• Basilicata, Italia
    © Jakobradlgruber / 123RF
1      
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Basilicata: pittoresco viaggio tra borghi rupestri

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica
Conosciuta anche come Lucania, la Basilicata è una delle regioni meno frequentate dalle masse di turisti che giungono nel Bel paese. In effetti, chi sceglie di visitare questo territorio, aspro, ma al tempo stesso accogliente, lo fa per vivere un'esperienza diversa, per conoscere affascinanti culture e costumi secolari.

Guida di viaggio

Incastrata tra Calabria, Campania e Puglia, la Basilicata si trova in uno stretto lembo di territorio che si spinge dall'entroterra appenninico fino al mare. Prevalentemente montuso e collinare, il paesaggio tipico lucano è composto da campi di grano intervellati da irte salite, in cui l'occhio inevitabilmente cade su un lontano paesino arroccato. I luoghi, come permeati da un senso di abbandono e di mistero, hanno il fascino di un passato immutabile. La Basilicata ha tanto da offrire a chiunque sia disposto a vivere in questa terra, dove il passato sembra quasi essersi fermato.

In territorio lucano si ritrova tipicamente una spiccata cultura popolare, intrisa di sacro e religioso, oltre a tradizioni e feste antichissime che si ripetono sempre uguali da generazioni. La Basilicata, snobbata dal turismo di massa di località italiane più inflazionate, offre l'occasione per una vacanza al di fuori dai soliti schemi, alla scoperta di posti unici al mondo. La Basilicata è una regione calda, accogliente e soprattutto ricca di attrattive, che sapranno soddisfare la sete di viaggi e di avventura di tutti i visitatori.

Nell'entroterra lucano il paesaggio è quello prevalentemente montuoso formato dall'Appennino, con vette che possono superare anche i 2.000 m di quota. Andando verso est i monti lasciano progressivamente spazio a dolci paesaggi collinari, mentre a sud-ovest il paesaggio si fa più pianeggiante. In questa zona della Basilicata la terra confina con le acque di due mari, tanto lo Ionio quanto il Tirreno, e scema pian piano in lunghe distese di spiaggia, dalla sabbia dorata e finissima.

La città più importante della regione, Matera, è un importante centro culturale e archeologico del Sud Italia. Matera è conosciuta in tutta Europa e nel mondo per il suo affascinante centro storico, composto dai cosiddetti Sassi, le costruzioni scavate nella caratteristica roccia di tufo presente nella regione. I Sassi di Matera sono stati iscritti nella lista dei patrimoni dell'umanità dall'UNESCO nel 1993 e rappresentano un vero e proprio paesaggio culturale, derivante dalle varie forme di civilizzazione ed antropizzazione succedutesi nel tempo sul territorio lucano, dal periodo preistorico fino a quello contemporaneo.

La Basilicata è conosciuta per il suo isolamento rispetto al resto del Paese e anche al suo interno non si può dire che la comunicazione sia delle più sviluppate! In ogni caso, questa condizione non ha necessariamente portato a risvolti negativi, anzi, la gente del luogo ha finito per stringere un rapporto molto intenso con la natura. Dunque, lasciatevi conquistare, i lucani sapranno accogliervi calorosamente, impossibile dire di no alle tante offerte di vino locale o al cibo davvero squisito e proposto in quantità smisurata. Non si può rifiutare alle bellezze di questa terra, apparentemete brulla, ma decisamente ospitale!

I consigli della redazione

Gli amanti del mistero dovranno necessariamente dirigersi verso Craco, uno dei più famosi villaggi fantasma d'Italia, distante circa 54 km da Matera. Centro situato ai piedi dell'Appennino lucano, fu abbandonato all'inizio degli anni Sessanta, dopo che una frana di vaste dimensioni portò all'evacuazione della popolazione presente. Da quel momento Craco è diventato un vero e proprio paese fantasma, che da alcuni decenni entusiasma viaggiatori e numerosi registi, che hanno scelto questo villaggio per girare delle scene dei loro film.

Sebbene le spiaggette di Maratea siano di rara bellezza, la Basilicata resta una regione da visitare soprattutto per il suo entroterra. La regione offre delle stradine caratteristiche con tornanti che faranno la gioia dei motociclisti. Una volta lasciate le curve delle litoranea di Maratea, da evitare l'estate per il suo affollamento, un circuito motard classico si dirige verso Matera, passando fra i paesaggi dell'Appennino e delle Dolomiti lucane.

Gli amanti della natura e dei paesaggi selvaggi non dovranno perdersi una visita del Parco Nazionale del Pollino, diviso a metà tra la regione lucana e la Calabria. Il paesaggio è estremamente vario e passa dalle cime innevate dall'Appennino a profondi burroni, tra foreste di alberi secolari e distese di campi fioriti. Nel parco del Pollino è possibile incontrare anche animali che appartengono a specie protette come il lupo appenninico, il capriolo, il gatto selvatico, la lontra e vari uccelli rapaci. Il parco consente a tutti gli appassionati di trekking di organizzare escursioni in giornata, sia a piedi sia a cavallo. In inverno è possibile praticare lo sci di fondo, in mezzo alle aspre radure del Pollino.

I più

  • +I sassi di Matera
  • +Il mare di Maratea

I meno

  • -Faticosa da raggiungere con i mezzi di trasporto pubblici

Tradizioni

La Festa di San Rocco si svolge fra il 14 e il 21 agosto di ogni anno in onore del santo a Montescaglioso, in provincia di Matera. Cerimonia religiosa (con tanto di processione) e festa popolare si mescolano come nelle migliori tradizioni del sud. Dopo la messa solenne in del mattino la statua del santo viene portata a spalla dai devoti per le suggestive vie del centro storico e per le principali strade della città. All'imbrunire del sole, poi, essa viene posta su un carro trionfale in cartapesta trainato da sette cavalli e attraversa le vie della città in una folla acclamante e festosa. A notte inoltrata, la statua di San Rocco, giunta nella piazza principale, viene infine portata nella chiesa che porta il suo nome, per essere venerata e pregata.

