Pubblicato il 01/11/2019 (Modificato il 04/11/2019)

#Novità #Cuba

Trump e la decisione di sopprimere i voli per Cuba

Un'ennesima scelta che fa discutere quella fatta diffondere il 27 ottobre dall'entourage del presidente americano Donald Trump.

Trump sospende i voli diretti a Cuba che non abbiano come destinazione unica L'Avana: questa è l'ultima decisione del presidente statunitense che, assieme al Dipartimento dei trasporti USA, ha già iniziato a diffondere la notizia per la quale si prevede l'effettiva applicazione dal prossimo 10 dicembre.
Verranno sospese dunque tutte le tratte che non prevedano un atterraggio nella capitale: un'ingente soppressione di voli che causerà non pochi problemi a diverse compagnie aeree fino ad oggi abituate a servire anche le altre città dell'isola, prima fra tutte Santiago De Cuba, secondo centro urbano.

©Karel Miragaya/123RF

Lo stop effettivo scatterà tra poco più di un mese e seguirà quello delle navi da crociera.
Le motivazioni di una scelta tanto drastica sia sul piano materiale e organizzativo che, soprattutto, su quello politico, sono lapidarie: l'obiettivo sarebbe di "impedire al regime cubano di trarre profitto dai viaggi aerei statunitensi".

Le compagnie aeree coinvolte, tra le quali figurano Jet Blue ed American Airlines che pare abbiano acconsentito immediatamente, hanno tempo fino alla prima settimana di dicembre per poter interrompere definitivamente i collegamenti fra gli aeroporti statunitensi e quelli cubani, a eccezione del José Marti de L'Avana.

Altri articoli proposti dall'autore