• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
I rimpatri degli italiani all'estero e il punto Covid-19
Pubblicato il 19/03/2020

TransportiItalia

Twitter Facebook 2 condivisioni

Coronavirus, Di Maio: "Faremo rientrare tutti italiani bloccati all'estero. Voli di linea o navi". In effetti, sono molti gli italiani che pensano di rientrare in questo periodo di crisi sanitaria globale. Ma come si stanno comportando i Paesi Europei?

Sono molti gli italiani che sperano di passare questo periodo di quarantena a casa, nel proprio paese. Come si accede ai rimpatri? Quali sono le compagnie che offrono questo servizio? Cosa succede in Europa?

<strong></strong>
© deniskot/123RF

Francia:le autorità francesi hanno adottato una serie di misure restrittive su tutto l'esagono. In particolare, dalle ore 12.00 del 17 marzo e per un periodo di almeno 15 giorni, vige il divieto di uscire di casa ad eccezione di esigenze di cura, fare la spesa, andare al lavoro e svolgere un'attività fisica di base. Sono vietati gli assembramenti ma anche gli incontri di natura amicale o familiare nei parchi o in strada. Le infrazioni saranno sanzionate. Sono inoltre chiuse le frontiere esterne all'area Schengen, tranne che per coloro che rientrano in patria. Le frontiere interne (quindi anche quella con l'Italia) rimangono aperte.

Dalla Francia è operativo un solo volo operato da Alitalia da Parigi a Roma Fiumicino. Queste indicazioni potrebbero variare con scarso o nessun preavviso, si raccomanda pertanto di contattare direttamente le compagnie aeree o le società di trasporti ferroviari per informazioni aggiornate sulle possibilità di raggiungere l'Italia e di monitorare la pagina di informazione ufficiale del Governo francese https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus e il sito web dell'Ambasciata d'Italia a Parigi, da cui è possibile scaricare anche il modulo necessario ad autocertificare la situazione eccezionale che giustifica l'uscita dalla propria abitazione www.ambparigi.esteri.it. Sono possibili cancellazioni di voli da/per l'Italia. Si raccomanda di verificare con la compagnia aerea lo stato del proprio volo.

Romania: I voli da e per l'Italia, così come quelli da/per la Spagna, sono sospesi. Inoltre, gli operatori aerei hanno l'obbligo di comunicare ai cittadini romeni che si imbarcheranno dall'Italia, dalla Cina, dall'Iran e dalla Corea del Sud verso la Romania, con scalo, il fatto che verranno posti in quarantena o autoisolamento sul territorio della Romania. Gli operatori aerei hanno altresì l'obbligo di non consentire l'imbarco a persone con cittadinanza diversa da quella romena che arrivino in Romania, con scalo, dall'Italia, dalla Cina, dall'Iran e dalla Corea del Sud. I cittadini romeni che arrivano nel Paese attraverso i punti di frontiera terrestri, provenienti o che abbiano viaggiato in Italia, Cina, Iran e Corea del Sud vengono posti in quarantena istituzionalizzata sul territorio del distretto di confine o in autoisolamento domiciliare, a seconda della zona di provenienza.

Spagna:Il 16 marzo, il Governo spagnolo ha annunciato la reintroduzione dei controlli alle frontiere terrestri spagnole; è consentito l'ingresso in Spagna solo ai cittadini spagnoli, ai residenti in Spagna, ai lavoratori transfrontalieri e alle persone con documentate cause di forza maggiore. Ciò non impedisce ai cittadini italiani che avessero necessità urgenti di far rientro al proprio luogo di residenza in Italia. I connazionali che intendono far rientro dalla Spagna alla Sardegna via mare possono farlo solo per esigenze legate a motivi di lavoro, salute, necessità o rientro presso il proprio domicilio.

Germania:La Germania ha disposto il ripristino dei controlli alla frontiera terrestre con l'Austria, la Francia, la Svizzera, il Lussemburgo e la Danimarca, a partire dal 16 marzo. Sarà regolarmente consentito il traffico dei lavoratori transfrontalieri e di chi abbia altre ragioni lavorative per fare ingresso in Germania. Non risultano al momento limiti per quanto riguarda i collegamenti aerei, salvo alcune riduzioni, per ragioni commerciali, nel numero dei collegamenti da/per l'Italia. I principali aeroporti tedeschi consentono tuttora il traffico aereo verso i principali aeroporti italiani. Modifiche nel traffico aereo sono possibili anche con scarso preavviso. Si raccomanda quindi di confermare sempre con la propria compagnia aerea lo stato del volo.