• Connettiti
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio
Zoom su Il Tour al via: vacanze in bicicletta, dove e come

2 - Dal contachilometri all'ammiraglia: come viaggiare

Il Tour al via: vacanze in bicicletta, dove e come © Copyright

Praticità e leggerezza. Sono due le parole chiave di un viaggio in bicicletta organizzato. Che partiate vicino o lontano, per pochi o molti giorni, il vostro compagno di viaggio sarà una bilancia impietosa nei momenti di stanchezza, in salita come in discesa.
E' per questo che la ripartizione dei pesi è una tappa fondamentale del pre-partenza.
La soluzione più semplice per garantire equilibrio alla vostra adorata due ruote, è di optare per le sacche laterali. Posizionate a cavalcioni della ruote anteriore, garantiranno una ripartizione del peso senza rimpianti, e una scelta obbligata di abbigliamento.

Il consiglio è rivolto in particolare alle quote rosa: non cercate l'occasione, i sandali con il tacco, gli accessori da serata. Non vi serviranno. Dopo quattro o sei ore di pedalata (eh oui mesdames!) avrete solo voglia di fare una doccia calda, indossare gli abiti più comodi, rifoccilarvi e riposarvi. Un buon paio di scarpe da ginnastica di ricambio e un paio di sandali per le serate calde saranno più che sufficienti.
Scegliete l'abbigliamento in base al peso. Tra i fondamentali, una felpa per le sere più fresche, calze di ricambio, i guantini e un k-way per la pioggia (ne vendono di appositi per la bici, con copertura mani, cappuccio regolabile con visiera e una specie di "coda" per proteggere il retro dagli spruzzi della ruota). Delle canottiere antitraspiranti possono essere un accessorio utile durante lunghi percorsi estivi, per evitare la sgradevole sensazione di "bagnato" data dal sudore.

Un ultimo punto meritano gli accessori. Insieme alle sacche laterali e ad un motivante contachilometri potrebbe tornarvi utile un marsupio, di quelli che si attaccano al manubrio e che permettono sia di inserire gli effetti personali (sono più decisamente capienti dei marsupi da vita!), sia di avere costantemente sotto il naso una cartina, protetta da una copertura trasparente. Per verificare il percorso è ottima. E se partite in gruppo, una macchina o un furgoncino al seguito puo' essere un'idea per salvarvi dai momenti di più grande fatica.

Gli itinerari classici b&b, tenda, hotel: dove dormire