© Andrey Khrobostov / 123RF
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Auto
  • Vacanze
Voli Genova Nuova Delhi

Per salire a bordo di un volo Genova Nuova Delhi ci si deve recare presso l'aeroporto di Genova. Il servizio Amt "Volabus" permette il trasporto dei passeggeri verso l'aeroporto dalle stazioni ferroviarie di Genova Piazza Principe e Genova Brignole. In alternativa, l'aeroporto può essere raggiunto in taxi o in auto, infatti, l'aeroporto è direttamente collegato alla viabilità urbana e all'autostrada.

I voli per Nuova Delhi da Genova prevedono di norma almeno due scali e seguono il seguente itinerario: un primo volo Genova - Parigi con la compagnia aerea Air France, un secondo volo Parigi - Mumbai con compagnia Jet Airways e un terzo volo Mumbai - Nuova Delhi con la stessa compagnia. Altre compagnie aeree effettuano voli Genova Nuova Delhi e si possono trovare delle offerte convenienti anche per voli Genova Nuova Delhi low cost specialmente se si decide di effettuare più scali intermedi. All'aeroporto Internazionale di Nuova Delhi sono disponibili molteplici mezzi di trasporto: dalla metro, al pullman, al treno, al taxi.

Voli economici sulla tratta Genova - Nuova Delhi 

Per viaggiare spendendo poco tra Genova e Nuova Delhi  Easyviaggio mette a tua disposizione l’andamento delle tariffe per i voli sulla tratta Genova - Nuova Delhi . Questi dati ti permetteranno di analizzare la tratta tra Genova - Nuova Delhi trovando la tariffa più bassa rispetto alla data di partenza prevista.

I motivi per partire Nuova Delhi 1 I giardini di Lodhi.

I giardini sono stati creati al posto di un povero villaggio i cui abitanti furono fatti trasferire altrove. All'interno si trovano monumenti dell'epoca dei Lodhi, una dinastia afgana di credo musulmano che governò in India durante il XVI secolo.

2 Palazzo presidenziale.

E' il più grande palazzo presidenziale del mondo. Prima dell'indipendenza dell'India era la residenza dei vice re britannici. Il palazzo è circondato da meravigliosi giardini di stile moghul e da grandi roseti.

3 India Gate.

Ispirato all'Arco di Trionfo di Parigi e all'Arco di Tito sito in Roma, è sorto per commemorare i soldati dell'Esercito dell'India Britannica che persero la vita durante la Prima Guerra Mondiale. Sotto l'arco si trova la tomba del milite ignoto.

4 Yantra Mandir.

Si tratta di un osservatorio astronomico costruito nel 1719 che serviva a scrutare il cielo alla ricerca di segni divinatori o periodi propizi per la celebrazione di feste religiose o per regolare la vita privata degli individui.

5 Taj Mahal.

Questo mausoleo, costruito nel 1632 per volontà dell'imperatore moghul Shah Jahan in memoria della moglie, è una delle sette meraviglie del mondo, nonché una delle migliori opere dell'architettura musulmana.

Formalità e visti India

I turisti devono munirsi di passaporto, la cui validità residua sia di almeno sei mesi, e di apposito visto turistico, valido 6 mesi dalla data di emissione. Per ottenere il visto è necessario recarsi presso gli uffici diplomatico-consolari dislocati sul territorio italiano. Le autorità indiane, infatti, non rilasciano visti al momento dell'entrata nel paese.

A Nuova Delhi le lancette dell'orologio sono avanti di 5 ore rispetto all'Italia.

La valuta indiana è la rupia ed è necessario effettuare il cambio una volta superata la dogana, perché i turisti non possono varcare i confini della nazione portando con sé le rupie. Per ragioni di praticità è consentito l'uso della carta di credito.