Safed

  • Safed, in alta Galilea, è la città più alta del paese (850 m di altitudine) ed è soprattutto una della quattro città sante dell'ebraismo. Nel XVI secolo accolse numerosi studiosi e dottori della fede, in maggioranza sefarditi cacciati dalla Spagna dall'Inquisizione, che furono raggiunti più tardi dalle comunità chassidim dell'Europa centrale. Questo importantissimo luogo della vita intellettuale ebraica ...
    © Vladimir Blinov / 123RF
Paola Kim Simonelli
Paola Kim Simonelli Esperto della destinazione Israele

Safed, in alta Galilea, è la città più alta del paese (850 m di altitudine) ed è soprattutto una della quattro città sante dell'ebraismo. Nel XVI secolo accolse numerosi studiosi e dottori della fede, in maggioranza sefarditi cacciati dalla Spagna dall'Inquisizione, che furono raggiunti più tardi dalle comunità chassidim dell'Europa centrale. Questo importantissimo luogo della vita intellettuale ebraica divenne il principale centro di studi della cabala. Oggi, incontrerete gli allievi delle scuole talmudiche, vestiti con la loro redingote nera, i pellegrini, venuti a raccogliersi nelle antiche sinagoghe, così come un gran numero di pittori che hanno scelto di vivere in questa città "ispirata". Il vecchio quartiere ebraico è un dedalo di stradine che nasconde dozzine di sinagoghe. Risalenti per la maggior parte al XVI secolo, queste contengono i ricordi dei grandi rabbini cabalisti, che riposano nel cimitero della città. Bisogna visitarne almeno tre: la sinagoga di Isacco Luria (uno dei maestri della cabala), la sinagoga di Giuseppe Caro (che scrisse il codice della vita ebraica) e la sinagoga di Isacco Abohav (altro famoso rabbino, venuto dalla Spagna). Le biblioteche di queste sinagoghe nascondono preziosi manoscritti miniati. Nell'antico quartiere arabo, numerose gallerie espongono le opere dei pittori di Safed.

Altrove nel mondo
Israele : Motore di ricerca Vacanze
  • Vacanze
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Auto