• Connettiti
My Pass Venezia: una nuova tecnologia per visitare la Serenissima
Pubblicato il 15/06/2019 6 condivisioni

SocietàItalia

Twitter Facebook 6 condivisioni

Venezia d'ora in poi è accessibile con un semplice click, grazie alla nuova app passepartout che permette di evitare le code ai musei e di prenotare parcheggi e gite in gondola direttamente dallo schermo del vostro smartphone. Ma quali saranno le conseguenze sul turismo?

<strong></strong>
© JR Photography/ 123RF

Nell'era del progresso digitale inarrestabile, le nuove tecnologie non smettono mai di sorprendere: arriva My Pass Venezia, una sofisticata applicazione in grado di guidarvi alla scoperta della Serenissima. La App è scaricabile gratuitamente da IOS o Android, abbina del mobile payment di ultima generazione a un comodo sistema di accesso diretto. In pratica si tratta di un sistema di biglietteria innovativo capace di rispondere alle esigenze del turismo contemporaneo: parcheggiare, visitare e pagare, il tutto in un'unica mossa.
Lo slogan della nuova applicazione è: "Vivi Venezia in un modo smart e innovativo" e, di fatto, questo evoluto sistema tecnologico sembra lasciar presagire l'avverarsi del sogno di ogni turista: niente più code agli ingressi, sconti esclusivi per musei ed eventi, e indicazioni utili per raggiungere qualsiasi località, anche le meno conosciute. Insomma, My Pass Venezia inaugura la frontiera più avanzata del turismo 2.0: biglietti elettronici, comodi passpartout, e una città ridotta a misura di smartphone.
Se ciò che guastava la vostra romantica gita nella Serenissima erano le file estenuanti e le interminabili ore passate a sciogliervi sotto il sole in Piazza San Marco, ora non dovrete più preoccuparvi di questi incovenienti, perché avrete il massimo controllo su ogni singolo istante del vostro soggiorno con un semplice click.

<strong></strong>
© Francesco Scatena/ 123RF

Come installarla

My Pass Venezia è l'ultimo prodotto lanciato in commercio dalla startup italiana nata a Firenze nel 2014, che negli ultimi anni ha totalmente rivoluzionato il mondo del turismo e si è da poco trasferita a Torino, ampliando in modo considerevole il numero dei dipendenti.
La tecnologia My Pass è facile, rapida e a disposizione di tutti gli utenti: per installarla è sufficiente registrare le proprie credenziali d'accesso e abbinarle al codice della carta di credito. Il pagamento con My Pass è sicuro grazie alla stretta partnership sviluppata tra l'azienda e il Gruppo Banca Sella. Il sistema di versamento diretto consente di effettuare tutte le prenotazioni, dal parcheggio dell'aereoporto, alla gita in gondola, fino alla serata al museo, semplicemente premendo un tasto.
My Pass funziona come una grande biglietteria digitale, coordinata con le altre biglietterie della città, garantendo ai clienti tutti gli sconti, le offerte e le riduzioni che otterrebbero nei punti vendita reali.

Una prenotazione sicura

Non c'è neppure il rischio di superare il proprio budget né di perdere le prenotazioni, poiché tutte le spese effettuate saranno registrate dal sistema che svilupperà automaticamente delle ricevute digitali.
Per accedere alla vostra prenotazione sarà sufficiente mostrare il voucher elaborato dalla app nell'apposita corsia privilegiata, saltando la fila ed evitando di mettere alla prova la vostra pazienza.
Non vi è dubbio che la tecnologia MyPass sembra destinata a rivoluzionare il modo di viaggiare contemporaneo, permettendo di vivere appieno una vacanza senza incorrere in inutili sprechi di tempo.

Voir cette publication sur Instagram

This is Venice too #venezia #venice #veniceitaly #venezia_in #veneziagram #veneziaautentica #venezia???? #veneziadavivere #veneziatoday #igvenezia #veneziaunica #igersvenezia #veneto #visitveneto #purabellezza #turisti #turistiavenezia #venice???? #shotz_of_venezia #shotz_of_italy #shotz_of_italia #paesaggio_italiano #fiafers #fiafersveneto #fiaferstrentinoaltoadige #fiaferspiemonte #fiaferstoscana

Une publication partagée par daniela_zaf (@daniela_zaf) le

L'allarme turismo

Impossibile tuttavia non riflettere sull'impatto che MyPass potrebbe avere sul turismo veneziano.
L'ingente flusso turistico sta mettendo in ginocchio Venezia, sempre più provata dal numero incontrollato di passeggeri che ogni giorno attraversa i suoi vicoli e i suoi canali.
La città è stata definita "sotto pressione", poiché il continuo andirivieni delle navi da crociera e dei pulmann carichi di visitatori giornalieri la stanno mettendo a dura prova. Proprio il turismo, che fatto la fortuna dell'economia veneziana, ora sta rendendo la Serenissima invivibile a causa delle lunghissime file per i monumenti, della calca soffocante per le strade e a bordo dei traghetti.
Negli ultimi anni sono state emanate varie iniziative per risolvere il problema: dalla limitazione del traffico, ai check point turisti, ai tornelli nel centro città; fino a predisporre l'ingresso limitato ai monumenti. Tutto ciò ha permesso in parte di arginare il disagio, ma di certo non di trovarvi la soluzione adeguata.

L'avvento di una città a misura di turista

I residenti nel frattempo lamentano la trasformazione di una città solo "a misura di turista": con l'inarrestabile sopravvento dei negozi di souvenir, che ormai sostituiscono gli esercizi essenziali, e le numerose abitazioni private ora adibite ad Airbnb. Il tipo di turismo è cambiato, osservano i cittadini: una volta la gente a visitare i musei e ad informarsi sulla storia di Venezia; oggi, invece, c'è solo la necessità di potere dire: "Io ho visto Venezia".
E mentre i vicoli della Serenissima sono invasi da Instagrammer, aspiranti influencer e specialisti di selfie, neonate specie dell'attuale vacanza "mordi e fuggi", non rimane che domandarsi se l'innovativa app My Pass rappresenterà uno strumento di controllo o di incentivo per il turismo veneziano.

Voir cette publication sur Instagram

Formiche. Tante. Tantissime. A perdita d'occhio. Peggio che in un giorno d'estate. Sorrido pensando a chi voleva i tornelli, li ha messi e ora li ha tolti. Tutti amano Venezia. #turistiavenezia #mordiefuggi #formiche #formicheincittà

Une publication partagée par Stefania Bolzan (@lunicadivina) le

My Pass Venezia ora permetterà di evitare ingorghi e ammorbanti file alle biglietterie, adottando la funzione di un "moderno" tornello digitale che gestisce tutto in perfetta autonomia; il che appare straordinario.
Non resta che sperare che il turista 2.0 ricordi le sacre regole dell'ordine, della disciplina e della pazienza che le massacranti file d'accesso a famosi monumenti e musei insegnavano -in un mondo ormai obsoleto, non a portata di click.