Viaggi Kirghizistan - Guida Kirghizistan con Easyviaggio
  • Connettiti
  • Kirghizistan
    © iStockphoto.com / MisoKnitl
1      
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Kirghizistan

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica
Inutile discuterne per ore, il Kirghizistan si chiama anche Kirghizstan. Come la maggior parte dei suoi vicini, questo paese dell'Asia centrale è un'antica repubblica sovietica. Ottenne l'indipendenza nel 1991. La popolazione chirghisa, tradizionalmente nomade, è costituita da molte minoranze: russi, uzbeki, ucraini. Tutto questo piccolo mondo si evolve in un clima variabile, dalle temperature capricciose. I tre quarti del territorio si trovano a 1.500 metri di altitudine, metri che diventano 7.439 sul picco Pobieda. Sotto il suo mantello di neve ascoltate un cantore kirghiso che vanta le prodezze del giovane guerriero Batyr, il difensore e salvatore del paese.

I consigli della redazione

Il Kirghizistan, come tutte le altre mete dell'Asia centrale, merita una visita. Se siete un po' fifoni e "paranoici" dimenticate questa destinazione, perché saranno molti gli ostacoli sul vostro cammino (seccature amministrative, lentezza dei trasporti, continua insicurezza, etc.). Ma questo però non vi può impedire di lasciare la capitale per esplorare l'interno del paese e scoprire così i paesaggi maestosi e la popolazione dall'ospitalità leggendaria. Altro consiglio: i kirghizi, come tutti gli altri popoli dell'Asia centrale, hanno un senso dell'ospitalità talvolta molto profondo, che può mettere in imbarazzo il viaggiatore. Il consumo di alcoolici ne fa parte. Una bugia ingenua potrà evitare il supplizio del litro di vodka ingurgitato in una sera! Lo stesso vale per i piatti tipici: la testa di capra come antipasto (il piatto servito agli invitati nelle montagne chirghise), non è quello che avete sempre sognato!
Se desiderate evitare le seccature legate alla pratiche di rilascio del visto e, allo stesso tempo, conoscere una famiglia chirghisa, Espace CATIA propone un interessante programma, "l'Ami Kyrghiz", che permette di farsi rilasciare il visto all'arrivo. La formula costa circa 45 euro al giorno a persona escluso il volo (pasti e trasporti inclusi). Per maggiori informazioni: (00 33) 1 49 23 19 72

I più

  • +A cavallo, i paesaggi delle montagne e delle steppe sono formidabili.
  • +La popolazione è estremamente accogliente.

I meno

  • -La costante instabilità politica.
  • -Il periodo "turistico" è breve a causa del clima rude delle montagne.
  • -C'è ancora molta corruzione.

Tradizioni

I kirghizi sono sempre stati nomadi. Per tale motivo fabbricano ancora la yurte, tenda in feltro o in pelle. In materia di musica, sono soliti recitare il poema melodico improvvisato e l'epopea accompagnati da un komuz, strumento a tre corde.

Gastronomia

I piatti tradizionali chirghisi sono spesso a base di montone. Se andate in Kirghizistan, assaggiate lo shurpa, un piatto di montone accompagnato da una zuppa di verdure, o il besh bermak, agnello cotto con un brodo di pasta. Potrete assaggiare sicuramente il plov, un piatto di riso accompagnato da carne e da verdure cotte in un paiolo. I kirghizi amano anche il formaggio e gli yogurt. Per quanto riguarda le bevande, troverete il tè "tchai", che si beve un po' ovunque e a ogni ora, e il kumi, una bevanda a base di latte di giumenta fermentato, un po' alcolico e soprattutto molto acido. Infine - e soprattutto - il re degli alcolici: la vodka.

Souvenirs e artigianato

I tappeti o shyrdak dai motivi colorati, i cappelli (ak-kalpak,
una specie di feltri bianchi decorati), le pantofole di feltro, le yurte (tende in feltro) in miniatura, gli strumenti musicali e i gioielli fanno parte dei souvenir da portare a casa. I negozi sono aperti dalle ore 9:00 alle ore 18:00 o 19:00 dal lunedì al venerdì.

Kirghizistan : Scopri le nostre città

Bichkek, Kirghizistan