• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
La liquidazione di Air Italy, il soccorso di Ryanair e il 2020 di Vueling
Pubblicato il 12/02/2020

TransportiItalia

Twitter Facebook 1 condivisione

Nessuna possibilità di recupero: Air Italy è ufficialmente in liquidazione.

Ormai è ufficiale, dopo la soffiata data da Repubblica ieri, è arrivata la conferma, da parte di Air Italy , della liquidazione del vettore: "gli azionisti di Air Italy, Alisarda e Qatar Airways attraverso AQA Holding, a causa delle persistenti e strutturali condizioni di difficoltà del mercato hanno deciso all'unanimità di mettere la società Air Italy in liquidazione in bonis".
L'obiettivo è ora quello di ridurre al minimo i disagi per i passeggeri già in possesso di biglietti: fino al 25 febbraio tutti i voli saranno operati negli orari e giorni previsti da altri vettori.
Per coloro i quali hanno hanno prenotato voli in partenza in date successive al 25 febbraio sono invece previste soluzioni di rimborso integrale.

<strong></strong>
©sborisov/123RF

Per cercare di arginare il problema Air Italy, Ryanair ha annunciato delle speciali tariffe di salvataggio su 11 rotte da e per 7 aeroporti italiani: un'idea dei prezzi? Si parte da un minimo di 19,99 euro per i voli nazionali da e per Cagliari, Catania, Lamezia, Milano Bergamo, Milano Malpensa, Napoli e Palermo e per le rotte internazionali da Milano Bergamo a Londra Stansted e Londra Southend. Le tariffe sono attive per viaggiare da febbraio a maggio e per accaparrarsele devono essere prenotate entro la mezzanotte del 13 febbraio.

<strong></strong>
© Anton lvanov/123RF

Vueling continua a puntare sull'Italia.
Il vettore spagnolo conferma che le città di punta per il suo 2020 saranno Roma e Firenze e, attraverso un nota di Silvana Napolitano, sales manager Italy del vettore del gruppo Iag, racconta novità e obiettivi di sviluppo: "Firenze e Roma restano le nostre principali basi italiane anche per il 2020. Nel 2019 proprio lo scalo fiorentino ci ha permesso di far crescere la nostra offerta con nuove rotte - tra le quali i collegamenti con Monaco, Vienna, Praga e Bilbao (...). L'estate ci vedrà operativi con 15 rotte. A questi due aeroporti si aggiunge Milano Malpensa, dove vogliamo prenderci il nostro posto e continuare ad operare collegamenti chiave, come ad esempio la connessione con l'hub di Barcellona El Prat".
Le novità continuano e non si limitano a un incremento dei trasporti sulle città d'arte italiane ma investono anche il fronte tecnologico: "lo scorso novembre abbiamo lanciato, per la prima volta, il wi-fi a bordo su 5 velivoli e nei prossimi mesi puntiamo ad estendere il servizio a tutta la flotta. Vogliamo che i nostri passeggeri possano rimanere connessi in tutti i nostri 120 aerei senza rinunciare all'intrattenimento. A disposizione dei viaggiatori altri servizi esclusivi come Google Assistant, che permette ad esempio di fare direttamente tramite telefono check-in, o Whatsapp Chatbot per comunicare con la compagnia e ricevere più velocemente assistenza".