Incontrare gli elefanti nel Parco Nazionale di Amboseli

Gli elefanti percorrono la savana africana con passo deciso e sicuro. Gli imponenti pachidermi condividono la tela con le maestose giraffe, che avanzano con passi eleganti e fluidi. Sullo sfondo, la cima innevata della montagna più alta dell'Africa, il Kilimanjaro, si erge a 5.895 metri di altezza! Potrebbe esistere un safari più iconico di questo? Questo spettacolo magico e straordinario si svolge nel Parco Nazionale Amboseli in Kenya. Riserva naturale mitica del Paese, titolo che detiene insieme al Parco Nazionale Masaï Mara, il Parco Nazionale Amboseli è forse di piccole dimensioni, ma la sua posizione geografica non vi lascerà indifferenti. Con le sue distese sabbiose, le paludi, i cespugli spinosi e le pianure punteggiate di alberi di acacia, il volto di Amboseli cambia con le stagioni. I lunghi mesi secchi e aridi rendono più facile l'avvistamento delle migliaia di animali che popolano questo splendore keniota. Una prima tappa ideale per chi non ha mai fatto un safari.

© khanbm52 / Shutterstock

Il Parco Nazionale Amboseli, con i suoi 392,06 km2, si trova nel sud del Kenya. Situato ai piedi del Kilimangiaro, cosa c'è di più simbolico della vostra prima esperienza di safari in questo labirinto di polvere selvaggia? Anche se relativamente piccolo, il parco è stato designato Riserva della Biosfera Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO nel 1980. Questo rende il parco una tappa obbligata per gli amanti della natura e della fauna selvatica che si recano in Kenya. Amboseli, parola Masai che significa "polvere di sale", deve il suo nome all'immenso lago secco che si trova al centro del parco. Il parco ha la caratteristica specifica di essere arido in alcuni punti e di avere un'oasi di verde paludoso più in là. Questa grande diversità contribuisce a mantenere un ecosistema favorevole al benessere degli animali. La regione ospitava anche i Masai, che hanno dovuto lasciare il parco quando è stato dichiarato parco nazionale. Oggi vivono alla periferia del parco.

© RealityImages / Shutterstock

Un safari è un'opportunità per entrare in contatto con l'avventuriero che è in voi. Amboseli è il luogo ideale per scoprire la vostra sete di viaggio e di scoperta, grazie alla sua vicinanza a Nairobi e alla costa cristallina del Kenya a Mombassa. Sullo sfondo del Kilimanjaro, una delle montagne più famose del mondo, venite a esplorare queste distese aride costellate di animali maestosi.

Informazioni pratiche

Situata a circa 240 chilometri a sud-est di Nairobi, la riserva dista meno di 4 ore dalla capitale, il che la rende una destinazione popolare per i turisti della fauna selvatica. È possibile raggiungere Amboseli anche in aereo. Il parco ha 4 porte d'ingresso. Due a sud e due a nord. Il Namanga gate è il più frequentato, grazie alla sua vicinanza a Nairobi. Il cancello di Kimana è il più comodo se si proviene da Mombasa.

👛 Tariffe d'ingresso

  • 60 per adulto
  • 35 per bambino (fino a 18 anni)

Per organizzare il vostro safari potete rivolgervi a un'agenzia di viaggi o assumere una guida privata (ricordate che in questo caso dovrete pagare il compenso della guida e il costo dell'auto). Ma potete anche fare un safari da soli, noleggiando un'auto. In questo caso, vi verrà addebitato un costo di 300 scellini (2,30 euro) per l'ingresso al parco per l'auto, che può ospitare fino a 6 passeggeri.

Orari di apertura

  • Aperto tutti i giorni dalle 6h00 alle 19h00.
  • Chiude alle 18.15.

Si prega di rispettare rigorosamente le regole di sicurezza del parco. In particolare, è severamente vietato scendere dall'auto in aree non destinate alle passeggiate. I grandi felini e altri pericoli possono essere in agguato. Il parco vieta l'ingresso ai visitatori a piedi.

Dove alloggiare?

