• Connettiti
Isole Normanne
Isole Normanne
© Christopher Smith / 123RF
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio
Attrazioni turistiche Isole Normanne
Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica

I paesaggi

È come se fosse la città in campagna, la natura che si mescola ai giardini, le strade attraverso la landa dove si incontrano più escursionisti e ciclisti che automobili. Le isole Normanne sono fedeli alla reputazione di arcipelago preservato.

Le rive

Le isole Normanne hanno complessivamente 200 km di costa, di cui un po' più di un terzo è costituito da spiagge. Ma in ogni caso bisognerà fare attenzione alle correnti e a non fare il bagno fuori dalle zone autorizzate, poiché l'arcipelago è relativamente esposto ai flussi delle maree della baia del Monte Saint-Michel.

La fauna e la flora

L'arcipelago ha la fortuna di godere del sole e, appena arriva la primavera, la natura si presenta tutta in ghingheri. Infatti è il periodo migliore per apprezzare pienamente i giardini in fiore che la vegetazione selvaggia del lungomare riesce ancora a ravvivare. Lungo le strade pulitissime, i proprietari hanno fatto crescere rododendri, siepi di ortensie e a volte persino magnolie e palme.
È possibile passeggiarvi a piedi, fino al bordo delle scogliere coperte di eriche e di felci. A questa cornice naturale particolarmente privilegiata, si aggiunono alcuni luoghi protetti adatti all'osservazione di specie animali rare.

Le attività e i divertimenti

Su queste isole è possibile fare di tutto o quasi: rilassarsi in riva al mare (27 spiagge a Jersey), sport nautici, immersione, kart a vela e anche bici sottomarina (gara a settembre a Guernsey). Anche molte attività terrestri: escursioni (diversi festival di camminate a Jersey e a Guernsey), balneoterapia e scoperta del folklore locale in occasione delle feste (Halloween, Tennerfest, mercato di Natale).

Le tradizioni

Non è una parola inutile in queste isole che non sono né veramente francesi né assolutamente inglesi. Amministrazione ereditata dal Medioevo, parlata locale ancora vitale, ricette di cucina vecchie di diversi secoli, fattorie ristrutturate e trasformate in locande... Un viaggio nel tempo!