• Connettiti
Viaggio noioso? Non più con Flixbus, che lancia la realtà aumentata a bordo!
Pubblicato il 10/01/2019 2 condivisioni

NovitàStati Uniti

Twitter Facebook 2 condivisioni

Flixbus si conferma come una delle compagnie di trasporto più giovani e innovative con il lancio di una fase sperimentale di VR a bordo, per fornire ai viaggiatori esperienze in realtà aumentata che possano rendere più piacevole e veloce il viaggio.

A bordo di Flixbus il viaggio sarà anche virtuale!

A bordo di Flixbus il viaggio sarà anche virtuale!
© Jozef Polc/123RF

Intrattenere i passeggeri a bordo è ormai parte integrante dell'esperienza di viaggio, e sono molte le compagnie che decidono di investire nel settore per assicurare viaggi meno "noiosi" possibili. Flixbus , compagnia low cost di trasporto via bus nata in Germania, e da poco arrivata negli Stati Uniti, ha deciso di sperimentare proprio con la clientela d'oltreoceano l'esperienza in realtà aumentata.

Su alcune tratte a lungo raggio da e per Las Vegas saranno difatti forniti lettori VR gratuiti per far passare rapidamente il viaggio attraverso 50 giochi a realtà aumentata e persino esperienze di viaggio virtuale. I VR saranno disponibili per le tratte da Tucson, Phoenix, Los Angeles e San Diego, per una fase sperimentale che durerà appena tre mesi. A usufruirne saranno i passeggeri che viaggeranno con biglietto panoramico.

L'headset sarà un Pico Goblin 2 fornito da Pico Interactive, mentre contenuto e futuri aggiornamenti del software utilizzato saranno a cura di Ingflight VR, leader nel settore e specializzata proprio nell'intrattenimento in viaggio, lavorando già con le aree lounge degli aeroporti e le compagnie aeree.

Per confermare il servizio a bordo, Flixbus raccoglierà i feedback dei passeggeri, soprattutto sull'utilità del servizio e sulla presenza (o assenza) di eventuali effetti collaterali come le vertigini. Seppur brevemente, l'esperienza era già stata testata a bordo di alcune tratte in Spagna e Francia, e i commenti dei passeggeri che ne hanno usufruito parrebbero essere davvero positivi.

Per ottimizzare l'uso del dispositivo questo verrà fornito esclusivamente sui percorsi con il maggior numero di rettilinei ed evitato su quelli più tortuosi, onde evitare sgradevoli sensazioni a chi vorrà provare i lettori.

La sperimentazione dell'uso dei VR a bordo conferma Flixbus come una compagnia orientata verso le nuove tecnologie e con approccio giovane al viaggio in bus. Se anche gli Stati Uniti accoglieranno bene l'esperimento, presto i VR potrebbero far parte dell'equipaggiamento standard di chi viaggia con Flixbus.