• Connettiti
  • Sri Lanka
    © iStockphoto.com / Peoplesphotos
  • Sri Lanka
    © iStockphoto.com / Pius99
1      
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Sri Lanka, in mezzo a té e pietre preziose

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica
Un piccolo assaggio d'India su un'isola dal carattere generoso e forte, ecco cosa può riservarvi un viaggio in Sri Lanka. Questo Paese, a lungo dimenticato dai turisti, è tornato in auge presso tutti gli amanti della natura, degli hotel di lusso e... del té, ovviamente!

Guida di viaggio

Eelam prima, Serendib poi, Ceylon fino al 1972: lo Sri Lanka ha cambiato tanti nomi nel corso dei secoli, ma rimane sempre un luogo meraviglioso, con una natura rigogliosa ed opere architettoniche mozzafiato. Dalle piantagioni di té nella giungla alle spiagge bianche, dai templi agli scavi archeologici, il territorio cingalese è in grado di soddisfare una miriade di esigenze diverse. Qui escursionisti, scalatori e appassionati di archeologia troveranno una meta ideale, che permetterà loro di abbinare buone dosi di avventura a un po' di sano relax.

Le bellezze naturali che potrete ammirare in Sri Lanka sono varie e innumerevoli. Tra queste, una delle più celebri è la roccia di Sigirya, appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di antichità. Si tratta di un'imponente roccia situata in un importante sito archeologico risalente al V secolo, da molti considerato l' "ottava meraviglia del mondo" e che è stato riconosciuto patrimonio mondiale dell'Umanità dell'UNESCO nel 1982. Sulla roccia sono ancora presenti degli affreschi e delle antiche incisioni, in quello che era una volta il luogo di residenza del re Kassapa.

Un soggiorno in Sri Lanka offre anche la possibilità di gustare le numerose spezie sul territorio, su tutte la cannella, che è originaria proprio dell'ex Ceylon. Inoltre, qui potrete trovare magnifiche pietre preziose a prezzi ridotti (anche se le più belle vengono selezionate e vendute ai gioiellieri europei) e collezionare i ricordi più belli, quelli legati al paesaggio naturale. In Sri Lanka si possono infatti incontrare moltissimi animali, tra i quali maestosi elefanti, ospitati anche in numerose riserve, meravigliose tartarughe marine e delfini.

Anche se la guerra, conclusasi nel 2009 e il devastante tsunami del 2004 sulla costa meridionale del Paese hanno colpito fortemente la popolazione cingalese, ogni anno i turisti di questo territorio aumentano sempre di più. Non solo amanti della natura, ma anche del lusso, come dimostrano i numerosi resort a quattro stelle sorti negli ultimi anni, a riprova del fatto che lo Sri Lanka rimane sempre una delle destinazione più belle di tutta l'Asia.

I consigli della redazione

Anche se gli scontri armati, sviluppatasi fin dagli anni '80, tra i militari e le "tigri Tamil" nel nord e nell'est dell'isola si sono notevolmente ridotti, tali regioni non sono che al debutto del loro sviluppo turistico. Le infrastrutture e gli hotel, pertanto, sono ancora poco numerosi e attrativi per i principali tour operators.

Tra senso di marcia a sinistra (lo Sri Lanka è pur sempre stato una colonia inglese!), sorpassi nelle curve, cartelli stradali il più delle volte incomprensibili e numerosi animali sulle strade, è meglio non avventurarsi con un veicolo locale. Il nostro consiglio è quello di preferire un'auto condotta da un guidatore del posto.

Lo Sri Lanka ha un territorio molto vario, che va dalle coste occidentali e meridionali alle montagne concentrate nel centro dell'isola. La migliore stagione per scoprire le prime è quella secca, che va da dicembre a marzo, mentre per approfondire le seconde e la costa orientale è meglio andare nella stagione dei monsoni, periodo da maggio a settembre.

Anche se si trova in una zona del mondo dal clima tropicale, c'è una grande differenza di temperatura tra il bordo del mare e i rilievi interni più importanti. Ad esempio, l'ascensione notturna della vetta di Adam, posto a 2243 metri di altezza, vi costringerà a portarvi un buon maglione, se non volete rimanere congelati una volta in cima. Discorso simile per le serate che trascorrerete in mezzo alle piantagioni di té, dove le temperature scendono rapidamente di diversi gradi.

Se vi lasciate tentare dall'acquisto di pietre preziose, evitate i procacciatori di clienti e non comprate mai per strada, bensì nei negozi autorizzati. In genere, è meglio farsi accompagnare da uno specialista di pietre per evitare le truffe. Conservate la fattura per l'esportazione e le dogane.

Da sapere anche che lo Sri Lanka esporta "ufficialmente" pietre preziose false. I rubini possono essere confusi con i granati, anch'essi di colore rosso scuro. Se il topazio che vi viene offerto è economico, allora probabilmente siete di fronte a un quarzo. L'acquamarina non deve essere scambiata per uno smeraldo. Lo zaffiro dello Sri Lanka è generalmente di un azzurro chiaro, mentre il valore del rubino è proporzionale all'intensità del suo colore rosso.

