• Connettiti
Ryanair: sciopero del personale il 27 ottobre
Pubblicato il 16/10/2017

TrasportiItalia

Twitter Facebook 1 condivisione

Segnatevi questa data: il 27 ottobre, cioé il primo vero sciopero dei dipendenti Ryanair.
Prima o poi doveva capitare anche alla compagnia Irlandese più famosa d'Europa: lo sciopero dei dipendenti non lascia immune nessuno.

Qualcosa sta cambiando nel mondo della Ryanair, e dopo cancellazioni, rimborsi e rivelazioni schock, ecco che i dipendenti sono scesi ufficialmente sul piede di guerra. E questa volta sembrano fare sul serio.
Nella storia delle compagnie aeree, la Ryanair restava quasi un'oasi nel deserto, visto e considerato la quasi totale assenza di agitazioni sindacali da quando la compagnia ha messo piede in Italia e anche i due precedenti tentativi di fare sciopero si erano rivelati un buco nell'acqua (novembre 2016 e febbraio 2017). La colpa di ciò, secondo il Segretario Nazionale della Fit Cisl, Emiliano Fiorentino, è il clima di terrore all'interno dell'azienda e il timore di essere licenziati se si aderisce alle manifestazioni sindacali.

Ma questa volta é diverso: i lavoratori, forti della decisione presa dalla Corte di Strasburgo lo scorso 14 settembre, sembrano davvero intenzionati a far sentire la propria voce il prossimo 27 ottobre: «La fuga di massa dei piloti da Ryanair evidentemente non è servita a far capire alla compagnia irlandese che qualcosa va cambiato, iniziando dal rispettare i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori. Per questo dichiariamo le prime quattro ore di sciopero del personale di volo, a partire dalle 14 del 27 ottobre». Dichiara Fiorentino, speranzoso che, questa volta, paura e spauracchi non facciano fare un passo indietro a chi ancora non ha preso una decisione.

Quello che é certo é che questo sciopero creerà altri disagi ai passeggeri, oltre a quelli provocati dalla maldestra gestione del personale operata dalla stessa azienda nelle settimane passate.
D'altronde, anche per i dipendenti della nota low cost, é arrivato il momento di mettere le cose in chiaro con la campagnia e arrivare a firmare un accordo vantaggioso per entrambe le parti.

Leggi anche:

Halloween: ecco i luoghi più spaventosi al mondo
Qalatga Darband: la millenaria città di Alessandro Magno torna alla luce
Il Domestikator: l'opera d'arte più controversa degli ultimi anni
Il Colosseo riapre il suo attico su prenotazione
Sant'Elena: il nuovo aereoporto sarà attivo dal 14 Ottobre