Pubblicato il 07/06/2013 (Modificato il 20/07/2015)

#Novità #Cuba

L'internet café arriva a Cuba

Fino ad oggi a Cuba l'accesso a internet era riservato a delle élite e ai turisti. I 118 internet café che apriranno rappresentano quindi un grande passo in avanti per il paese. Avere

Fino ad oggi a Cuba l'accesso a internet era riservato a delle élite e ai turisti. I 118 internet café che apriranno rappresentano quindi un grande passo in avanti per il paese. Avere accesso alla rete, e soprattutto alla stampa straniera, che da decenni è vietata, significa per i cubani sapere cio' che succede al di fuori dell'isola, costituisce, dunque, un insperato passo in avanti.

LIBERTA' MA SOTTO SORVEGLIANZA

Prima di poter accedere a uno dei 118 internet café, i cubani dovranno provare la loro identità, ma questo non deve sorprendere in un paese dove ogni cosa è sottoposta a una stretta sorveglianza. Non solo, tutti coloro che desiderino conettersi alla rete dovranno accettare le condizioni di utilizzo del servizio, secondo cui "è vietato utilizzare servizi che possano mettere in pericolo la pubblica sicurezza, l'integrità, l'economia, l'indipendenza o la sovranità nazionale".

LIBERTA' A PAGAMENTO

Ma non bisogna farsi troppe illusioni. Se il costo per la connessione puo' sembrare abbordabile per i turisti e gli espatriati, a Cuba, paese dalla doppia economia e doppia moneta, gli abitanti hanno un livello di vita molto basso. E il costo di accesso a internet, 3,44 euro all'ora, rappresenta un po' meno di un quarto del salario medio locale.