Sardegna: nuove regole per l'entrata in regione
Pubblicato il 16/09/2020

FormalitÓItalia

Twitter Facebook 2 condivisioni

Nuova ordinanza emanata dal Presidente della regione Sardegna riguardante l'ingresso nell'isola.

Spiaggia di La Pelosa, Sardegna

Spiaggia di La Pelosa, Sardegna
ę Massimiliano Trevisan/123rf

L'acqua cristallina del Mediterraneo che imita le lagune caraibiche. Un entroterra montagnoso adatto alle escursioni. Una cultura ricca di tradizioni. Non Ŕ difficile comprendere i motivi del grande successo della Sardegna. Una natura rimasta a lungo incontaminata, inserita all'interno dell'affascinante civiltÓ nuragica che completa lo splendido quadro.

Nuova ordinanza per accedere nell'Isola

L'ordinanza 43 dell'11 settembre 2020 stabilisce che chi vuole entrare in Sardegna, via mare come per via aerea, deve registrarsi preventivamente via web o via app utilizzando gli strumenti messi a disposizione dall'amministrazione regionale. In particolare, si pu˛ utilizzare lo sportello unico dei servizi della Regione Autonoma della Sardegna o l'app "Sardegna sicura". Un'ordinaza volta a contrastare la diffusione epidiemologica da COVID-19 in seguito all'impennata avuta durante i giorni di Ferragosto.

In particolare, l'articolo 10 della suddetta ordinanza, invita "tutti i passeggeri che intendono fare ingresso nel territorio regionale, provenienti dall'estero e/o dal territorio nazionale, sono invitati a presentare, all'atto dell'imbarco, l'esito di un test ? sierologico (IgG e IgM) o molecolare (RNA) o Antigenico rapido ? eseguito non oltre le 48 ore dalla partenza, che abbiano dato esito negativo per covid-19?.

I viaggiatori non in possesso della documentazione richiesta, divranno "accettare" di effettuare un tampone entro le 48 ore dall'arrivo e di comunicarne l'esito alle autoritÓ sanitarie locali. Inoltre, viene imposto da subito l'obbligo di indossare le mascherine nell'arco delle 24 ore anche all'aperto nei casi in cui non sia possibile rispettare la distanza di almeno 1 metro. I passeggeri privi di certificazione, e che verranno sottoposti al tampone in Sardegna, saranno obbligati a restare in isolamento domiciliare fiduciario fino all'esito dell'esame.