nuovo, il Duomo. Ma anche la Cappella San Severo con il suo Cristo Velato o al Pio Monte della Misericordia ed il suo Caravaggio.

Al Vomero da vedere: la Certosa di San Martino e il Castel Sant'Elmo.

Ma anche il Palazzo Reale, la Reggia di Capodimonte e i giardini.

Da fare

Una visita al Museo archeologico di Napoli è praticamente obbligatoria, almeno per chi ama le statue antiche e i mosaici pompeiani. Il museo disponde di una ricchissima collezione degna di nota. Gkli amanti dell'arte contemporaneo dovranno invece visitare il recente MADRE mentre per gli appassionati di pittura settecentesca e ottocentesca si conglia una tappa al Museo di Capodimonte (nella reggia stessa).

Ma Napoli è una città che si vive per strada, nei suoi vicoli e nelle sue piazze. Il centro è relativamente piccolo e si percorre facilmente a piedi. Diverse le abitudini dei Napoletani che saranno facili da imitare: sorseggiare una granita a Mergellina, vicino al mare la sera d'estate, mangiare una pizza fritta dalla pizzeria Pellone dietro la stazione e ovviamente prendere un caffé in qualsiasi momento della giornata nei tanti bar della città o imitare la borghesia del Novecento e consumare l'espresso al tavolino del Gambrinus vicino piazza Plebiscito.

Per avere un buono scorcio della città, dove essere saliti con funicolare a San Martino si può decidere di scendere a piedi fino a Spaccanapoli utilizzando le scale che partono proprio a ridosso della Certosa.

Ecco infine, alcune escursioni di una giornata con partenza da Napoli:
Il Vesuvio, Pompei ed Ercolano, la costiera amalfitana (con il metrò del mare) o in una delle isole del Golfo (Capri, Procida e Ischia).

I più

I meno

Da pensare

Benché turistica, la città di Napoli ha una tendenza a rispettare tutte "le feste comandate". Per la vigilia, il giorno di Natale e Capodanno, per esempio, sono molti i ristoranti chiusi. Meglio avere un'indirizzo sottomano prima di partire per quelle date.

Da evitare

La cattiva reputazione di Napoli non è purtroppo solo leggenda urbana. Gli "scippi" sono frequenti e, come in tutte le grandi città, la vittima ideale è spesso l'incauto turista. Di sera, si raccomanda pertanto di fare attenzioni agli oggetti di valore (macchina fotografica, videocamera, borsa) o anche a gioeilli particolarmente vistosi. Il monito è valido soprattutto per alcuni quartieri popolari in prossimità della stazione centrale.

Da degustare

Napoli e la Campania dispongono di una gastronomia tradizionale particolarmente gustosa. Popolare, rustica ma che può - a sorpresa - fare sfoggio di delicatezza, la cucina partenopea possiede numerose specialità.

Due i "must", i prodotti la cui degustazione è quasi obbligatoria: la pizza e la mozzarella di bufala DOC. Tradizione napoletana per la prima e campana per la seconda fanno ormai parte dell'immaginario dell'antica Partenope.

Da non mancare ugualmente: le sfogliatelle, il babà, gli spaghetti alle vongole, la parmigiana di melanzane, i friarielli, l'impepata di cozze.

Alcuni indirizzi:
Le pizzerie "storiche" di via dei Tribunali: Sorbillo, Dal Presidente, Di Matteo.
Da Michele e Trianon in Via Cesare Sersale (una traversa di Corso Umberto).

Da portare

Dalla ricca gastronomia e artigianato, i souvenir da portare partendo da Napoli sono tanti.

Per quanto riguarda il cibo, ovviamente si consiglia di non ripartire senza mozzarella. Tra l'altro, la maggior parte dei caseifici e salumerie importanti si è organizzata e imballa il prezioso formaggio in apposito pacchetto ermetico per trasportarlo in aereo. Lato artigianato invece si potrà trovare soddisfazione fra le bancarelle dei pastori di San Gregorio Armeno.

Nel centro della città (via Toledo e Corso Umberto) si concentrano le insegne internazionali. Diversi i prodotti di artigianato locale da riportare con sè. I capi di abbigliamento in lino di Positano o Capri, o gli accessori in cuoio di Aldo Tramontanto (pelletteria dal 1865), in via Chiaia. O ancora una cravatta da Marinella, alla Riviera di Chiaia (dal 1914).

I golosi non dimenticheranno una sosta da Gay Odin, cioccolateria storica, aperta alla fine dell'800. Cioccolattini e cioccolata (fra cui la particolarissima "cioccolata foresta") e da qualche anno anche gelati (Gelateria Gay-Odin in via Benedetto Croce, nel centro storico vicino il chiostro di Santa Chiara). Gli indirizzi esatti dei punti vendita, qui.

Clima Napoli

Gli indici di comfort meteo rappresentano una famiglia di criteri utili per fornire un quadro generale delle condizioni climatiche e meteorologiche di Napoli . Quest'insieme di indici di comfort meteo vi aiuteranno nell'organizzazione del vostro viaggio a Napoli . Ad esempio, in base alle previsioni meteo della città potrete scegliere le attività da praticare durante il vostro soggiorno: rilassarsi in spiaggia, passeggiare sul lungomare, visitare monumenti e musei, praticare sport estivi o invernali ... Scoprite nel dettaglio, per ciascuna settimana a Napoli , l'indice meteo globale: una stima complessiva delle condizioni meteo, calcolata in base ad indici temperatura, pioggia, abbronzatura e vento!

Meteo ottobre
Voto globale 86/100
  • Indici temperatura 100% Ideale

    La temperatura massima è compresa tra 22 e 24°C, la temperatura percepita è <30°.

  • Indici precipitazioni 68% Precipitazioni scarse

    Media compresa tra 10,5 e 17,5 mm a settimana.

  • Indici abbronzatura 70% Prevalentemente sereno

    Prevalentemente sereno (cielo sereno tra 60% e 80%).

  • Indici balneazione 92% Caldo molto / Ideale

    Disagio causato da un vento forte (Velocità del vento superiore a 38 km/h) et un forte differenziale tra la temperatura del mare (inferiore a 18°C) e la temperatura ambiente (> 24°C).

  • Indici vento 88% Brezza tesa / Ideale

    Disagio legato al forte vento (> 39 km/h) e a una temperatura ambiente calda (Tmax > 24°C).

  • Indici umidità 68% Sopportabile

    Sensazione di malessere relativo a una percentuale di umidità maggiore al 65%.

Italia : Scopri le città
  • Roma Roma
  • Venezia Venezia
  • Milano Milano
  • Verona Verona
  • Bologna Bologna
  • Florence Firenze
Le regioni Italia
  • Sardegna
  • Sicilia
  • Campania
  • Calabria
  • Abruzzo
  • Lombardia
  • Basilicata
  • Emilia-Romagna
  • Molise
  • Marche
  • Umbria
  • Friuli Venezia Giulia
  • Liguria
  • Toscana
  • Lazio
  • Piemonte
  • Trentino Alto Adige
  • Puglia
  • Veneto
  • Valle d'Aosta