Viaggi Liechtenstein - Guida Liechtenstein con Easyviaggio
  • Connettiti
  • Liechtenstein
    © Lukasz Janyst / 123RF
  • Liechtenstein
    © Milan Surkala / 123 RF
1      
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Liechteinstein: in mezzo a sci, francobolli e formaggi

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica
Ecco un Paese famoso soprattutto per la sua famiglia reale e l'elevata ricchezza per abitante. Ora, visto che questo piccolo territorio (lungo 24 km e largo 12) non è così lontano da noi (basta attraversare la Svizzera), perché non andare alla scoperta dei crinali e dei valloni di questa destinazione piena di storia? Se non volete visitare i vecchi borghi e le roccaforti, optate per il trio formaggi-alpeggi-vitigni: non c'è niente di meglio che mangiare bene dopo una dura escursione!

Guida di viaggio

Poco battuto dai giri turistici tradizionali, il Liechtenstein è incastrato tra la Svizzera e l'Austria e offre, come tutti i paesi che si affacciano sull'arco alpino, panorami molto suggestivi e una grande potenzialità sotto il profilo delle escursioni, grazie alle sue foreste e ai suoi 400 chilometri di sentieri montani. Senza dimenticare una grande disponibilità di piste ciclabili e percorsi per gli amanti della mountain bike.

Per i patiti degli sport invernali, il Liechtenstein rappresenta una destinazione molto interessante, soprattutto per ciò che riguarda le stazioni sciistiche di Malburn e Steg e il museo dello sci nella capitale, Vaduz. Non è un caso, dunque, che lo sport nazionale sia proprio lo sci alpino, disciplina nella quale il Liechtenstein ha potuto vantare alcuni buoni atleti. fra questi Paul Frommelt, i fratelli Andreas e Hanni Wenzel, la più grande sciatrice di sempre di questo Paese, e, più recentemente, Marco Büchel.

La città offre diverse attrazioni molto interessanti per gli amanti dell'arte, principalmente il Kunstmuseum Liechtenstein e il museo di belle arti. Per chi fosse interessato alle esposizioni non convenzionali, nella capitale Vaduz sono rinomati i musei della Posta, della calcolatrice e della filatelia: quest'ultimo, in particolare, risulta essere uno dei più ricchi d'Europa per quel che riguarda i francobolli.

Il Liechtenstein è una monarchia costituzionale, attualmente retta dal Principe Luigi. Il palazzo reale, sede e residenza della monarchia, può essere ammirato nella capitale e offre una vista spettacolare su Vaduz e sulle terre circostanti. Tra queste, sono compresi anche i vigneti reali da cui provengono le uve che vengono poi vinificate nelle cantine del castello.

Il Liechtenstein non rappresenta di sicuro la meta turistica più ambita, ma in ogni caso può rivelarsi una bella scappata nella natura. Meno turistico dell'Austria, meno ricco della Svizzera (anche se le esenzioni fiscali presenti attirano molti ricchi e milionari europei), il Lichtsteinstein rimane, sotto certi verso, ancora molto rurale ed autentico.

Molto conservatore, questo Paese non ha consentito alle donne di votare fino al 1984 e, inoltre, ancora oggi la sua legge rende l'aborto illegale. Per prosperare, in ogni caso, il Liechtenstein non ha di certo abbandonato il senso per gli affari. Qui il tasso di disoccupazione è intorno al 2% e non ci sono debiti verso altri stati da saldare. Addirittura, questo Paese possiede una riserva aurea per i casi di estrema necessità economici.

Questo Paese è uno dei soli 22 al mondo a figurare come demilitarizzato. Le forze armate vennero abolite nel 1868 perché ritenute troppo costose. Da allora la difesa dei confini e la tutela dell'indipendenza del Liechtenstein sono affidate, attraverso accordi bilaterali, alla Svizzera.

I consigli della redazione

In sé il Liechtenstein non rappresenta proprio una grande destinazione turistica. Nel caso in cui, comunque, vogliate visitarlo vi consigliamo di farlo durante un viaggio di più giorno nelle vicine Austria e Svizzera.

In base al tipo di attività e di paesaggio che preferite, poi, scegliete la stagione che maggiormente vi sembra interessante. Ovviamente, l'inverno sarà più adatto agli sport invernali e allo sci, mentre la primavera e l'estate a delle belle escursioni in montagna.

Per percorrere questo piccolo Paese, il mezzo di trasporto migliore rimane sempre la propria vettura. Le strade che coprono il Liechtenstein sono di eccellente qualità, anche perché lo Stato è troppo piccolo per possedere un'autostrada e, quindi, ha solo strade "nazionali".

