La Basilica di Sant'Ambrogio a Milano, la tradizione lombarda scritta nella pietra

Milano ha un ricco patrimonio culturale. La capitale della moda non attrae solo gli appassionati di moda e di storia, ma vanta anche numerosi monumenti religiosi e altre reliquie del passato. I visitatori affollano la città lombarda per queste attrazioni turistiche, e le cose da fare non mancano. Le chiese sono tra le attrazioni principali della città. Tra queste, la Basilica di Sant'Ambrogio. Un'attività gratuita e facile da fare durante la visita della città lombarda. Questo edificio religioso vanta uno stile architettonico caratteristico basato sui codici italiani. Dal punto di vista artistico, il complesso architettonico è una vera meraviglia. Dal momento in cui si varca il portale dell'ingresso principale, si rimane affascinati dai dettagli in rilievo e dalla minuziosa decorazione. Seguite la guida!

La facciata esterna, l'atrio e le torrette della Basilica di Sant'Ambrogio, Milano, Lombardia, Italia.

- © Claudio Divizia / Shutterstock
Milano

✈️Biglietti aerei per Milano

Biglietti aerei per Milano
A partire da
30 €
Prenota

Sulle orme dei primi cristiani

Questo edificio è uno dei più antichi di Milano. Situato in Piazza S. Ambrogio, rappresenta l'eredità delle epoche paleocristiana e romanica. È considerato il secondo monumento religioso più importante dopo il Duomo. Consacrata da Sant'Ambrogio, aveva lo scopo di ospitare i corpi dei martiri cristiani. Distrutto e ricostruito, l'edificio ha subito varie vicissitudini nel corso della sua vita. Oggi non rimane praticamente nulla della costruzione originale, anche se ha conservato lo stile dell'architettura lombarda.

L'esterno della Basilica di Santambrogio nel centro di Milano, Lombardia, Italia.

- © sergiopazzano / Shutterstock

Complessità architettonica non comune

L'esterno non segue i codici architettonici tradizionali, con due torri che incorniciano l'edificio. Un'altra caratteristica particolare è una loggia decorata con diverse arcate semicircolari sostenute da colonne sormontate da capitelli. Le due torrette esterne non hanno le stesse dimensioni. La più grande, nota come campanile dei canonici, risale al XII secolo, mentre la più piccola, il campanile dei monaci, fu costruita nel IX secolo. L'atmosfera all'esterno contrasta fortemente tra l'oscurità della loggia e la luminosità riflessa sulla facciata della basilica. Una grande opportunità fotografica!

Vue sur la façade de la basilique Sant'ambrogio depuis les arcades, Milan, Lombardie, Italie.

- © Claudio Divizia / Shutterstock

Il complesso architettonico comprende un monastero, un presbiterio, una chiesa e una basilica e adotta una forma longitudinale, caratteristica dei monumenti paleocristiani e dell'arte romanica. A destra dell'ingresso si trova il monastero, con un chiostro progettato dall'architetto Bramante. La facciata della basilica adotta una forma a doppio spiovente all'italiana. Le pareti sono ampie e non presentano particolari rilievi. È composta da due logge, un livello inferiore che incornicia un atrio. Su una delle colonne si trova una scultura in bronzo raffigurante un serpente. Si ritiene che sia il serpente di Mosè che, secondo la leggenda milanese, annuncia la fine del mondo.

Il serpente di Mosè nella Basilica di Sant'Ambrogio a Milano, Lombardia, Italia.

- © ANTONIO TRUZZI / Shutterstock

Le vestigia della santità

All'interno si trovano 3 navate e 3 absidi con diverse cappelle. Le più importanti sono senza dubbio il Sacello di San Vittore, la Cappella del Sacro Cuore, la Cappella dei Santi Bartolomeo e Satiro, la Cappella della Deposizione e la Cappella di San Giorgio. L'enorme coro è sormontato da una cupola. Sotto il pulpito si trova il sarcofago di Stilicone, i cui bassorilievi raffigurano scene bibliche. Nella cripta si trovano i resti di santi come gli scheletri di Sant'Ambrogio, San Gervasio e San Protasio.

L'architettura interna della Cattedrale di Sant'Ambrogio a Milano, Lombardia, Italia.

- © Dragos Asaftei / Shutterstock

Cosa fare per evitarlo

La colonna del diavolo

La colonna di marmo del Cipollino si trova a sinistra della basilica. Le sue origini rimangono oscure e i visitatori si interrogano sul suo stile particolare rispetto agli edifici vicini. Secondo la leggenda, Sant'Ambrogio si imbatté nel diavolo durante una passeggiata mattutina. Questi cercò di corromperla e ne scaturì una feroce battaglia tra i due protagonisti. Il santo cacciò con violenza la forza satanica nella pietra segnata dalle due corna, ancora oggi visibili. Anime sensibili per favore!

Il Tempio della Vittoria

Conosciuto anche come monumento ai caduti, è un memoriale dedicato ai milanesi caduti in guerra, proprio accanto alla chiesa. È di forma ottagonale e realizzato in marmo bianco. I lati del mausoleo sono rivolti in direzione delle varie porte della città, in ricordo dei soldati che lasciarono la città per i campi di battaglia.

Dove mangiare?

Per gli amanti della carne, consigliamo l'Osteria la Carbonaia, una tipica osteria fondata da Enrico Giuntoni, la cui specialità è la carne alla T-bone presentata in varie forme e cotta alla perfezione. Altre specialità, come la pasta alla carbonaia (ricetta tipica della casa) e i maccheroni fatti in casa, sono presenti nel menu di questo delizioso ristorante.

Dove dormire?

B&B Hotel Milano Sant'Ambrogio Milano
Booking.com

B&B Hotel Milano Sant'Ambrogio

A pochi metri dalla Basilica di Sant'Ambrogio, questo hotel a 3 stelle offre camere graziose e confortevoli.
8.4 Molto buono
A partire da
134 € / notte
Prenota

📍Come ci si arriva?

A piedi: ci vogliono circa venti minuti a piedi da Piazza Duomo.

In autobus: linea 2, fermata S. Ambrogio

👛Prezzo:

L'accesso all'edificio è completamente gratuito. Non è necessaria la prenotazione.

👉 Accessibilità:

È stata installata una rampa per i disabili in sedia a rotelle e all'esterno dell'edificio è presente una segnaletica sensoriale per chi soffre di sordità o cecità.

⏰Orari di apertura :

Aperto dal lunedì al sabato

10.00 - 12.00 14.30 - 19.00

Chiusure eccezionali :

7 aprile 2023: dalle 12.30 alle 19.30

14 maggio 2023: dalle 10.00 alle 18.00

11 giugno 2023: dalle 9.00 alle 15.00

11 novembre 2023: dalle 10.00 alle 17.00

6-7-8 dicembre 2023: dalle ore 17.00

Per ulteriori informazioni, visitare il sito web del complesso monumentale.

di Gessica Iacono
Hai bisogno di aiuto? Consulta la guida
Milano
Milano
Ultime notizie
Rio de Janeiro
Raggiungi la cima del Monte Pan di Zucchero
Zurigo
Visita alla chiesa di Grossmünster di Zurigo
Salisburgo
Dove soggiornare a Salisburgo, per una vacanza da sogno
Losanna
Un weekend a Losanna
Tutte le notizie
Zone turistiche di alto livello