• Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Zoom su 150 anni CAI, uno sguardo alla montagna

8 - Che cima è quella? La risposta è sullo smartphone

150 anni CAI, uno sguardo alla montagna © Copyright

Grazie alle nuove tecnologie gli amanti della montagna hanno a disposizione molto più di una semplice bussola. Ecco le app consigliate dagli esperti delle vette. Costano meno di 4 euro l'una.
Mountain Live Explorer , disponibile solo per Android a 3,49 euro, funziona così: si punta il proprio smartphone verso una cima, come per fare una fotografia, e l'app è in grado di riconoscerla, fornire nome e caratteristiche, disegnando una mappa satellitare dei dintorni. Mountain Live Explorer è disponibile in versioni differenti in base alla catena montuosa cui si è interessati. L'edizione che segnalamo è, naturalmente, quella relativa alle Alpi.
Funziona in maniera simile Peak.AR, disponibile sia per Android sia per iPhone.

Queste due app "rafforzano" la macchina forografica del telefono attraverso la cosiddetta "augmented reality". Una terza applicazione, invece, utilizza una tecnologia differente e disegna una mappa in bianco e nero sullo smart phone (vedi foto) a partire da luogo in cui ci troviamo.
PeakFinder Alps non ha bisogno di una connessione telefonica o wi-fi: si appoggia al sistema GPS del telefono e, in base alla nostra posizione, ci mostra le vette circostanti. Il funzionamento varia leggermente in base al cellulare utilizzato (non tutti hanno una bussola o un ricevitore GPS): in alcuni casi si dovrà inserire le proprie coordinate manualmente.
Questa app permette di conoscere anche i nomi delle cime più lontane, mentre le prime due, che usano la macchina fotografica, fanno fatica a riconoscerle, fermandosi a pochi chilometri di distanza dall'obiettivo del nostro smartphone.

Dall'alloggio al cibo, come risparmiare in alta quota Musica in montagna: la nostra selezione eventi