• Mauritania,
    © Satina / 123RF
  • Mauritania
    © Hagit Berkovich / 123 rf
1      
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Un viaggio in Mauritania, tra mare e fascino del deserto

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica
La Mauritania. Un paese che fa sognare. Tra mare e sabbia vi sentirete quasi in capo al mondo. La Mauritania, che fa parte del Sahara occidentale, possiede non uno ma molti deserti. Le rocce marittime sono in netto contrasto con le dune e l'erg dell'entroterra. Il clima arido obbliga la popolazione a non espandersi troppo. Ed è forse proprio per questo motivo che i mauritani sono molto attaccati alle loro tradizioni, ricche e profonde. Un paese che renderà felici gli escursionisti ed i semplici amanti di originalità.

I consigli della redazione

Visitate il magnifico Parco Naturale del Banc d'Arguin, vero paradiso terrestre. Percorrete il litorale tra sabbia ed acqua che si estende per 180 km, da Capo Timirist, a sud della Baia du Lévrier, a Nouadhibou. A Nouadhibou partite per una battuta di pesca. Da notare lo stupefacente scenario di decine di relitti navali arrugginiti e marcescenti che riempiono la baia di Nouadhibou. Ad Oualâta potrete vedere una città magnificamente restaurata sulla via delle carovane transahariane sull'elegante sfondo del deserto. La città gode di un ricco patrimonio culturale e architettonico, offrendo uno dei luoghi più affascinanti della Mauritania.
Ricordiamo che l'importazione, la vendita o il consumo di alcolici sono vietati nel paese.

I più

  • +Le traversate del deserto vi trasmetteranno una sensazione di libertà.
  • +Lo stato non è ancora invaso dal turismo.
  • +La cordialità e l'accoglienza calorosa dei mauritani

I meno

  • -Le popolazioni locali aspettano con ansia la pioggia, la cui quasi perenne assenza provoca condizioni di vita a volte austere, quasi drammatiche.
  • -La questione del Sahara occidentale, al nord del paese, resta ancora in un vicolo cieco tra i sahraui del Fronte Polisario e il Marocco.
  • -I diritti umani sono qui molto deboli. L'escissione sulle donne e la schiavitù sono pratiche tuttora in uso.
  • -Le popolazioni perdono le loro tradizioni nomadi e diventano sempre più sedentarie.

Tradizioni

Non è a caso che la Mauritania viene chiamata "Repubblica islamica di Mauritania". Gli abitanti sono per la maggior parte musulmani sunniti. D'altra parte l'islam dei mori è molto meno concessivo rispetto all'islam dei neri. È quindi preferibile rispettare i costumi e le tradizioni religiose.

Gastronomia

In Mauritania, il cibo va di pari passo con l'ospitalità. Potrete bere il tè verde cinese, la bevanda nazionale, accompagnato da menta fresca. Se invitati sotto una tenda, assistete con onorabilità e rispetto al rito dei tre tè, dal più amaro al più dolce. Se si presenta l'occasione, provate lo zrigh, latte di cammella fresco o cagliato. Assaggiate i piatti a base di carne di montone o di cammello, presentati in un unico recipiente all'interno del quale tutti prendono il cibo con la mano destra (dal momento che la sinistra è dedicata all'igiene intima). E come contorno troverete cuscus, riso, sorgo o miglio, solitamente accompagnati da burro rancido fuso. A Nouakchott, assaggiate i menu di pesce e aragoste grigliate. Il pasto è sempre intervallato da tè e datteri. Questi maturano all'inizio di luglio.

Indice di confort meteo

Scopri le previsioni meteo settimanali di Mauritania . I diversi criteri climatici utilizzati ci permettono di suggerire con precisione il miglior periodo per partire a Mauritania . Gli indici temperatura, pioggia, abbronzatura o ancora l'indice vento vi permetteranno, grazie ad un indice meteo globale, di scegliere tra le attività che più si adattano alle condizioni climatiche previste per il periodo selezionato e in tal modo, godere a pieno delle proprie vacanze a Mauritania .

marzo

  • Nouakchott flecheStagne 77/100 Buono
Vedi tutte le località meteo

Souvenirs e artigianato

Per quanto riguarda l'artigianato locale, lasciatevi sedurre dai gioielli in oro, argento ed ebano. Da apprezzare anche il cuoio decorato, i tappeti di lana e le sculture in legno. Sono poi molto originali gli strumenti musicali tradizionali, utilizzati dai griot (poeti musicisti e stregoni ambulanti). Per quanto riguarda l'abbigliamento potete riempire il guardaroba di bubù, la tradizionale tenuta maschile. Ce ne sono per tutti i gusti, di vario prezzo, colore e tipo. Il serouel, un pantalone a sbuffo, è molto comodo da indossare in caso di temperature molto elevate. Imparate ad annodare in modo giusto un chèche (lunga sciarpa araba). Questo grande pezzo di stoffa si indossa a mo' di turbante ed è davvero molto utile nel deserto. Per quanto riguarda gli oggetti preistorici, evitate di prenderli. Lasciate questo patrimonio nazionale al suo posto evitando di partecipare al traffico che se ne fa. I negozi sono aperti dalla domenica al giovedì dalle ore 7:30 fino al calar della notte.

Attrazioni turistiche

Il Parco Nazionale del Banc d'Arguin , Mauritania
Il Parco Nazionale del Banc d'Arguin
L'isola di Tidra , L'isola di Tidra, Mauritania , Mauritania
L'isola di Tidra
Il deserto , L'Erg Ouarâne, Mauritania , Mauritania
Il deserto
Mauritania : Da visitare