I più

  • +La ricchezza del patrimonio culturale.
  • +I paesaggi
  • +L'artigianato.
  • +La gastronomia

I meno

  • -Gli spostamenti in autobus non sempre comodi
  • -I prezzi non proprio economici dei suoi alberghi e guesthouse

Tradizioni

Le tradizioni cingalesi girano tutte intorno alle due religioni dominanti, ossia buddhismo (che raggruppa il 69 % dei locali) e induismo. Entrambe le fedi predicano la tolleranza. L'occidentale deve, in ogni caso, evitare abbigliamenti provocanti, atteggiamenti nervosi o impazienti che possano dare scandalo.

Il cingalese tollera poco gli sbalzi d'umore, per cui mantenere la calma diventa una regola d'oro. Non dimenticate di togliervi le scarpe e il cappello prima di entrare in un tempio. Molto importante, infine, un dettaglio religioso: non fatevi fotografare dinanzi a una statua o a una rappresentazione di Buddha. I culti religiosi sono praticati con entusiasmo e misticismo.

Gastronomia

Il piatto nazionale dello Sri Lanka è il rice and curry, piuttosto speziato: in tavola viene servita una moltitudine di piccoli piatti, deliziosamente conditi e accompagnati con sambol (cocco grattugiato e con peperoncino), chutney (marmellata di frutta aromatizzata) e papadam (tipo di cialda a base di fagioli). Un altro piatto tipico è il biriyani, composto da riso che viene mescolato con carne di pecora o di pollo.

I frutti tropicali sono che troverete in Sri Lanka sono deliziosi e numerosi: tra questi, ananas, banane, noci di cocco, papaie, guave, melagrane, rambutan, frutti della passione... La bevanda nazionale cingalese è, ovviamente, il . I locali sono soliti berlo fortissimo e molto zuccherato, con o senza latte. Attenzione, però: le foglie migliori vengono conservate per l'esportazione e gli hotel servono generalmente una bevanda di qualità mediocre. La birra locale, servita in bottiglia grande, è eccellente.

Il miglior ristorante di pesci e di frutti di mare di Colombo è il famosissimo Beach Wadiya, a Railways Avenue. In Sri Lanka si degusta anche dell'ottimo street food. Maggiori dettagli sono consultabili sull'articolo dedicato: kattu, roti e samosa.

Indice di confort meteo

Scopri le previsioni meteo settimanali di Sri Lanka . I diversi criteri climatici utilizzati ci permettono di suggerire con precisione il miglior periodo per partire a Sri Lanka . Gli indici temperatura, pioggia, abbronzatura o ancora l'indice vento vi permetteranno, grazie ad un indice meteo globale, di scegliere tra le attività che più si adattano alle condizioni climatiche previste per il periodo selezionato e in tal modo, godere a pieno delle proprie vacanze a Sri Lanka .

marzo

  • Galle e dintorni flecheStagne 51/100 Sufficiente
  • Bentota flecheStagne 49/100 Sufficiente
  • Colombo flecheStagne 48/100 Sufficiente
Vedi tutte le località meteo

Souvenirs e artigianato

L'artigianato cingalese è di ottima qualità: oggetti in legno scolpito, maschere variopinte, vasellame, cesti in vimini, batik fabbricati all'antica, tovaglie ricamate a Galle. Evitate di comprare articoli di tartaruga e oggetti in avorio. Del resto la loro esportazione è vietata.

I negozi aprono cingalesi tra le ore 8:00 e le ore 9:30 e chiudono a partire dalle ore 17:00. A Colombo gli empori e i centri commerciali sono aperti fino alle ore 19:00. Infine non dimenticate di far provvista di tè e di spezie, due delle specialità locali più rinomate. Non soltanto sono economici, ma anche di eccellente qualità.

Attrazioni turistiche

La vetta di Adam , Picco di Adamo, Sri Lanka , Sri Lanka
La vetta di Adam
La roccia di Sigiriya , Sigiriya, Sri Lanka , Sri Lanka
La roccia di Sigiriya
Le piantagioni di tè , Le piantagioni di tè in Sri Lanka , Sri Lanka
Le piantagioni di tè
La costa occidentale , La costa occidentale dello Sri Lanka , Sri Lanka
La costa occidentale
La costa orientale , La costa orientale dello Sri Lanka , Sri Lanka
La costa orientale
Il sud , Sri Lanka
Il sud
Gli elefanti e le riserve , Gli elefanti dello Sri Lanka , Sri Lanka
Gli elefanti e le riserve
I giardini botanici e i giardini di spezie , Lo Spicy Grove, Kandy , Sri Lanka
I giardini botanici e i giardini di spezie
Le specie ornitologiche , La fauna dello Sri Lanka , Sri Lanka
Le specie ornitologiche
Le tartarughe , Kosgoda Turtle Hatchery, Sri Lanka , Sri Lanka
Le tartarughe
Balene e delfini , Sri Lanka
Balene e delfini
Le danze , Le Danze dello Sri Lanka , Sri Lanka
Le danze
L'artigianato , La lavorazione dei tessuti in Sri Lanka , Sri Lanka
L'artigianato
La scultura , La scultura nello Sri Lanka , Sri Lanka
La scultura
Anuradhapura , Anuradhapura, Sri Lanka , Sri Lanka
Anuradhapura
Sri Lanka : Da visitare