• Connettiti
Las Terrenas
© Donyanedomam / 123RF
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Las Terrenas

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica

Guida di viaggio

Las Terrenas è a nord della penisola di Samana. Famoso per la vita locale amichevole e dinamica, il villaggio dispone di numerosi bar, discoteche e ristoranti sulla spiaggia e rappresenta il punto di partenza ideale per visitare la cascata di El Limon, situata a 14 km di distanza. Un villaggio dalle abitazioni colorate, animatissimo, dove la vita si svolge al ritmo del merengue e della bachata: farete senza dubbio incontri molto interessanti!

Da vedere

Il parco nazionale di Los Haïtise, di Cayo Levantado, la cascata di El Limon, la playa Coson (una vera e propria laguna), la spiaggia paradisiaca di playa Bonita. Immenso e costellata da una foresta di palme che si estende a perdita d'occhio, questa spiaggia vergine e selvaggia è una delle più belle della regione. La ben nota playa bonita (spiaggia graziosa) non dispone di alcun comfort e non è custodita. Attenzione alle onde e alla corrente, talvolta forte. In ogni caso, è un luogo ideale per il surf e il bodyboard. Carolina, l'affascinante dominicana campionessa di surf, impartisce lezioni dalle ore 10:30 alle 18:00. Al largo si scorgono tre isolotti a forma di balenottera, chiamati Ballenas.

Da fare

E' possibile girovagare tranquillamente nelle stradine di Las Terrenas e scoprire secondo i propri ritmi la vera vita dominicana. Si respira un'atmosfera tipica del luogo, le persone sono estremamente calorose e abituate a circondarsi di francesi. Per gli appassionati, sappiate che c'è una scuola di surf e bodysurf animata dalla campionessa della Repubblica dominicana! Nelle vicinanze è possibile fare anche equitazione, andare in mountain bike e fare un giro con il quad. Potrete regalarvi una gita o una passeggiata a cavallo per ammirare la bellissima cascata di El Limon, alta 40 metri e situata a 14 km da Las terrenas, nonché i magnifici panorami dall'alto dei crinali. Durante il tragitto si imboccano piccoli sentieri che attraversano la foresta tropicale. Al ritorno, pranzate in case private presso i membri di un'associazione di sviluppo regolata dai principi dello sviluppo sostenibile e del turismo equo. Una delle escursioni più belle da fare è sicuramente l'osservazione delle megattere (se riuscirete a vederne una, il che non è garantito). Infatti, tra il mese di gennaio e la metà di marzo, centinaia di questi esemplari approfittano delle calde acque della baia di Samana per partorire, prima di ripartire alla volta delle acque pescose della Nuova Inghilterra e della Groenlandia, passando per Terranova. Il parco nazionale di Los Haïtise, tipo la baia di Halong in versione dominicana ha la particolarità di offrire strane formazioni calcaree che fuoriescono dal mare. Ci sono 700 piante vascolari nella foresta subtropicale umida ed isolotti che ospitano grotte ornate da vestigia precolombiane della civilizzazione degli indiani taino. Si visita in barca.

I più

  • +  Il contatto con gli abitanti.
  • +  Una regione preservata e verdeggiante.
  • +  Hotel a misura d'uomo.
  • +  Il villaggio tipico di Las Terrenas.

I meno

  • -  Umidità nella stagione delle piogge da maggio a ottobre.
  • -  La delusione di non aver visto le balene dopo un viaggio in barca di 2h 30.
  • -  La situazione lontano dall'aeroporto di Samana.
  • -  Lo stato delle strade.

Da pensare

Un impermeabile leggero è utile durante la stagione delle piogge (da maggio a ottobre). Numerosi francesi si sono trasferiti a Las Terrenas. Una comunità composta da circa 400 francesi vive in effetti nella zona. E' stata aperta addirittura una scuola francese con oltre 60 allievi! Con un taxi si raggiunge l'aeroporto di Samana in 50 minuti, mentre gli autobus ci impiegano 2 ore visto che sono obbligati a fare un giro lunghissimo considerato che la strada è troppo stretta.

Da evitare

Evitate la stagione delle piogge tra maggio e ottobre. Evitate di fare escursioni a marzo per ammirare le balene, poiché è possibile vederle solo alla fine della stagione e ne rimarreste delusi. Se alloggiate al Grand Bahia Principe Portillo, vi suggeriamo di non andare nella discoteca Bachata au Pueblo che non attira molto le folle. Vi raccomandiamo invece di andare a fare baldoria con la popolazione locale a Las Terrenas, in un'atmosfera sovreccitata nei bar della città, dove avrete l'occasione di mostrare il vostro talento nella danza della bachata e del merengue!

Da degustare

Riso, patate dolci, banane «plantain», grigliate di carne e pesce, frutti di mare, aragoste, insomma il cibo locale che avreste difficoltà a trovare nei grandi resort di Punta Cana! L'ideale è mangiare direttamente sulla spiaggia di Las Terrenas, su tavolini e sedie in legno, riparati dagli ombrelloni in tela verde, cullati dal lento infrangersi delle onde. I succhi di frutta naturali di stagione sono una delizia: ananas, arancia, frutto della passione, mango, pompelmo e anche ciliegia!

Da portare

CD di merengue et di bachata.
Repubblica Dominicana : Scopri le città
  • Punta Cana Punta Cana
  • Las Galeras Las Galeras
  • Santiago de los Caballeros Santiago de los Caballeros
  • Puerto Plata Puerto Plata
  • Santo Domingo Santo Domingo
  • Pedernales Pedernales