Pondicherry

  • © PRASANTH K. RAJ / Shutterstock
Emma Sansone
Emma Sansone Esperto della destinazione India

Sul porto di Pondichery (o Pondicherry) aleggia ancora il profumo coloniale francese di un tempo. Esiste ancora qualche nome di strada francese in questa città cosmopolita abitata da creoli, franco-pondicherriani, tamil, e qualche francese di antica stirpe nella "città bianca".
L'ex colonia delle Indie orientali è accerchiata da un viale circolare e da strade divise in settori, disposte a scacchiera. Un canale divide la città in due da nord a sud.

Ritrovate il fasto delle residenze storiche, dello stile architettonico dai molteplici influssi, con giardini ombreggiati circondati da colonnati. Passeggiate lungo il viale Goubert in riva al mare.
Passate davanti alle statue di Gandhi e di Giovanna d'Arco, prima di bighellonare nell'animato giardino pubblico del centro, vicino alla biblioteca Romain-Rolland. Visitate la città indiana con il suo quartiere musulmano, intorno alla moschea.
A sud, respirate l'odore delle piante esotiche del Giardino botanico e, risalendo più a nord, gironzolate nel Grand Bazar e nella strada commerciale di Nehru Street.
Sul vostro cammino, osservate Notre-Dame-de-l'Immaculée-Conception, costruita sotto Luigi XVI. Pondichery è anche l'ashram di Sri Aurobindo e, a 5 km, Auroville, concepita da un architetto francese.
La "città dell'aurora" (circa 1.000 abitanti) è l'opera utopica di un'esperienza comunitaria internazionale, alla scoperta di un nuovo senso della vita. A Pondichery, informatevi alla Boutique d'Auroville.

Altrove nel mondo
Tamil Nadu : Motore di ricerca Vacanze
  • Vacanze
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Auto