Beer-Sheva

  • Nel bel mezzo del deserto del Negev, Beersheva, il cui nome significa
    © Vladimir Liverts / INMAGINE
Paola Kim Simonelli
Paola Kim Simonelli Esperto della destinazione Israele

Nel bel mezzo del deserto del Negev, Beersheva, il cui nome significa "pozzo del giuramento", è stata resa celebre da un episodio della Genesi. Dopo il 1948, diventò la città dei pionieri ed ancora oggi continua ad accogliere immigranti ebrei provenienti da tutto il mondo, in particolare ebrei etiopi (da non perdere il negozio dell'artigianato etiope). Terza città del paese (150.000 abitanti, di cui 20.000 russi!), la capitale del sud continua ad espandersi. Eppure, la città di Abramo rimane ancora un porto di giuntura per i beduini, e la loro presenza, sebbene discreta, ci ricorda il passato nomade della città. Visitate il mercato beduino (il giovedì mattina, dall'alba fino alle ore 13:00) dove si vendono tappeti, vestiti, gioielli, ceramiche, spezie? La città vecchia ottomana è il cuore di Beersheva. È qui che si può ammirare l'antica moschea. Sul sito archeologico di Tel Beersheva (4 km ad est dalla città) sono state portate alla luce le vestigia di una località israelita dell'VIII secolo a.C. ed è stato in particolar modo scoperto il famoso pozzo di Abramo.

Beer-Sheva : cosa visitare ?

Le arti e la cultura

Altrove nel mondo
Israele : Motore di ricerca Vacanze
  • Vacanze
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Auto