Cultura Mauritania

  • Mauritania,
    © Satina / 123RF
  • Mauritania
    © Hagit Berkovich / 123 rf
Paola Kim Simonelli
Paola Kim Simonelli Esperto della destinazione Mauritania

Mauritania : Scopri la cultura di questo paese

Letteratura

"Terra degli uomini - Corriere del sud", di Antoine de Saint-Exupéry. Ed. Mursia/Mondadori.
"Il viaggiatore delle dune", di Théodore Monod. Ed. Bollati Boringhieri.
"-50° +70°. La lunga spedizione", di Michele Dalla Palma. Ed. Biblioteca dell'Immagine.
"Avventure in Africa", di Gianni Celati. Ed. Feltrinelli.
"Brevissima relazione della distruzione dell'Africa", di Bartolomé de las Casas. Ed. Emi.
"Gli uomini delle tende. Dalla Mongolia alla Mauritania", di Eugenio Turri. Ed. Bruno Mondadori.
"La musica dell'Africa", di J.H. Kwabena Nketia. Ed. Sei.
"Letterature dell'Africa nera" , a cura di Cristina Brambilla. Ed. Jaca Book.

Guide

Mauritania. Di Attilio Gaudio. Polaris, 2002.
Africa nera. Touring, Routard, 2005.
Niger e Mali, Mauritania, Burkina Faso. Di Mary Fitzpatrick, Matthew Fletcher, Anthony Ham. Edt, Lonely Planet, 2003.

Musica

Musica e canti della Mauritania, di Dimi Mint Abba. Artisti Vari.

Mauritania : Informati sulla storia del paese

Date storiche

Sembra che sin dal neolitico ci fossero popolazioni che abitavano questo territorio. Come testimoniato dai dipinti, dalle incisioni, dalle sculture, dalla ceramica e da altri resti del periodo, si trattava di popoli di cacciatori, allevatori e pescatori.
-500 a.C.. Arrivo dei berberi.
IV secolo. L'Impero del Ghana si stanzia nelle terre fertili delle regioni comprese tra il Sahara e le valli del Senegal e del Niger.
VIII secolo. Gli scambi commerciali con i berberi comportano la costruzione delle prime vie transahariane, che collegano l'Impero del Ghana e il restante mondo arabo.
XII secolo. Al nord e al centro, la popolazione è costituita principalmente da berberi musulmani e la regione del Fiume da neri islamizzati. L'Impero del Ghana è sempre più influenzato dall'Impero del Mali. La società si divide in caste professionali.
XV secolo Gli Hassan, nomadi musulmani, creano degli emirati nelle pianure del Trarza, del Brakna e dell'Hodh.
1644-1674. Guerra di Charr Boubba: resistenza contro l'insediamento degli Hassan. I berberi sono sconfitti e i loro diritti vengono limitati. I sovrani si convertono all'islam. Questa lunga guerra non risolve però i conflitti tra le tribù.
1727. Gli olandesi rinunciano alle terre di Mauritania a favore dei francesi e degli inglesi.
Dalla fine del XVIII alla metà del XIX secolo. Conflitti tra colonizzatori portoghesi, inglesi e francesi. La Mauritania è una colonia francese dal 1920.
1949. Scoperta del giacimento minerario di rame del guelb Moghrein.
1958. La Mauritania viene proclamata repubblica autonoma.
1959. Il partito del raggruppamento mauritano, di cui Mokhtar Ould Daddah è il capofila, viene eletto al Parlamento.
28 novembre 1960. Indipendenza della Repubblica islamica di Mauritania.
1968. L'arabo viene dichiarato lingua ufficiale. L'halpulaar, il wolof e il soninke (dialetti del sud) diventano lingue nazionali.
1973. Adesione della Mauritania alla Lega Araba.
1975. Trattato di Madrid. La Mauritania è sovrana della parte meridionale del Sahara Occidentale. Il Polisario, che auspica l'indipendenza di questo territorio, esegue dei raid sulla Mauritania.
1979. Accordi segreti tra la Mauritania e il Polisario. La Mauritania si ritira dal Sahara Occidentale.
Dal 1973 al 1984 la situazione politica ed economica subisce un forte peggioramento.
1984. Maaouya Ould Sid'Ahmed Taya, un conciliatore moderato, prende il potere per attuare un movimento di ristrutturazione.
1989. Adesione della Mauritania all'Unione del Magreb.
1990. Tensioni sociali. Gli esiliati e i rifugiati senegalesi (venuti in Mauritania in seguito ad una carestia devastante nel 1973) pretendono un nuovo posto nella società.
1992. Si assiste a una ripresa economica.
1998. Sviluppo del turismo.
1999. La Mauritania recide i suoi legami con l'Iraq e si avvicina a Israele.
2000. Accordi per la riduzione del debito nazionale.
2005. Maaouya Ould Sid Ahmed TAYA è Capo di Stato dal 1983 e Sghair Ould M'BARECK è Primo Ministro dal 2003. Instabilità politica.
3 agosto 2005. Colpo di Stato perpetrato dal colonnello Ely Ould Mohammed Vall, direttore della pubblica sicurezza. Questo putsch è stato condannato all'unanimità dalla comunità internazionale, ma la popolazione non ha manifestato alcun malcontento. Il governo rivendica un mandato di due anni per instaurare la democrazia in Mauritania. Sidy Mohamed Ould Boubacar viene nominato Primo Ministro al posto di Sghair Ould M'Bareck dal governo di transizione mauritano.
25 agosto 2005. Nascita del Partito Socialdemocratico (PSD).
25 marzo 2007. Sidi Ould Cheikh Abdallahi diventa Presidente della Repubblica Mauritana.

Mauritania : Informati su feste, ricorrenze e manifestazioni del paese

Feste e manifestazioni

1° gennaio: Capodanno.
10 gennaio: Festa del Montone (data variabile).
31 gennaio: Capodanno musulmano (data variabile).
20 marzo: Anniversario del Profeta.
1° maggio: Festa del Lavoro.
25 maggio: Giornata dell'Africa.
23 ottobre: Festa di fine del Ramadan.
28 novembre: Festa dell'Indipendenza.
31 dicembre: Festa del Montone.

Altrove nel mondo
Mauritania : Motore di ricerca
  • Vacanze
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Auto