Immergetevi nei luoghi leggendari e misteriosi di Ibiza

Sarebbe un peccato perdere la dimensione "magica" di Ibiza. L'isola, dove le prime tracce di abitanti risalgono all'Età del Bronzo, è ricca di leggende e miti che risalgono all'Odissea di Omero e al culto di una dea cartaginese. Alcuni dei luoghi più remoti dell'isola sono impregnati di questa antica mitologia, che è stata perpetuata dagli hippy dell'isola, come la misteriosa cala di Atlantide, di una bellezza mozzafiato, dove si possono scoprire strane formazioni rocciose. L'affascinante Grotte des Culleram è un altro sito eccezionale. Ospita un antico santuario punico dedicato a Tanit, una dea cartaginese. In questo sito unico sono state scoperte più di 600 statuette di terracotta. Ecco una panoramica di alcuni luoghi segreti di Ibiza, dove la magia funziona ancora, lontano dal trambusto della città...

Tramonto sulla roccia di Es Vedra, Ibiza

- © Wanderlust Media / Shutterstock

La penisola di Atlantide

© Krzysztof Wieprow / Shutterstock

Questo è senza dubbio uno dei luoghi più unici e incantevoli di Ibiza e del Mediterraneo! Vicino al bellissimo isolotto di Es Vedrà, che secondo la leggenda ospitava le sirene che tentarono di attirare Ulisse nell'Odissea di Omero, si trova la penisola rocciosa di Sa Pedrera de Cala d'Hort, nota da decenni come Atlantide. La magia di questo luogo è dovuta alle strane formazioni rocciose geometriche, il cui candore contrasta con il blu cobalto dell'acqua creando un paesaggio mozzafiato. Non si tratta di un fenomeno naturale, poiché Atlantide era in origine una cava dove si estraeva la pietra bianca per venderla sulla costa di Sant-Antoni.

© MarcoPachiega / Shutterstock

Ma questo non ha impedito agli hippy degli anni '60 di vedere in queste monumentali rocce scolpite i resti di una civiltà scomparsa e di fare di Atlantide (che si pensa non sia altro che un pezzo del palazzo di Atlantide!) un luogo di riposo e meditazione. Nel corso degli anni, le rocce sono state adornate con superbe incisioni di animali e motivi indù. L'acqua stessa continua a scolpire la pietra, creando cavità sotto il livello del mare, che le onde riempiono per creare sorprendenti piscine naturali di colore blu elettrico.

© martin SC photo / Shutterstock

Questa oasi di pace è circondata da acque traslucide popolate da pesci dai colori brillanti che faranno la gioia di chi fa snorkeling e di chi si immerge (attenzione, in estate è anche un paradiso per le meduse, attratte dal calore dell'acqua). Alcuni temerari provano anche il salto dalla scogliera.

A rendere ancora più mistico il luogo, una grotta nella scogliera è accessibile attraverso il sentiero, con vista su Atlantide. Su una delle pareti della grotta si può ammirare una notevole rappresentazione di Buddha, che si dice sia stata dipinta da un eremita giapponese oltre 10 anni fa.

Ibiza
Booking.com

Hotel Sir Joan

Venite a scoprire questo lussuoso hotel sul mare.
A partire da
263 €
Prenota

Accesso ad Atlantide

Lo svantaggio di godere di questo angolo di paradiso isolato è la difficoltà di accesso. L'unico modo per raggiungere la penisola è a piedi, attraverso una faticosa discesa di 30 minuti (45 minuti di salita) lungo un sentiero invaso dalla macchia, che termina con un tratto particolarmente arduo attraverso le dune. L'inizio del sentiero si trova vicino al parcheggio che porta al punto panoramico su Es Vedrà. Sebbene non sia necessario essere necessariamente un appassionato di sport per raggiungere Atlantis, è consigliabile essere in condizioni fisiche ragionevolmente buone e non essere troppo inclini alle vertigini. Il caldo soffocante dell'alta stagione non facilita le cose. Il nostro consiglio è di andare al mattino o alla fine della giornata per approfittare delle temperature più fresche, soprattutto perché ci sono poche zone d'ombra sulla penisola. La crema solare e un'abbondante scorta d'acqua sono essenziali. Detto questo, la magia di Atlantide vale lo sforzo e la passeggiata lungo il sentiero offre una vista sublime della costa incontaminata, sufficiente a darvi un po' di coraggio!

