Pubblicato il 19/06/2015

#Transporti #Italia

EasyJet, pił aerei a Milano ma tagli su Fiumicino

La compagnia britannica EasyJet ha annunciato quest'oggi che chiuderą la base di Fiumicino perchč "genera ritorni inferiori rispetto alle altri basi". In compenso, la compagnia britannica punta adesso su Malpensa, Venezia... e Barcellona.

Un altro triste episodio per l'Aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci. Dopo l'incendio di un mese fa, la recente chiusura per un presunto allarme tossico e la riduzione dei voli giornalieri di AirFrance-KLM verso Roma, anche la low cost britannica EasyJet ha deciso di fare marcia indietro.

Ridimensionamento a Fiumicino
licence creative commons

Ridimensionamento a Fiumicino © TIM ANDERSON

A partire da aprile 2016, la compagnia smantellerą la base di Roma Fiumicino. Proseguiranno i collegamenti da e verso il capoluogo romano, ma gli otto aerei ora basati al Leonardo da Vinci verranno redistribuiti nelle altre basi italiane. "I costi aeroportuali sono troppo alti, e la base di Roma Fiumicino genera ritorni inferiori rispetto alle altre", si giustifica EasyJet. Ad aggravare la situazione, la concorrenza di altre due compagnie low cost che operano nella capitale italiana: Ryanair e Vueling.

Nessuna conseguenza negativa dal punto di vista occupazionale, perchč verrą proposto ai 300 dipendenti coinvolti (di cui 100 piloti) di trasferirsi nelle altre basi italiane della linea aerea britannica. EasyJet conferma comunque il proprio impegno a collegare il Bel Paese con il resto d'Europa grazie a un nuovo piano di espansione: "Aumenteremo la nostra presenza a Milano, Napoli e Venezia, aree in cui riteniamo ci siano maggiori opportunitą di crescita sostenibile di lungo periodo", spiega l'amministratore delegato Caroline McCall.

Pił aerei a Milano e Napoli e una nuova base a Venezia

La nuova strategia di Easyjet prevede il rinforzo delle basi gią esistenti a Milano Malpensa e a Napoli, e l'apertura di una nuova base all'aeroporto Marco Polo di Venezia dal prossimo aprile.

La compagnia ha anche annunciato l'apertura di una nuova base a Barcellona (Spagna) a partire da febbraio.