L'Uber dei cieli debutta a Parigi
Pubblicato il 13/02/2018

TrasportiFrancia

Twitter Facebook

Nasce a Parigi dall'idea di una italiano: l'Uber dei cieli trasporta il concetto di sharing economy anche in quota.

Sono 11 le destinazioni europee e 42 i voli settimanali. Nasce a Parigi Uberfly, il portale che mette alla portata di tutti servizi business e luxury a tariffe più abbordabili. L'idea è venuta all'itakliano Luigi Contessi, che la descrive con queste parole "un nuovo progetto che rivoluzionerà il mondo del volo con mezzi disponibili in tutto il mondo, ventiquattr'ore su ventiquattro."

Di cosa si tratta esattamente?

Di cosa si tratta esattamente?
© ammentorp/123RF

È la sharing economy che debutta anche nei cieli. Tour in elicottero, noleggio yatch, luxury car, tutto verrà condiviso in ottica smart. I proprietari di jet privati e di elicotteri potranno mettersi in contatto con viaggiatori business e "offrire un passaggio". I viaggiatori pagheranno il loro singolo posto a sedere, come accade per Blablacar, per trovare un altro parallelo.
Si possono trovare anche voli charter per aziende e società sportive, con un personale multilingue a disposizione.

Un'altra funzionalità utile è quella di sfruttare anche gli empty leg, cioè i viaggio senza passeggeri, che le compagnie private compiono per raggiungere il luogo dove raccoglieranno il cliente, o quelli in cui l'apperecchio ritorna alla base.
Con la Air Card si accederà ad un'area personale che fornirà servizi di fidelizzazione come secret deal e voli anche totalmente gratuiti.