• Connettiti
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio
Zoom su Viaggio in Cina: 10 cose da sapere

9 - L'etiquette cinese: regole di base del galateo

Viaggio in Cina: 10 cose da sapere © Copyright

Paese dalla forte cultura, particolarmente tradizionale, in Cina rispettare il galateo ha il suo peso. Intricata, l'etiquette cinese risponde a dei comportamenti formali che conviene imparare. Soprattutto se si desidera fare la figura del keqi, ossia "dell'ospite beneducato".

Alcune regole d'educazione, facili da memorizzare, potranno facilitare gli scambi.
Per presentarsi o salutare, per esempio, è appropriato una leggere stretta di mano, accompagnata da una piccola inclinazione del capo. Da evitare assolutamente baci o abbracci. Inoltre, i biglietti da visita sono preziosi: bisogna dargli e ricevergli con due mani e, una volta ricevuti, prendere il tempo di guardarli con attenzione prima di riporli in tasca o in borsa.
Per rivolgersi al proprio interlocutore, bisogna di solito utilizzare il cognome a cui si aggiunge il titolo: il dottor Bianchi diventa allora "Bianchi dottore". In regola generale, la persona si presenta dando prima il cognome e poi il nome. Chiamare qualcuno per il nome di battessimo è considerato un segno di grande intimità: lo si riserva ai famigliari o al compagno/a.

Alcuni gesti sono particolarmente mal giudicati. Indicare con il dito una persona, per esempio, è considerato un comportamento molto maleducato, molto di più che in Italia. Toccare la testa di qualcuno, anche un bambino, come in molti paesi asiatici, è inaccettabile.

Alzare la voce, o innervosirsi apertamente, è ancora un comportamento da evitare. Non solo metterebbe in imbarazzo il proprio interlocutore ma gli "farebbe perdere la faccia". D'altro canto, la modestia è un must. Non si dotrà ricevere un complimento di primo achitto, magari ringraziando, ma al contrario si cercherà sempre di sminuirsi. Un comportamento simile si ritrova durante un eventuale scambi di regalo. Il regalo non sarà mai accettato immediatemente ma, d'altro canto, rispettando l'etiquette, starà alla persona che offre il presente di insistere più volte per permettere al proprio ospite di accettarlo. Uno stesso ragionamento va fatto quando si offre da bere o da mangiare. Non bisognerà considerare il primo "No, grazie" come veritiero.

In Cina, infine, la puntualità è d'obbligo. Nel caso di un ritardo, anche leggerissimo, è consigliato telefonare per avvertire. Da sapere per un appuntamento, alle ore dei pasti: di solito si pranza verso mezzogiorno e si cena verso le 18h00.

A tavola anche, ci sono regole da rispettare. Non bisognerà mai, per esempio, piantare le proprie bacchette verticalmente nella propria ciotola di riso. Si tratta di un simbolo di morte, considerato particolarmente nefasto. Infine, seduti a tavola, si deve aspettare che la persona più anziana inizi mangiare prima di cominciare.

Come spostarsi: i trasporti Cosa leggere e vedere