Visitare l'iconico Manneken Pis a Bruxelles

Gli aggettivi "strampalato", "sfacciato" e "stravagante" descrivono al meglio l'umorismo belga. Tratto caratteriale apprezzato dagli stranieri, i belgi, e in particolare gli abitanti di Bruxelles, sono schietti nel loro umorismo autoironico. Così, quando i turisti si recano in uno dei monumenti più visitati del Paese e si trovano di fronte a una statua di 55 centimetri raffigurante un bambino che fa pipì, sono spesso colti di sorpresa. Può sembrare una barzelletta belga, ma cosa c'è di più bruxellese del Manneken Pis? Questo irriverente ragazzino si nasconde nel cuore della città vecchia. Derubata, danneggiata e restaurata, la statuetta che è l'orgoglio del Paese è al suo posto da diversi secoli. Su di essa circolano molte leggende, ognuna delle quali aggiunge uno strato di mistero e interesse a questo monumento iconico unico al mondo.

© Filippo Arena / Shutterstock
Belgio

✈️Biglietti aerei per il Belgio

Biglietti aerei per il Belgio
A partire da
30 €
Prenota

Attirando migliaia di visitatori ogni anno, il Manneken Pis, letteralmente "ragazzo che fa la pipì " a Bruxelles, è un testimone diretto del folklore belga. Una piccola statua di bronzo alta appena 55,5 centimetri (61 centimetri con la base), che si trova orgogliosamente nel cuore della città, a pochi passi dalla Grand-Place. Il bambino che fa pipì è ironicamente uno dei monumenti più famosi e popolari del Belgio. La statua presente è una copia dell'originale, conservata con cura nel Museo della Città di Bruxelles, a soli 400 metri di distanza. Così emblematico eppure così ridicolmente piccolo, il bambino che fa pipì è l'incarnazione stessa dell'umorismo di Bruxelles, "la zwanze".

Dove alloggiare vicino alla Grand-Place di Bruxelles

LATROUPE Grand Place Hostel

LATROUPE Grand Place Hostel Bruxelles
Booking.com

LATROUPE Grand Place Hostel

Situato in una posizione ideale nel centro di Bruxelles, il LATROUPE Grand Place Hostel offre una colazione a buffet e la connessione Wi-Fi gratuita in tutte le sue camere.
8.6 Superbo
A partire da
189 € / notte
Prenota

Vista di profilo del Manneken Pis a Bruxelles, in Belgio.

- © Artography / Shutterstock

la storia del bambino che fa la pipì

La prima menzione del Manneken Pis risale al 1451. Un testo amministrativo descrive la statua. Tuttavia, questo testo è stato confuso con un altro che si riferiva alla statua come "la fontana del piccolo Julien ". In effetti, il Manneken Pis è spesso soprannominato "il piccolo Julien", anche se a torto. Fin dai primi giorni, la fontana ha svolto un ruolo importante nella distribuzione dell'acqua potabile. Era collocata lungo la rue du Chêne e si trovava su una colonna che versava l'acqua in una vasca sottostante. L'unica rappresentazione di questa statua si trova in un dipinto del 1615 di Denis Van Alsloot, un pittore belga. Esistono diverse teorie sull'origine del Manneken Pis, ma la leggenda più diffusa vuole che un bambino abbia salvato la città fermando una sorgente d'acqua che minacciava di distruggere le fortificazioni di Bruxelles, urinando sulle scintille di un incendio.

Primo piano del Manneken Pis, la statua simbolo della città di Bruxelles, in Belgio.

- © Sergii Figurnyi / Shutterstock

Nel 1619 fu commissionata una nuova versione in bronzo, realizzata dallo scultore Jérôme Duquesnoy l'Ancien. Fu installata nel 1620, contemporaneamente alla ristrutturazione della colonna e dei bacini d'acqua. La fontana non era più sulla strada pubblica, ma protetta in una nicchia all'angolo tra Rue du Chêne e Rue de l'Étuve. Nel 1770, la statuetta fu integrata in una decorazione rocaille presa da varie fontane di Bruxelles. Ora, alloggiata in una sorta di teca, dava un'impressione ancora più piccola. Nel 1855, la fontana fu protetta da un cancello per impedire l'accesso all'acqua, poiché la città di Bruxelles aveva reso possibile la distribuzione di acqua potabile nelle case dei cittadini.

Manneken Pis , la statua emblematica di Bruxelles, in Belgio.

- © Alina Zamogilnykh / Shutterstock

La statua ambita e danneggiata

Nel corso dei secoli, il Manneken Pis è stato danneggiato e rubato in diverse occasioni, ma è stato anche restaurato e protetto dalla popolazione di Bruxelles. Nel 1695, tuttavia, fu risparmiato dai bombardamenti francesi che assalirono la città. Fu allora scritto un testo in onore del Manneken Pis, in cui si affermava che era diventato "un oggetto di gloria apprezzato da tutti e rinomato in tutto il mondo". E così, per la prima volta, divenne il simbolo dei belgi, con tutto il suo umorismo irriverente e sarcastico. Si dice che dopo i bombardamenti, la città di Bruxelles abbia posto sopra la sua testa un'iscrizione tratta dalla Bibbia: "Il Signore mi ha innalzato su un piedistallo di pietra, e ora io alzerò la testa sopra i miei nemici". Da allora, il Manneken Pis è diventato un simbolo dell'identità di Bruxelles. Incarna lo spirito indipendente e un po' provocatorio della città ed è spesso visto come un simbolo diindividualità e libertà.

La statua del Manneken Pis adornata di fiori in primavera, Bruxelles, Belgio.

- © Hit1912 / Shutterstock

La statua è stata rubata o ha tentato di essere rubata più volte nel corso dei secoli. Ma è sempre stata ritrovata. Nel 1965 fu rotta e strappata, lasciando solo i piedi sulla base. Per un anno la statuetta non fu trovata. Poi, nel 1966, la rivista De Post di Anversa ricevette una telefonata anonima in cui si diceva che il Manneken Pis si trovava nel canale di Charleroi. I sommozzatori lo trovarono effettivamente sul fondo del canale. Restaurata, la statuetta è oggi conservata nel museo della città, situato nel cuore della Casa del Re, a pochi passi di distanza. Quindi si tratta di una replica.

Il Manneken Pis è noto anche per i suoi numerosi abiti, spesso decorati in occasione di feste nazionali ed eventi speciali. Tra i costumi più famosi ci sono il costume militare, il costume da diplomatico e il costume natalizio. Infine, sapevate che il Manneken Pis non era l'unica piccola statua di bronzo della città. È anche associato a Jeanneke Pis, che rappresenta una bambina che urina. Una versione femminile e molto più moderna, che si trova nell'impasse de la Fidélité di Bruxelles. Una strada molto conosciuta della capitale, dove la birra scorre liberamente nei bar. Anche Zinneke, un cane in bronzo, si trova a Bruxelles, mentre una statua simile, chiamata Het Zinneke, rappresenta un cane che urina in città.

Manneken Pis in costume, Bruxelles, Belgio.

- © Sergey Rybin / Shutterstock
Hai bisogno di aiuto? Consulta la guida
Bruxelles
Bruxelles
Ultime notizie
Lima
Visita romantica al Parco dell'Amore di Lima
Lille
I nostri 10 hotel preferiti nel centro storico di Lilla
New Orleans
Gastronomia e New Orleans, un affare serio!
Ginevra
Visitare la Victoria Hall
Tutte le notizie
Zone turistiche di alto livello