Oltre allo stracciamento del carro, una manifestazione alla fine della quale i partecipanti riducono in pezzi il carro di cartapesta portato in processione, la provincia lucana festeggia il cosiddetto Maggio di Accettatura, paese della provincia di Matera. Gli abitanti del paese hanno mantenuto un antico rituale propiziatorio destinato agli sposi, consistente nel cercare un tipo di agrifoglio spinoso (chiamato "cima"), considerato per cosi' dire la "sposa" del "maggio" (un albero particolarmente dritto. La cima fruttifica velocemente, venendo a simboleggiare la fecondazione della natura. Segue il rito propiziatorio.

Nel comune di San Mauro Forte, il 16 gennaio di ogni anno si tiene il carnevale, festeggiato con una sfilata spontanea di suonatori di campanacci. Diverse squadre di portatori di campanacci percorrono le vie del paese al suono rumoroso delle campane; quelli più lunghi sono detti di sesso maschile, mentre quelli più larghi di sesso femminile. La festa di antiche origini, legata al culto di Sant'Antonio Abate, ha significato propiziatorio di sollievo dai malanni e di abbondanza dei raccolti. La chiusura del carnevale si celebra con il rogo di un fantoccio bruciato nella piazza del paese.

Gastronomia

LA PASTA FRESCA
In Basilicata, regione prevalentemente montuosa e poco adatta all'agricoltura, le colture cerealicole sono tuttavia piuttosto diffuse. La cucina locale si basa sulla pasta, che in ogni città assume forme e consistenze diverse. Tapparelle, manate, firricieddi, rascatielli, purcedduzz: sono soltanto alcuni dei mille tipi di pasta che le donne lucane lavorano ancora a mano, come vuole la tradizione. Un piatto tipico di Fardella, Teana e Calvera, è il mischiglio, ottenuto dalle farine di ceci, legumi, semola, fave e orzo. Alcuni ristoranti deliziano i loro ospiti con alcune di queste ricette. Ma forse il modo migliore per assaggiare tutte queste varietà di pasta è quello di andare alle sagre organizzate un po' ovunque durante la stagione estiva.

LA LUCANICA
Diffusa in tutta Europa, la lucanica (o luganega), è una salsiccia fatta con carne di maiale. Come il nome rivela, questa salsiccia è originaria della Lucania, il nome della regione storica corrispondente all'attuale Basilicata. Insieme a questa specialità, altri tipi di insaccati vengono prodotti da piccole aziende in tutta la Basilicata. Ai salumi vengono aggiunte erbe e spezie per creare dei sapori originali e intensi, come il pepe nero o il caratteristico finocchetto selvatico.

IL PANE
Il pane resta l'alimento base della cucina lucana ed è tradizionalmente impastato con farina di grano duro, sale e crescente (lievito naturale di pasta). Viene tagliato a pezzature diverse e spesso cotto nei forni a legna. A Matera è nato un consorzio per la tutela del pane tipico materano. Tipica, soprattutto in inverno ed in particolare in alcune zone, è la preparazione di un primo piatto denominato "Pane cotto", consistente in una minestra di cipolle e peperoncino piccante rinforzata con uova che viene poi versata su fette di pane appena abbrustolito alla brace.

Souvenirs e artigianato

Una visita in territorio lucano non può essere tale senza che vi siate portati a casa un po' dei saporiti prodotti locali, espressione della storia e della cultura della Basilicata. Alcune specialità gastronomiche locali che potete trovare e che hanno il marchio locale sono il pecorino di Filiano, la melanzana rossa di Rotonda, l'olio extravergine di oliva locale, il formaggio canestrato o i pregiati vini lucani.

L'offerta della Basilicata è ricca anche per quel che concerne i manufatti, dato che numerosi sono gli artigiani e i maestri presenti sul territorio. La tradizione artigianale lucana annovera una notevole ricchezza, specie dal punto di vista delle decorazioni. Oggetti intagliati in legno, bracieri e paoli in rame, manufatti e vasi in terracotta, merletti e pizzi e anche le zampogne, prodotte a Viggiano, dove un tempo si costruivano anche le arpe diatoniche.

Attrazioni turistiche

Le tavole palatine , Italia
Le tavole palatine
Venosa , Italia
Venosa
Matera , Le chiese rupestri , Italia
Le chiese rupestri - Matera
Il Sasso Barisano , I Sassi di Matera , Italia
Il Sasso Barisano - I Sassi di Matera
Il Sasso Caveoso , I Sassi di Matera , Italia
Il Sasso Caveoso - I Sassi di Matera
Il Pollino lucano , Veduta di un villaggio nel Pollino Lucano. , Italia
Il Pollino lucano
, La Val d'Agri, I paesaggi, Basilicata
La Val d'Agri
I castelli , Il Castello di Lagopesole, Basilicata , Italia
I castelli
Maratea , Le spiagge , Veduta sul mar Tirreno , Italia
Maratea - Le spiagge
La costa ionica , La costa ionica, Basilicata , Italia
La costa ionica
La pasta fresca , Italia
La pasta fresca
La lucanica , Italia
La lucanica
Maratea ,  Centro storico , Italia
Maratea - Centro storico
Maratea , Il  Cristo Redentore , Italia
Maratea - Il Cristo Redentore
CRACO , il villaggio fantasma , Tramonto su Craco , Italia
CRACO - il villaggio fantasma
Basilicata : Da visitare