• Vaticano
    © iStockphoto.com / Sergey Borisov
1      
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Arte e religione: benvenuti in Vaticano

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica Profilo
Andate a Roma, in piazza San Pietro: siete arrivati. Continuate a camminare per 700 metri circa: siete usciti. Il Vaticano, il più piccolo stato del mondo, ha un'ampiezza geografica di una tenuta di campagna, ma possiede una notorietà spirituale unica nel mondo cristiano. I turisti atei potranno "consolarsi" con i meravigliosi affreschi di Michelangelo, che ornano la Cappella Sistina.

Guida di viaggio

Sembra quasi scontato dirlo, ma parlando del Vaticano è chiaro che abbiamo a che fare con un Paese fuori dal comune, con un patrimonio artistico ineguagliabile. Tanto per iniziare, la basilica di San Pietro e la sua immensa piazza antistante, centro principale delle attenzioni turistiche. La basilica non è la più grande chiesa cristiana del mondo, superata in dimensioni da quella di Yamoussoukro, in Costa d'Avorio, ma è certamente la più celebre e famosa. Qui potrete ammirare due delle opere più conosciute di Michelangelo, la straordinaria Pietà e il progetto iniziale della cupola, conosciuta dai romani amichevolmente come "cupolone".

Passando oltre, come non citare i meravigliosi palazzi vaticani, dove vengono ospitati i celebri Musei Vaticani ? Piccole meraviglie di storia ed architettura (non dimenticate di vedere la scala Simonetti e quella a chiocciola realizzata da Bramante!), anch'essi racchiudono inestimabili capolavori e opere artistiche.

Oltre alla volta della Cappella Sistina affrescata da Michelangelo, forse l'opera artistica più celebre del Vaticano, il visitatore non dovrà mancare la maestosa Galleria delle carte geografiche, la stupefacente collezione di statue antiche del museo Pio-Clementino.

Non tutto lo sanno, ma i principali tesori del Vaticano sono costituiti dalle antichità egiziane, assire, etrusce e greco-romane contenute nei Musei. Inoltre, come dimenticare le tele dipinte e le magnifiche sculture di maestri come Raffaello, Tiziano e Leonardo da Vinci? Nel tourpontificio non vanno scordati, infine, i palazzi usati essenzialmente dagli ambasciatori e i grandi Giardini Vaticani, che coprono una buona metà del territorio pontificio.

Uno Stato, dunque, molto piccolo, che si estende per appena 0,44 km quadrati, che però si estendono fino a 10 km quadrati se si includono tutte le possessioni "extra territoriali" ad esso collegate. Tra queste, tre basiliche, una chiesa, una congregazione, un vicariato, un collegio (e tutto questo all'interno di Roma), oltre alle ville pontificie di Castel Gandolfo, che si trovano 24 km a sud di Roma.

Il rione di Roma detto Borgo comprende anche Castel Sant'Angelo e una cinquantina di case situate da una parte e dall'altra di via della Conciliazione, che collega in linea retta piazza San Pietro al castello. Questa via fu realizzata nel 1936, dopo la stipula dei Patti Lateranensi, che diedero vita alla Città del Vaticano dopo la conciliazione tra lo Stato italiano e la Chiesa pontificia.

I consigli della redazione

La scoperta della bellezza e della ricchezza del Vaticano è aperta a tutti, non solo ai credenti o ai praticanti. Non dimenticate, però, che entrate in una città santa. Di conseguenza, cercate di vestirvi con un abbigliamento decente. Evitati i pantaloncini, le gonne troppo corte, gli abiti scollati e le spalle nude. In caso contrario, rischierete di essere rifiutati all'ingresso di alcuni edifici, come la basilica di San Pietro.

Un elemento fondamentale da sapere per il turista è che se l'accesso ai Musei Vaticani e alla basilica è libero, bisognerà imperativamente fare domanda all'ufficio informazioni per poter visitare il resto del sito con una guida. E che viene organizzata una sola visita al giorno.

Come detto, la città papale è eccezionalmente ricca di musei e di luoghi culturali di ogni genere. Tuttavia, il Vaticano rimane, principalmente, un luogo di raggruppamento religioso. Se assisterete alle benedizioni papali, a prescindere da quali siano le vostre credenze, vivrete in ogni caso un'esperienza unica, in un'atmosfera di comunione con altre 150.000 persone.

