Branson annuncia che la Virgin Galactic è pronta per lo spazio: i primi viaggi già a fine dicembre!
Pubblicato il 06/12/2018 1 condivisione

TrasportiStati Uniti

Twitter Facebook 1 condivisione

La corsa al turismo spaziale potrebbe essere arrivata alle sue battute finali: Richard Branson ha dichiarato alla CNN che Virgin Galactic è pronta a mandare i primi "astronauti" in orbita già questo dicembre. E il primo passeggero sarà proprio il fondatore della compagnia aereospaziale.

Il turismo spaziale è sempre più vicino!

Il turismo spaziale è sempre più vicino!
© 1971yes/123RF

Un argomento caldo di questi ultimi mesi, soprattutto dopo la vendita del primo biglietto turistico per lo spazio da parte di Space X, che ha spinto a velocizzare il processo per i primi viaggi spaziali. A rincarare la dose Richard Branson, fondatore di Virgin Galactic, che intervistato da CNN Business ha annunciato con candore di essere fiducioso dell'inizio di un turismo spaziale già entro la fine dell'anno.

«Abbiamo un brillante gruppo di astronauti che credono letteralmente al 100% al progetto e gli daranno il loro tutto» ha dichiarato a CNN.
I primi viaggi nello spazio saranno effettuati da piloti professionisti senza turisti a bordo. Sarà proprio Branson il primo passeggero, e una volta collaudato il format anche i viaggiatori paganti potranno varcare i confini terrestri.

I viaggi spaziali avverranno a bordo della SpaceShipTwo, aereo/razzo a propulsione di Galactic, già accuratamente testato a terra a quote più basse. I test che seguiranno saranno più "pericolosi", con i piloti che voleranno a bordo dell'areo spaziale a 2300 miglia orarie.
Proprio all'inizio del 2018 la Virgin Galactic aveva ripreso i voli di collaudo motorizzati del nuovo SpaceShipTwo, denominato VSS Unity. L'ultimo test risale al mese di luglio, e ha inviato l'aereo prova a un'altitudine di 32,3 miglia. Obiettivo, quello di raggiungere le 50 miglia sopra la superficie terrestre, altitudine che trasformerà i passeggeri in veri e propri astronauti!

E a proposito della concorrenza con la Blue Origin di Jeff Bezos e della Tesla Space X di Elon Musk, Branson ha dichiarato «Elon ha fatto cose straordinarie. E noi speriamo di fare cose straordinarie. Jeff, ne sono sicuro, farà cose straordinarie. Ma la Virigin Galactic sarà la prima».

D'altra parte la corsa al turismo spaziale, vista anche la domanda ingente, non è certo immune da problemi, e ricordiamo che il progetto di volo dello SpaceShipTwo, nato nel 2004, aveva già tentato la via dei test nel 2014, via poi interrotta a causa di un incidente che uccise uno dei co-piloti. Nonostante l'iniziale volontà di arrestare il progetto, il sostegno dimostrato dai clienti che già hanno acquistato i biglietti (a ben 250mila dollari l'uno!) ha fatto prendere a Branson la decisione di continuare. Oggi il fondatore di Virgin è fiducioso e conta di far viaggiare i futuri 650 "astronauti" che hanno creduto nel progetto, quasi undici anni fa ormai, quanto prima.

A noi non resta che attendere l'esito dei test finali, che comproveranno la sicurezza assoluta dei viaggi, e aspettare, un giorno, di mettere anche noi piede sulla luna.

L'originale intervista di CNN Business alla Virgin Galactic