In Liechtenstein è equipaggiato di 9,5 chilometri di ferrovie. Esse consentono al Paese si esse connesso con le città di Buchs, in Svizzera, e di Feldkirch, in Austria. Il Paese conta ben 4 stazioni, Schaan-Vaduz, Nendeln, Schaanwald e Forst-Hilti. Altrimenti, se volete muovervi in bus, potete utilizzare una compagnia locale che collega le differenti città del Liechtenstein con quelle di Sargans, Sevelen e Buchs situées in Svizzera.

I più

  • +Il paesaggio alpino affascinerà gli amanti delle escursioni a piedi e gli sciatori. Il Liechtenstein è percorso da 400 km di sentieri per escursioni. Dalla tranquilla passeggiata lungo il Reno alla difficile ascensione del Naafkopf (2.570 m), ce n'è per tutti i gusti!
  • +La stabilità politica e la discrezione assoluta delle banche fanno del Liechtenstein un importante centro rinomato per le attività bancarie.

I meno

  • -Per le sue piccole dimensioni, il Liechtenstein offre pochi svaghi al di fuori dei piaceri della montagna.
  • -Il Liechtenstein fa parte dei paesi più cari al mondo. Da prediligere le mezze stagioni (aprile-maggio e settembre-ottobre), meno turistiche e perciò meno care.

Tradizioni

All'inizio di ogni anno, a Vaduz e Balzers sono organizzati due spettacoli di opera lirica, per la gioia di tutti gli amanti dell'opera. A marzo è possibile assistere al Monster Concert, il festival che si tiene a Schaan. A luglio, invece, si tiene il festival del cinema a Vaduz.

Il 15 agosto il Liechtenstein si ferma, per festeggiare il giorno della festa nazionale. In questa data, la famiglia reale assiste a una grande messe e, successivamente, inaugura l'inizio dei festeggiamenti a Vaduz. La giornata, infine, si conclude con un magnificio spettacolo di fiochi d'artificio.

A novembre tutta la popolazione locale si traveste e festeggia il tradizionale carnevale del Liechtenstein. Organizzato a partire dal 1952, da allora il carnevale locale attira numerosi partecipanti.

Un appuntamento da non perdere è la festa del Funkensonntag. La prima domenica di quaresima, per festeggiare la fine dell'inverno e cacciare gli spiriti maligni gli abitanti di ogni paese fanno bruciare un'immensa colonna di legno su cui troneggia una strega di paglia. Tutti i villaggi fanno a gara tra loro per avere la colonna più alta.

Il Liechtenstein è un Paese ricco, ma rimane anche un suo lato più rurale e antico, dove le antiche tradizioni contadini rimangono ancora oggi, a distanza di secoli. Per esempio, durante i mesi di primavera si può assistere alla transumanza delle manze e delle bovine verso i verdi alpeggi alpini, dove trascorreranno tutta l'estate. Il processo inverso, con la discesa verso valle, avviene in autunno.

Gastronomia

La cucina del Liechtenstein assomiglia molto alla quella svizzera, con qualche tocco austriaco ad arricchirla ulteriormente. I Kasknopfle, polpettine al formaggio, sono una delle specialità più conosciute del Paese. L'altra pietanza tradizionale è costituita dal Ribel (o Rebl). Piatto popolare, fu cucinato per molto tempo dalla popolazione più povera del Paese. Esso è composto da farina di mais, latte e burro e viene solitamente usato come pietanza di accompagnamento per il caffé, la salsa alle mele o ai frutti di bosco, torte alla ciliegia o, ancora, con la marmellata di mele, ma potete mangiarlo anche insieme al formaggio.

Il Liechtenstein produce anche alcune ottime birre, che saranno certamente apprezzate dagli amanti di questa bevanda. Per finire il vostro pranzo, non esitate a gustare uno dei liquori tradizionali del Paese; tra questi, trovereti distillati di mele, di ciliegie, di prugne e di pere. Niente eccessi, però, le leggi sull'alcol al volante sono molto rigide. Si possono degustare anche gli eccellenti vini, tra i quali il Vaduzer (vino rosso), conosciuto anche al di fuori della zona mitteleuropea.

Souvenirs e artigianato

Il Liechtenstein è famoso per i suoi francobolli, il suo vino, le ceramiche dipinte a mano e i suoi oggetti artigianali in marmo di Balzner.

I negozi sono aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 12:00 e dalle ore 13:30 alle ore 18:30, il sabato dalle ore 8:00 alle ore 14:00. A Vaduz, i negozi di souvenir sono aperti anche la domenica e i giorni festivi, da aprile fino ad ottobre.