Amboseli Sopa Lodge Nairobi
Booking.com

Amboseli Sopa Lodge

Magnifico hotel a Nairobi
7.2
A partire da
177 € / notte
Prenota

Amboseli è uno dei parchi più popolari del Kenya, grazie alla densità della fauna selvatica. Ma anche per i suoi paesaggi assolutamente unici, spesso scarsamente popolati, che rendono molto più facile l'osservazione della fauna selvatica. Il parco è famoso anche per gli elefanti, che sono ben 1.500 e hanno zanne molto grandi. La biodiversità del parco offre una gamma impressionante di specie. Nelle paludi si possono osservare bufali e ippopotami in cerca di aria fresca. Tuttavia, l'unica nota dolente è che il parco non ospita più i famosi big five. Leone, rinoceronte, bufalo, leopardo ed elefante non condividono più la terra di Amboseli. Il rinoceronte, che da tempo soffre di un intenso bracconaggio, si vede solo occasionalmente nei suoi spostamenti tra Kenya e Tanzania. Anche i grandi felini, leoni e leopardi, sono residenti permanenti del parco, ma nel complesso rimangono molto discreti. Non è un mito che i grandi carnivori come i ghepardi e i cani selvatici siano più discreti in questa parte del Kenya, e dovrete avere pazienza e fortuna per sperare di scorgerne uno. Tuttavia, avrete più fortuna se puntate sullo sciacallo o sulla iena maculata.

© i.a.f. fotoarte / Shutterstock

Si attraversano le pianure aride della riserva alla ricerca dei grandi re del parco. Qui gli elefanti regnano sovrani e possono essere visti in gran numero. Questi grandi mammiferi di Amboseli sono considerati i più grandi elefanti del Paese. In lontananza, li si può osservare mentre si godono le paludi che condividono con gli ippopotami e si rinfrescano un po' nelle ore calde e pesanti della savana africana. Come il suo lontano cugino rinoceronte, è stato a lungo oggetto di bracconaggio per il suo avorio. Kenya e Tanzania hanno visto crollare le loro popolazioni di elefanti. Ma Amboseli è stato uno dei pochi parchi a non essere devastato da questo flagello. Ciò è dovuto in parte al lavoro dell'Amboseli Trust for Elephants, un'organizzazione benefica che mira a salvaguardare e a comprendere meglio il comportamento sociale e le dinamiche di popolazione degli elefanti nel lungo periodo. La presenza di pochi bracconieri e gli sforzi di conservazione fanno sì che gli elefanti del parco abbiano zanne molto lunghe, rendendo l'esperienza dell'incontro ancora più impressionante. Alcuni elefanti possono avere zanne che pesano fino a 45 chili l'una! Alcuni sostengono che Amboseli sia senza dubbio il posto migliore per vedere branchi di elefanti in Africa orientale.

© Jane Rix / Shutterstock

Ammirando gli elefanti, ci si dimentica quasi di osservare gli altri animali del parco, altrettanto spettacolari. Vedrete anche le giraffe Masai, note anche come giraffe del Kilimangiaro, che amano mangiare le foglie di acacia. Queste giraffe, che sono a rischio di estinzione, si distinguono per il loro manto di macchie marroni che si fondono con il color crema. Le giraffe Masai sono uniche anche perché non hanno macchie oltre le ginocchia, rivelando gambe immacolate.

© Heinz-Peter Schwerin / Shutterstock

Il Parco Amboseli ha molto da offrire. Con i suoi paesaggi contrastanti, gli iconici elefanti e giraffe, il tutto sullo sfondo del Kilimanjaro, lascerete questo indimenticabile safari con le stelle negli occhi. Purtroppo, l'unico inconveniente è che il periodo migliore per visitare il parco è anche il più popolare. A ciò si aggiunge il fatto che il parco non è uno dei più grandi dell'Africa e che vi troverete in mezzo a una mandria di elefanti 4x4. Tuttavia, un safari ad Amboseli è un'esperienza indimenticabile.

di Gessica Iacono
Hai bisogno di aiuto? Consulta la guida
Nairobi
Nairobi
Ultime notizie
Route 66
Una settimana in Arizona, lungo la Route 66.
La Plagne
Top 5 degli hotel per famiglie a La Plagne
Alto Atlante Marocchino
Top 9 degli alloggi con piscina più belli nelle montagne dell'Atlante
Alto Atlante Marocchino
Roadtrip di 7 giorni nell'Alto Atlante marocchino
Gironda
La Gironda in bicicletta
Lanzarote
7 borghi tipici da visitare a Lanzarote
Tutte le notizie
Zone turistiche di alto livello