• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio
Zoom su Giordania 2012, la bellezza sospesa

1 - Amman, immersione

Giordania 2012, la bellezza sospesa © Copyright

Sette colli, oltre tremila anni di storia sulle spalle: è una sfida all'orientamento geografico e ai riferimenti storici, Amman. Allungata in un'infinita distesa di edifici squadrati "la città bianca" ondeggia come Roma fra colli e pianura, testimone impolverata di un eredità culturale che la volle semita, greca e poi romana, prima di vederla inglobata dalla potenza ottomana.
Pedina importante nel flusso commerciale che dall'Arabia Saudita trasportava per tutto l'attuale Medioriente incensi, tessuti e ricchezze, Amman si presenta oggi in pieno cambiamento.

Ad interrompere il monotono velo architettonico che la caratterizza sono soprattutto i quartieri sud-occidentali, in pieno fermento: svettano qui le costruzioni più futuriste, senza contare che il rientro di alcuni label dell'hotellerie ha concretizzato lo sforzo della capitale di affermarsi a livello internazionale. E' qui che prende forma la vetrina della capitale, un biglietto da visita che dall'aeroporto al centro sfoggia raccordi, grattacieli e un ponte sospeso (il ponte d'Abdoun) che è l'anello di congiunzione mancante con il frizzante quartiere Jabel.

Alle sue spalle domina la Cittadella, con il teatro romano sottostante principale riferimento turistico cultura le della città. Quotidianamente aperto al pubblico, il Jebel al-Qala'a conserva traccia del nucleo originario dell'antica di Rabbath Ammon (in epoca semita), fondata poi da Alessandro Magno (nel 332 a.C.) e quindi divenuta parte dell'Impero Romano: il sito testimonia in architettura il passaggio dalle credenze pagane al Cristianesimo (imposto nel 324 a.C. da Costantino come religione ufficiale), quando l'antica Philadelphia si abbelli' del teatro sottostante e dell'Odeon, famoso per la sua acustica. Fra gli edifici più imponenti restano i ruderi di un antico palazzo degli Omayyadi (dell'VIII secolo d.C.), della basilica bizantina, del tempio di Ercole, all'interno di un sito dal quale è possibile godere di una profonda panoramica sulla città.

In questa mistione di antico e moderno si offre Amman agli occhi di chi per la prima la visita: porta d'ingresso del Paese, riserva qualche indirizzo da scoprire. Come quelli di Rainbow Street, sulla collina di Jabel Amman.

Rainbow street: Amman creativa