• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
Moving Culture: il progetto italiano a impatto 0 per "muovere la cultura"
Pubblicato il 21/02/2018

TransportiItalia

Twitter Facebook 9 condivisioni

Alzi la mano chi non ha ancora capito quanto Flixbus sia importante per i giovani italiani. Arriva il progetto Moving Culture; valorizzazione e scoperta del patrimonio italiano a bordo dei famigerati autobus low cost e rispettosi dell'ambiente.

Muovere la cultura rispettando l'ambiente

Muovere la cultura rispettando l'ambiente
© bwylezich/123RF

Accedere alla cultura in modo sostenibile.
Questa è la mission del progetto Moving Culture, realizzato da FlixBus in collaborazione con l'Associazione Italiana Giovani per l'Unesco che ha come obiettivo quello "di coinvolgere concretamente la società civile in attività culturali", come spiega la responsabile di comunicazione per la Lombardia Chiara Italiano.

Per avere un'idea più chiara dell'iniziativa:
Flixbus collega già 30 dei 53 siti Unesco in Italia, e per il 2018, aumenteranno di altri dieci per poi coprire tutto il patrimonio nel medio periodo. "Abbiamo la stessa visione e gli stessi desideri -commenta Andrea Incondi, country manager Italy di FlixBus, che si è battuto per la cancellazione dell'emendamento galeotto- unire le forze per far qualcosa di bello per il nostro Paese".

Un progetto Social

E come documentare questa fantastica iniziativa? Ovviamente attraverso i social!
Saranno prodotti 10 brevi documentari dai volontari dell'Associazione Italiana Giovani per l'Unesco che fungeranno da guide per i futuri fruitori del servizio; gli elaborati verranno poi veicolati sui canali social di Flixbus e dell'associazione. In più saranno prodotte 10 guide di alcuni siti Unesco, disponibili al dowload per i passeggeri dell'estate 2018.

Muovere la cultura attraverso giovani motivati alla valorizzazione del proprio territorio con l'aiuto di FlixBus, che in qualità di operatore di mobilità, si batte da sempre per ridurre al minimo il proprio impatto ambientale, monitorando l'efficienza dei suoi mezzi in termini di consumo di carburante ed emissioni di gas serra. Si viaggia a impatto zero compensando le emissioni di CO2 del proprio viaggio tramite il pagamento volontario di una piccola quota aggiuntiva sul costo del biglietto, che contribuisce a finanziare i progetti certificati di Atmosfair, partner di FlixBus per la tutela del clima.