• Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti

Tunisi, il punto di partenza per viaggiare in Tunisia

  • Tunisi, è innanzitutto la sua medina, le sue moschee, il suo suk dalle viuzze strette 

e colorate. Ma si può anche raggiungere piacevoli spiagge in meno di 

mezz'ora, così come scoprire i siti più importanti della costa settentrionale: il

villaggio di Sidi Bou Said, meritatamente rinomato per la sua architettura tradizionale,

le sue porte in legno chiodato ed i suoi affascinanti caffé moreschi. ...
    © Alamer / age fotostock
  • Capitale della Tunisia, Tunisi è ricca di musei, moschee, suk, oltre a siti archeologici in periferia.
    © Alamer / age fotostock
  • La Medina di Tunisi è stata classificata patrimonio mondiale dall'Unesco nel 1979.
    © Alamer / age fotostock
  • Il Museo Nazionale di Bardo espone dei reperti archeologici che testimoniano la ricca storia tunisina.
    © Alamer / age fotostock
  • Con oltre 728.000 abitanti, Tunisi è di gran lunga la città più popolata della Tunisia.
    © Alamer / age fotostock
  • Costruita nel 698, la grande moschea Jama ez-Zitouna è il luogo di culto principale della città di Tunisi.
    © Alamer / age fotostock
  • La città di Tunisi, considerata una base militare importante sin dalla sua costruzione, era circondata da una cinta muraria di pietra che fu pesantemente distrutta nel corso del Medioevo.
    © Alamer / age fotostock
Paola Kim Simonelli
Paola Kim Simonelli Esperto della destinazione Tunisia

Tunisi, è innanzitutto la sua medina, le sue moschee, il suo suk dalle viuzze strette e colorate. Ma si può anche raggiungere piacevoli spiagge in meno di mezz'ora, così come scoprire i siti più importanti della costa settentrionale: il villaggio di Sidi Bou Said, meritatamente rinomato per la sua architettura tradizionale, le sue porte in legno chiodato ed i suoi affascinanti caffé moreschi. Non si può nemmeno perdere la visita delle rovine di Cartagine per l'atmosfera che si respira e la loro dimensione culturale di primo piano.

Anche se la medina di Tunisi dà l'impressione di essere un vero e proprio labirinto, ci si orienta rapidamente grazie al minareto della Grande Moschea, situata al centro. Le viuzze ed i passaggi coperti sono disposti attorno. Generalmente, si avanza seguendo il flusso dei passeggiatori, poichè le vie sono abbastanza strette. Ma è un piacere avanzare tra i sacchi di spezie, le bancarelle di tessuti, i pouf in pelle e le ceramiche. Sarete tentati da molti oggetti!

Nella medina, ci si orienta grazie al minareto della Grande Moschea (o moschea Jamaa ez Zitouna), che si trova al centro delle viuzze coperte. Per godere di una vista panoramica sulla città anitca, chiedete di accedere alla terrazza di una delle boutique del souk.

Sempre nella medina, per pranzare o cenare ad una buona tavola, ricordate due indirizzi: il Dar El Jeld, situato nella via omonima, ed il Dar Bel Hadj, rue des Tamis. Due edifici che offrono un'attmosfera caratteristica ed una cucina raffinata a prezzi ragionevoli.

Trovate un volo per Tunisi ad un prezzo migliore grazie al nostro buzz !

Tunisi : cosa fare ?

Un'escrusione al villaggio di Sidi Bou Said, 20 km a nord est di Tunisi Le sue case sono state costruite sulle pendici del djebel Manâr (montagna del Faro) che si immerge a strapiombo nel mare, su un'altezza di 130 m. Sidi Bou Said è interamente composta da ville bianche dalle porte blu chiodate. Una piccola meraviglia da scoprire al mattino presto (se possibile prima delle ore 10:00), quando le strade sono ancora deserte..

L'antico sito di Cartagine. Città fiorente all'epoca punica, Cartagine fu distrutta dai romani nel II secolo a.c. Gli scavi hanno riportato alla luce importanti ville dai pavimenti coperti di mosaici. Un anfiteatro si trova altresì sulla cima della collina. Gli scavi hanno rilevato importanti collezioni di antichità che si trovano riunite nel museo del sito: statue, gioielli, lampade, avori scolpiti e vasi in ceramica.

  • L'eredità culturale.
  • Spiagge conservate.
  • Un'attrezzatura alberghiera di qualità.
  • Siti turistici invasi in alta stagione.
  • Poca scelta per i piccoli budget.

Tunisi : cosa visitare ?

Le rive

Le arti e la cultura

Promemoria

L'inverno a Tunisi, piove... Evitare gennaio-febbraio per questa ragione. O, almeno, venite a fare shopping, ad assistere ad un festival, a visitare gallerie d'arte. La regione di Tunisi è anche un buon punto di partenza per scoprire la Kroumirie (siti antichi e litorale).

Da evitare

Circolare in auto a Tunisi. Durante le ore di punta, ci metterete lo stesso tempo che andare a piedi. La capitale ed i suoi dintorni sono sufficientemente ben serviti dai mezzi di trasporto pubblici: l'auto, quindi non è indispensabile.

Tunisi : cosa mangiare?

Couscous (al pollo o all'agnello), la specialità nazionale. Assaggiate anche le altre ricette del paese: dita di Fatima (pasta sfoglia farcita di bianco di pollo, patate e capperi), tajine (frittelle di carne ed alle patate), brick (triangolo di pasta ripiena di tonno e di un uovo mezzo cotto). Dal punto di vista della buona tavola a Tunisi, ricordate due indirizzi: il Dar El Jeld, situato nell'omonima via, ed il Dar Bel Hadj, rue des Tamis. Prezzi ragionevoli ed ambiente curato nella medina.

Tunisi : che cosa comprare ?

Tutto l'artigianato del paese - ferro battuto, ceramiche berbere, lampade, vasi ed oggetti decorativi in vetro soffiato, tappeti, vassoi da tavola a mosaico, tappeti (da appendere al muro o posare sul pavimento). Le coste di Cartagine (regione di Gammarth e Sidi Bou Saïd) abbondano inoltre di laboratori artistici in cui si possono ammirare pezzi unici, pitture e sculture. Per farvi l'occhio, vedete le collezioni private degli hotel The Residence e della catena Hasdrubal.

Altrove nel mondo
Tunisia : Motore di ricerca Vacanze
  • Vacanze
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto