• Connettiti

I vaccini per viaggiare

Consigli pratici

Mentre in Europa il freddo toglie la voglia di uscire e la primavera sembra un miraggio lontano, programmare un viaggio al caldo non è per niente una cattiva idea.

Tuttavia, per alcune destinazioni, soprattutto quelle in cui il clima è caldo e umido, è necessario prendere le dovute precauzioni, specie per quanto riguarda la prevenzione sanitaria. Rivolgendosi al proprio medico curante o a una ASL, si potranno ottenere tutte le informazioni ed effettuare le vaccinazioni richieste o consigliate.

La fascia equatoriale dell'Africa e dell'America latina sono le aree in cui è più alto il rischio di contrarre malattie anche gravi durante il viaggio. Ma non sono esclusi pericoli in altre regioni. E, a meno che non si sia diretti in un Paese europeo o in Nord-America, è sempre bene informarsi prima della partenza e adottare le eventuali misure preventive.

Il Regolamento Sanitario Internazionale stabilisce come obbligatorio soltanto il vaccino contro la febbre gialla. Secondo il documento, tutti i viaggiatori diretti nelle aree a più alto rischio di contagio (Africa centrale e occidentale a sud del Sahara) devono essere in possesso del Certificato Internazionale di Vaccinazione. Altri Paesi, generalmente sicuri, ma in cui si sono manifestati casi isolati di febbre gialla specie nelle aree rurali, richiedono lo stesso certificato a chi provenga o abbia fatto scalo nelle zone ad alto rischio.

Il vaccino ha una validità di dieci anni e viene somministrato nei Centri Vaccinazione autorizzati dal Ministero della Salute.

In gran parte dell'Africa, in India e in parte dell'America centrale e meridionale, è molto diffusa la malaria. Per questa malattia non esiste un vaccino, ma, in rapporto al tipo di soggiorno che si intende fare (un soggiorno in città o in aree rurali) e alle condizioni di salute del viaggiatore, il medico saprà consigliare la chemioprofilassi adatta.

Una volta sul posto è comunque d'obbligo adottare un comportamento corretto per prevenire ogni rischio. La malaria è una malattia che viene trasmessa dal morso delle zanzare. E' dunque consigliabile proteggersi con zanzariera e repellente contro gli insetti e dormire, se possibile, in una camera climatizzata.

La febbre gialla e la malaria sono le malattie più diffuse e spesso più pericolose, ma per chi viaggia in alcuni Paesi è consigliabile vaccinarsi anche per altre malattie, come l'epatite, l'encefalite giapponese e la meningite. Sul sito della Farnesina, si possono trovare tutte le informazioni Paese per Paese.

Tutti i consigli pratici