• Connettiti
Tahiti, Bora Bora
Tahiti, Bora Bora
© Sylvain Grandadam
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio
Attrazioni turistiche Tahiti, Bora Bora
Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica

Ci vengono presentate Tahiti e Bora Bora, le due star della Polinesia e le loro strisce di sabbia bianca, le loro acque turchesi e i loro hotel su palafitte. Ma occorre dire che ci sono altre 12 isole meno conosciute, meno turistiche ma altrettanto graziose. Un'escursione di un giorno può rappresentare una buona alternativa per fare la loro conoscenza Se si trovano diverse strutture di lusso su Tahiti e Bora Bora, è ugualmente possibile scegliere una delle piccole strutture più semplice o delle camere presso gli abitanti o su altre isole dell'arcipelago! Se il dolce far niente non vi attira, potete dedicarvi ad altre attività proposte sia in inverno che in estate, sulla terra o in mare: escursioni al centro di una natura grandiosa, bagno nelle cascate, passeggiate a cavallo o in quad e, naturalmente, immersione nei fondali marino che sembrano essere stati disegnati per i sub di tutto il mondo! Non dimenticate di visitare la Papeete. Oltre alle dimore coloniali di incredibile bellezza e a negozi, essa accoglie un mercato nel quale i banchi brillano di un melange di culture locali. Di che soddisfare sia i vostri occhi che la vostra febbre di shopping!

I paesaggi

Tahiti, Moorea e Bora Bora sono isole alte, antichi vulcani oggi spenti. Uno scenario imponente in cui si alternano montagne erose, picchi, cupole, rocce basaltiche aguzze che spuntano in mezzo a una vegetazione sempre esuberante. Le tre isole sono circondate dalla barriera corallina, anello magico che delimita una laguna dalle acque limpide.

I monumenti

Tahiti e Bora Bora hanno conservato eloquenti vestigia archeologiche, tra i quali i marae, luoghi di culto ancestrale. Il marae familiare era dedicato a una divinità a cui venivano presentate delle offerte per ricevere delle grazie. Il marae comunitario, simbolo sociale dei membri di una tribù, era il teatro delle grandi cerimonie dedicate a un dio più importante. I marae sono formati da un piazzale sacro (tapu), a volte circondato da un muro di pietre essiccate, il cui accesso era riservato soltanto ai sacerdoti e ai capi. Su tale terrazza si trovavaun vasto altare (ahu) che serviva a deporre gli idoli (a Tahiti ha la forma di una piramide a gradoni), le "pierres-dossiers" (pietre-documento) e un altare sacrificale. All'esterno del recinto si trovavano dei semplici edifici (fare), uno dei quali serviva a esporre i morti illustri, mentre un altro ospitava la piroga del dio.