• Laos
    © Ittipol Nampochai / 123RF
  • Laos
    © iStockphoto.com / Casanowe
1      
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Laos

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica Profilo
La Repubblica democratica popolare del Laos si apre a poco a poco al turismo per la felicità degli amanti dell'Asia, che scoprono un paese intatto, una popolazione attraente e accogliente e un patrimonio buddhista preservato, soprattutto nell'antica capitale reale Luang Prabang. Prendetevi il tempo necessario per percorrere in lungo e in largo i villaggi di montagna abitati da minoranze etniche e per risalire il Mekong tra risaie, montagne e giungla.

Guida di viaggio

Nella repubblica Popolare democratica del Laos ci sono 49 gruppi etnici che parlano un dialetto diverso ciascuno, ma non é solo la lingua a differenziare le etnie, bensi' anche le tradizioni e il loro modo di vivere. Oltre metà della popolazione appartiene all'etnia Lao, ed é quella che più si addice alla dicitura di cultura laotiana, un'etnia spirituale influenzata essenzialmente dalla religione predominante, il buddhismo theravada, che ha condizionato sia lo stile di vita che l'arte e l'architettura.

Il tempio é presente nella maggior parte dei villaggi, e rappresenta il centro principale per attività sociali e ricreative come le assemblee di villaggio, cerimonie religiose e feste. Grande importanza del tempio anche nelle cerimonie funerarie, la salma dei morti infatti, viene portata al tempio e tenuta lì per qualche giorno durante lo svolgimento di cerimonie religiose prima della cremazione.

L'architettura laotiana é un connubio di stili derivati dalle varie occupazioni nel corso della sua storia; possiamo trovare infatti influssi di stile coloniale francese, buddhista, influenze thailandesi e il tradizionale stile laotiano visibile oramai solo nelle zone rurali. Tale stile é percepibile nelle case laotiane tradizionali, costruite in legno e rialzate dal terreno tramite pali; alcuni gruppi etnici che vivono sulle montagne come gli Hmong e gli Iu Mien, costruiscono case sul terreno con i lati del tetto quasi toccanti terra.

I consigli della redazione

A luglio e ad agosto il monsone colpisce il Laos rendendo la navigazione sul Mekong piuttosto pericolosa. È meglio partire durante la stagione secca, da novembre a maggio.
Il governo laotiano segue ancora gli spostamenti dei turisti stranieri: bisogna avere pazienza mentre si aspetta il timbro regolamentare, applicato dai "doganieri" appostati lungo le vie fluviali, le strade e negli aeroporti. Tali formalità generalmente non creano problemi.

I più

  • +Il paese è risparmiato dal turismo di massa.
  • +Un popolo ricco per le sue diversità.
  • +I paesaggi sono incontaminati.

I meno

  • -Non ci sono voli diretti.
  • -La rete stradale è insufficiente.

Tradizioni

È obbligatorio un abbigliamento corretto: preferibilmente pantaloni, sia per le donne, sia per gli uomini. Il bon ton esige di mantenere la calma e di non gridare. Evitate di toccare la testa dei bambini, di indicare qualcuno o qualcosa con il piede. Nei templi toglietevi le scarpe. Una donna non deve tendere la mano a un monaco, né toccarlo. Se siete in piedi vicino a un monaco, state attenti a non superarlo in altezza, chinatevi se necessario.

La vita familiare é molto sentita, tanto che la maggior parte delle persone vive in gruppi familiari  con tre, a volte quattro, generazioni che condividono la stessa casa o complesso abitativo. La famiglia cucina e mangia insieme, sedendo sul pavimento, mettendo in comune sticky rice o altri piatti. A volte, quando qualcuno fa una visita inaspettata all'orario di pranzo, viene immediatamente invitato a mangiare con la famiglia. I laotiani tendono a considerare la privacy con minor importanza degli stranieri, in parte per via del loro stile di vita nelle famiglie allargate, soprattutto in campagna dove tutti sanno tutto di tutti.

La pratica culturale del matrimonio é uno degli aspetti fondamentali della cultura laotiana; dopo la proposta si partecipa ad una processione tradizionale chiamata Sou Khor, dove un inviato del futuro sposo si reca dai parenti della sposa per chiedere il permesso del matrimonio. Se i genitori di lei sono d'accordo sul matrimonio, si negozia il Kha Dong (prezzo della sposa) e la suddivisione delle spese per la cerimonia nuziale. Una volta sposata, la coppia vive con i parenti della sposa fino al prossimo matrimonio di famiglia e, una volta avuti dei bambini, questi a loro volta restano in casa fino al loro matrimonio.

Gastronomia

La cucina tradizionale è asciutta, speziata e molto gustosa, incentrata su pesce, carne di bufalo, maiale, pollame ed erbe speciali. I cibi sono sempre preparati al momento e non vengono conservati. Oltre allo sticky rice mangiato con le dita che può essere dolce, aspro oppure fermentato, la cucina laotiana è molto ricca di verdure ed è spesso rosolata con olio di cocco. Ecco alcuni piatti da gustare:
Laap: uno dei piatti tradizionali del Laos, si tratta di carne di anatra o pollo tritata speziata e messa in brodo viene mescolata con chicci di riso crudi, in precedenza asciugati e schiacciati. Il laap viene mangiato con un piattodi verdura cruda e sticky rice.
Tam Mak Houng: insalata di papaya, è un'insalata fatta con fette di papaya cruda, salsa chili, arachidi, zucchero, salsa di pesce fermentata e succo di lime.
Padeck:  un mix di pesce e sale marinato e conservato in un barattolo per un periodo che va da uno fino a tre anni.
Khao Jee: rivela l'influenza francese; la classica baguette (considerata uno dei più tipici cibi da strada laotiani), imbottita con patè di fegato di maiale, salsicce vietnamite, carote, ravanelli e cetrioli. Come salse sono usate maionese e salsa chili.
Yall Dib: involtini di verdure fresche che rivelano l'influenza vietnamita, avvolte in una sottile carta di riso e mescolate a noodles e carne, il tutto condito da chili e salsa di noccioline.
Sai Oua:salsicce di maiale mescolate ai sapori più tradizionali delle singole cucine regionali. 
Khao Piak Sen:forse uno dei piatti più famosi del Laos, ossia la zuppa di noodles

Souvenirs e artigianato

Si trovano oggetti graziosi dalle linee pure, fabbricati a mano e perciò autentici: grandi ceste intrecciate, sete e tessuti in cotone di buona qualità, oggetti scolpiti nel legno o nel corno, brocche e giare in terracotta, cucchiai di legno e cappelli di paglia. Orari dei negozi: dalle ore 9:00 alle ore 17:00 (o le ore 21:00 per i negozi privati), dal lunedì al sabato.