Durante la stagione invernale (dal 1° ottobre al 31 marzo) la basilica di San Pietro apre dalle ore 7 alle 18:30. Durante quella estiva (dal 1° aprile al 30 settembre) gli orari vanno dalle 7 alle 19. Anche se per qualcuno sembrerà scontato, è consigliabile recarsi presto alla chiesa, in modo da poterla approfondire il maniera più calma e rilassata.

I Musei Vaticani chiudono presto (alle 16:45 durante l'estate) e nei giorni delle celebrazioni religiose, certe parti dei musei possono rimanere chiuse. In caso di vostra visita alle bellezze del Vaticano, vi consigliamo di consultare prima il calendario liturgico e poi di evitare di perdere troppo tempo in visite preliminari.

I più

  • +Approfittate della visita al Vaticano per scoprire la ricchezza storica e la varietà del patrimonio di Roma.
  • +Il Vaticano e Roma sono località storiche piacevoli che si attraversano facilmente a piedi, grazie alla vicinanza dei monumenti.

I meno

  • -La scoperta del Vaticano e dei suoi tesori, in mezzo a una folla di turisti, è in contrapposizione con l'aspetto mistico della religione ed il raccoglimento che alcune persone amano ritrovare.
  • -I musei del Vaticano sono aperti solo la mattina fino alle ore 13:45, talvolta 15:45, a seconda della stagione. Sono chiusi durante le feste religiose e la domenica, salvo l'ultima domenica del mese.

Tradizioni

Le guardie svizzere, con la loro uniforme in seta a strisce larghe blu, rosso e giallo scuro, rappresentano di certo la tradizione più colorata del Vaticano. Incaricata della protezione del papa fin dal 1506, la Guardia svizzera rappresenta nel contempo il più piccolo e il più anziano corpo armato del mondo ancora in attività.

Tradizionalmente, tra le 10 e le 12 di ogni mercoledì, si tiene un'udienza papale in piazza San Pietro. Per assistervi, è necessario prima richiedere un biglietto alla prefettura della casa pontificia (gratuito) ed è consigliabile presentarsi abbastanza presto, al più tardi alle 8:30. Arrivando dopo, infatti, il rischio è quello di rimanere imbottigliati tra la calca di folla e i controlli di sicurezza che vanno superati.

Per partecipare all'Angelus, che si tiene ogni domenica alle 12 sempre in Piazza San Pietro, non bisogna prendere nessun biglietto. In questa occasione, la folla si raduna per essere benedetta dal papa. Per conoscere il calendario degli eventi annuali presieduti dal papa basta consultare qui.

Gastronomia

Inutile fare troppe discussioni, la cucina del Vaticano, di fatto, è quella di Roma. Iniziate con gli antipasti oppure con un bel buffet composto da salumi e pesci marinati, il tutto accompagnato da un'insalata. Tra le specialità locali, degustate le fettuccine, gli gnocchi alla romana (fatti con semola a cui vengono aggiunti latte e uova), i saltimbocca alla romana (scaloppine di vitello farcite con prosciutto e salvia) e l'abbacchio (agnello da latte cotto alla brace o alla cacciatora).

Accompagnate i piatti con verdura come le puntarelle (insalata cicoria condita con aglio ed acciughe) ed i carciofi tipici del Lazio. Assaggiate i formaggi laziali e romani tradizionali, come il caciocavallo, il pecorino e la ricotta. Un soggiorno in Vaticano, per un turista straniero, può diventare l'occasione per gustare tutti i piaceri, sia quelli grandi sia quelli piccoli, della tavola italiana.

Souvenirs e artigianato

In stretto rapporto con la visita al Vaticano troverete numerosi souvenir ed oggetti religiosi. Completate la vostra biblioteca personale con qualche libro ben rilegato o in brossura. Portate a casa gioielli di lusso o fantasia e bei cappelli, e lasciatevi sedurre dall'alta moda e dal quartiere della moda, vicino a piazza di Spagna.

Nelle viuzze romane, entrate negli affascinanti negozi di artigianato e di antiquariato, come quelli di via dei Cappellari. Nel centro storico di Roma, unite l'utile al dilettevole: andate per negozi visitando il quartiere medievale o rinascimentale. Inoltratevi nei mercati alimentari molto vivaci.

I negozi di Roma sono aperti dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:30 alle ore 19:30 (dalle ore 16:00 alle ore 20:00 d'estate). I grandi centri commerciali non chiudono all'ora di pranzo e, talvolta, restano aperti anche la domenica mattina.

Vaticano : Scopri le nostre città