• Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio
Zoom su Tendenza street food: 10 gustose località

3 - NAPOLI, lo street food è fritto

Tendenza street food: 10 gustose località © Copyright

È fra le città italiane, rivaleggiando con la Sicilia, in cui più si inscrive una cultura street food locale. Ben prima che il "cibo da strada" diventasse alla moda, Napoli viveva al ritmo dei suoi "zuzzus'", banchetti di cibo da asporto, di poche lire, da mangiare per strada avvolti in una semplice carta. D'altronde, è il fritto, il protagonista per eccellenza dello street food partenopeo: da declinarsi in arancini (bianchi e rossi), crocché di patate, pizza fritta (sorta di calzone ripieno e fritto), pizza di scarole, frittatina di maccheroni. Per tradizione, inoltre, le pizzerie storiche - soprattutto quelle dei quartieri popolari dei Decumani, a Materdei, o ancora alla Pignasecca - dispongono tutte di un banchetto di "fritturine" da comprare da asporto. Con 1€ si acquista un assortimento completo di crocché, pasta cresciuta, fiorilli, ecc.

Lo spuntino consistente. È nello storico quartiere di Forcella, il cuore del centro antico di Napoli che si annida l'altrettando storico indirizzo De' Figliole (le "bambine"). L'indirizzo sforna pizza fritta da asporto dal 1860 quando la bisnonna delle signore Giuseppina, Immacolata e Carmela aprì il primo locale. Quattro i tipi di pizza serviti: la completa con ricotta, cicoli, salame, pomodoro, provola e pepe, la Scarola con scarole, acciughe, olive nere e pepe, la Chicchinese che si presenta come un mélange delle due precedenti e la Salsicce e friarielli. Il costo? 3€ a pizza. Pizzeria De' Figliole Via Giudecca Vecchia 39. Chiusa la domenica.

Il regno del fritto. In pochi metri quadri, è inutile sperare di sedersi, si tiene la Friggitoria Vomero, giusto al di fuori della fermata della funicolare di Piazzetta Fuga. Da consumare: crocché, fritture di melanzane, frittatine di maccheroni, supplì di riso. Friggitoria Vomero, Via Domenico Cimarosa 44. Aperto dalle 8:30 alle 21:00.

Sapori dolci. Si resta nel fritto ma si passa al dolce. È la graffa lo spuntino per eccellenza del partenopeo, spesso consumato in tarda serata o in mattinata prima del pranzo. Se un primo indirizzo dedicato alla graffa si affaccia sulla Piazza Nazionale, un secondo locale si è ormai spostato anche nel centro dello shopping napoletano. La Grafferia si è quindi accaparrata un posto sulle scale del vicoletto Sant'Arpino, a Via Chiaia.

V.M.

BANGKOK, il pasto da strada Parigi val bene una 'mezz'