Viaggi Papuasia occidentale - Guida Papuasia occidentale con Easyviaggio
  • Connettiti
  • Papuasia occidentale, Indonesia
    © iStockphoto.com / Bulent Ince
   
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Papuasia occidentale

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica

Guida di viaggio

Una volta arrivati in Papuasia, siete all'estremità dell'Indonesia. Lì finisce l'Asia e inizia l'Oceania. La Papuasia della quale si parla è occidentale e condivide la terza isola più grande del pianeta con il vicino stato indipendente di Papua Nuova Guinea. Qui ci si trova lontano dalla frenesia delle megalopoli indonesiane. Le due città principali della Papua Occidentale, Jayapura e Manokwari, censiscono non più di 200.000 abitanti ciascuna. Fuori da questi due centri urbani, il resto del territorio è selvaggio e si presta a entusiasmanti avventure. Allacciate le scarpe, prendete lo zaino e partite alla scoperta di questa regione selvaggia, lontano dalle civiltà occidentali. Cercate soprattutto un contatto umano con gli abitanti del luogo, i papuani, ultimi eredi di una cultura asiatico-oceanica unica al mondo!

I consigli della redazione

È sconsigliabile recarsi in Papuasia tra dicembre e febbraio. È il periodo più piovoso. I mesi estivi sono i più piacevoli per un soggiorno. Cosa mettere in valigia? Prendete con voi indumenti leggeri, le temperature restano alte tutto l'anno. Evitate comunque gli abiti troppo provocanti. L'ideale sarebbe partire senza essere troppo carichi: potrete acquistare T-shirt o giacche a vento sul posto senza spendere una fortuna. In inverno non c'è un gran bisogno di coprirsi, comunque procuratevi un golfino di lana se andate in alta quota. Durante la stagione delle piogge, gli indumenti di cotone sono i più confortevoli in quanto il caldo rimane intenso. Portate con voi un impermeabile e delle calzature che non temono l'acqua! Per quanto riguarda le medicine, i cambiamenti delle abitudini alimentari possono provocare dolori di stomaco (bruciori, ecc.) : mettete in valigia delle pastiglie in caso compaiano questi disturbi. Sottoponetevi anche ad un trattamento antimalarico. Un'ulteriore precauzione: fate fotocopie del vostro passaporto e delle copie delle vostre fototessere, poiché vi saranno utili in caso di perdita dei documenti.

I più

  • +Il turismo non ha ancora snaturato l'atmosfera.

I meno

  • -Alcune zone della Papuasia sono molto lontane se non addirittura isolate dal resto del mondo.
  • -Per gli stomaci delicati servono alcuni giorni per adattarsi alla cucina locale.

Gastronomia

La gastronomia locale non ha nulla di fantastico e può sembrare anche strana. La maggior parte dei piatti sono a base di Sagù, una pasta che si ottiene grazie alla polpa della palma da sago. Si trovano anche molti tuberi come la patata dolce, ma anche fagioli e zucche. La carne si limita soprattutto a insetti e rettili: larve, cavallette, salamandre, grilli, serpenti, ecc. Si trovano infine molti frutti che aiutano a far passare il resto dei pasti... Potrete mangiare all'ora che preferite. Si trovano numerose trattorie all'aperto, ma anche mercanti ambulanti che cucinano per strada. Se sentite la mancanza di una buona bistecca con patatine fritte all'occidentale, ne troverete forse nei ristoranti dei grandi hotel, ma c'è il rischio che sia molto meno buona che in Europa e soprattutto molto più cara rispetto ai piatti locali.

Souvenirs e artigianato

La Papuasia non è un paradiso per lo shopping. Non troverete grandi cose da portare a casa, se non prodotti dell'artigianato locale che è piuttosto ricco e particolarmente vivace. Lo sviluppo del turismo ha incoraggiato il movimento (scultura su legno, articoli di vimini, tessuti, marionette di pelle). I negozi sono aperti sei giorni a settimana. Gli orari sono variabili ma molti chiudono tra le 14:00 e le 16:00. Nei centri commerciali potete solitamente fare acquisti fino alle 21:00.

Papuasia occidentale : Scopri le nostre città