Ibiza Stonehenge e le porte segrete

Tramonto, Stonehenge di Ibiza

- © l.lika / Shutterstock

Sulla piccola e appartata insenatura di Cala Llentia, non lontano dall'isolotto di Es Vedrà, nel sud dell'isola, si trova un sito sorprendente. Sul bordo della scogliera, 13 imponenti colonne di basalto si ergono a semicerchio. Al centro si trova la colonna più grande, alta 20 metri e ricoperta d'oro (23 carati!) per riflettere il sole. Ci sono molte credenze che circondano questo sito insolito, che è stato soprannominato la Stonehenge di Ibiza in riferimento alla famosa Stonehenge britannica. Alcuni, nella pura tradizione New Age, sostengono che qui il magnetismo sia particolarmente elevato, altri che il monumento sia stato eretto per guidare gli alieni, dato che il sito è vicino a Es Vedrà dove, secondo la leggenda, sono stati avvistati degli UFO.

In realtà, la Stonehenge di Ibiza è un'opera chiamata "Time and Space", creata dall'artista australiano Andrew Rogers. Questo sito sorprendente diventa semplicemente spettacolare al tramonto, quando il sole scende sul mare e riflette i suoi colori sulle immense colonne. Un momento di pura magia!

Coucher de soleil, Stonehenge d’Ibiza

- © MarcoPachiega / Shutterstock

Non lontano da "l'Espace temps", se si cammina 5 minuti verso est, si trova un altro sito sorprendente, ancora più misterioso perché le sue origini sono ancora sconosciute. In mezzo a una vegetazione lussureggiante, si fronteggiano due enormi porte ornate, separate da un magnifico quadrato di mosaico. Conosciute come "Porte segrete" o "Porte di Cala Llencia", le loro porte sono state purtroppo rubate. Tutto ciò che rimane sono le superbe cornici. A tutt'oggi, il mistero di come siano nate queste porte non è mai stato risolto. Si sa solo che si trovano vicino alla proprietà del fondatore del Cirque du Soleil.

Passo di Cala Llencia

- © vicenfoto / Shutterstock
Ibiza
Booking.com

Petunia, un hotel Beaumier - Solo adulti

Una bella struttura, piena di fascino.
A partire da
366 €
Prenota

La Cueva des Culleram e il culto della dea Tanit

All'estremo nord di Ibiza, sulla cima di una montagna ricoperta di pini che domina la cala di Sant Vicent, si trova la grotta di Culleram, oggetto di grande fascino. La grotta in sé non è particolarmente impressionante, ma è una parte essenziale del patrimonio culturale di Ibiza. Risalente al 425-125 a.C., contiene un santuario punico dedicato al culto della dea Tanit, divinità cartaginese legata alla fertilità e alla fortuna e custode di Ibiza. Nel 1907, nella grotta furono scoperte 600 statuette e un busto di Tanit, che oggi si possono ammirare al Museo Etnografico Puig des Molins (Eivissa).

A Ibiza, la dea Tanit è ancora conosciuta da tutti gli abitanti dell'isola come protettrice dell'isola. Non è raro trovare sue rappresentazioni in terracotta nei mercati artigianali locali. La leggenda narra anche che, dopo essere stata tradita dal suo amante, Tanit si vendicò sciogliendo le coppie appena arrivate sull'isola. Ancora oggi, alcuni credono che la dea abbia il potere di far nascere o fallire le relazioni amorose di chi arriva sull'isola. Quindi è meglio essere nelle sue grazie!

Ingresso alla Cueva des Culleram

- © jotapg / Shutterstock

La Cueva des Culleram è divisa in tre stanze, una delle quali contiene i resti di una cisterna punica. L'area esterna era utilizzata per i sacrifici. La parte centrale, dove si trovava la dea, è una stanza dove venivano depositate le ceneri delle consacrazioni. Gli abitanti di Ibiza sono ancora molto legati a Tanit e continuano a fare regolarmente offerte qui in omaggio alla dea. Se siete fortunati, potete anche imbattervi in gruppi di donne che eseguono cerimonie rituali con canti e tamburi. A Ibiza, il mistico non è mai lontano.

👉 Tutti questi luoghi eccezionali hanno un valore spirituale per molti ibizenchi e per i visitatori, quindi portate rispetto.

Informazioni pratiche

⏰ La grotta è aperta tutti i giorni dalle 10.30 alle 13.30.

L'ingresso è gratuito. L'area circostante offre un sontuoso panorama sulle acque turchesi dell'insenatura di Sant-Vicent.

di Marina Gemma
Hai bisogno di aiuto? Consulta la guida
Ibiza
Ibiza
Ultime notizie
Rio de Janeiro
Raggiungi la cima del Monte Pan di Zucchero
Zurigo
Visita alla chiesa di Grossmünster di Zurigo
Salisburgo
Dove soggiornare a Salisburgo, per una vacanza da sogno
Losanna
Un weekend a Losanna
Tutte le notizie
Città Top