Pubblicato il 28/10/2019

#Curiosità #Canada

Nessuno dirà più "signore e signori" sui voli Air Canada

Maschile o femminile? La questione di genere rappresenta uno dei temi più complessi della società contemporanea. In Canada l'utilizzo del genere neutro è stato approvato nel 2018 e, poco dopo, anche la compagnia nazionale Air Canada ha scelto di seguire le direttive governative, abolendo la dicitura di genere.

"Signore e signori, benvenuti a bordo del volo 1826, in direzione di...", una frase apparentemente di rito e sicuramente banale, sia per l'equipaggio che per molti passeggeri.
Se questa formula però causasse dolori a chi non si riconosce né nella categoria dei signori né in quella delle signore, avrebbe ancora senso adoperarla?

© Barbara Helgason/123RF

Questa frase superficialmente gentile, scarnificata e privata di una qualsiasi riflessione collaterale viene adottata da tutte le compagnie aeree e pronuciata durante ogni volo dal capo cabina, qualche minuto prima del decollo.

Ma Air Canada, sorprendendo molte sue concorrenti, ha deciso di abbandonare una formula tanto desueta, e talvolta emarginante, avviando un'iniziativa volta a sopprimere tutte le denominazioni di genere dai manuali degli agenti di bordo, sostituendole con la neutra e onnicomprensiva formula: "buongiorno a tutti".

Se un primo passo verso il superamento di certe convenzioni è stato fatto, il merito è sicuramente di uno Stato, quello canadese, che ha dato l'esempio ai propri concittadini ammettendo, dal 2018, la possibilità di scegliere il genere X, oltre a quelli maschile e femminile, per diversi documenti ufficiali, tra cui il passaporto e la carta d'identità, dimostrando la propria serietà più con i fatti che con le parole.

Altri articoli proposti dall'autore