Hotel 236 Hurumzi Hotel 2 stelle
Easyesperti
236 Hurumzi Street Stone Town, Tanzania -
Guarda la mappa
Paola Kim Simonelli Capo rubrica

Praticamente un'istituzione fra gli alberghi di Stonetown, il 236 Hurumzi sfoggia uno stile che gli è proprio. Zanzibarino ma dai colori sgargianti, quasi kitch per alcuni, la ricchezza dell'arredamento è la parola d'ordine. In palazzi antichi e corridioi all'aperto, l'hotel resta un indirizzo classico per molti.

+
  • Standard internazionale
  • Fascino
  • Cuore
  • Volo
    Confronta tutte le tariffe

    Prezzo a notte - Trova in 0 partner
    Vedi altri prodotti
    • Posizione

      5.2 /10
    • Alloggio

      7.00 /10
    • Infrastrutture

      7.00 /10
    • Restauro

      7.25 /10
    • Da sapere

    • Al 236 di Hurumzi Street (sorprendente), una delle strade principali di Stonetown. Nel cuore della città vecchia, si è a 5 minuti a piedi delle principali attrazioni. Contare buoni venti minuti per raggiungere l'aeroporto.

      • Centrare sul centro città
      • Centrare sull'hotel
      • Altri hotel
      • Punti di interesse
    • In tradizione con l'eccletismo di cui si vanta, ci sono 24 camere all'hotel. E nessuna uguale all'altra. D'altronde per evidenziare l'originalità di ciascuna, le stanze non portano neutrali numeri ma rispondono ai dei nomi ben precisi. Sonorità swahili o medio-orientali si danno appuntamento, ovviamente, per declinarsi nelle camere "Zenana", "Lavander" e così via. Il nome, come dotato di un potere magico, ne definisce l'essenza. Alla sola lettura si perscepisce il colore, lo stile o la posizione del proprio alloggio.

      Dimensioni permettendo, tutte sono arredate con l'alto letto zanzibarino. Se la primissima categoria rimane strettina, esiguità dei palazzi antichi oblige, le si deve riconoscere lo stile proprio dell'hotel che passa innanzitutto dall'uso di tessuti sgargianti per copriletti, cuscini e alle volte anche pareti e per un arredo piuttosto "carico" fatti di oggetti raccolti qua e là, ma con la metodicità del propretario.

      Salendo di categorie si sale di stile, prevedibilmente. Fra le camere degne di nota quelle sul tetto, che rispondono ai nomi di "North", "South", "East" and "West". Pragmatico. La "South" si propone con una stanza da letto più piccolina ma che viene addolcita dal terrazzino e l'angolo "bagno" all'aperto. Peccato solo per l'orientamento, non lontana dalle finistre delle cucine del ristorante a seconda del vento si può essere disturbati dagli odori di cibo. In cima alla lista trona la "Keep Suite": stanza da boudoir sfarzosamente arredata (anche troppo, si soffoca quasi) che incita a rilassarsi sulla mini terrazza sul tetto privata. Deliziosa.

      La principale qualità delle camere dell'hotel è quella di disporre ognuna di un dettaglio di fascino: una prima si affaccia su di un cortile e il suo balcone intagliato di legno, una seconda si vanta di una piccola terrazza privata, per la terza si trova una vasca da bagno all'aperto ma strategicamente al riparo di occhi indiscreti, una quarta si nasconde nella sua decò di boudoir moresco, per una quinta si accede attraverso portali e scalette e una sesta si conclude con un angolo da thé e i suoi cuscini variegati.
    • In un antico palazzo di Stonetown, come si vuole per ogni hotel che si rispetti della città di Pietra, una reception dal legno oscuro si apre sulla strada. Non molto spazio ma il tono è dato appena posato il piede.

      In una ricerca di decò risolutamente chic ma con un amore per i colori, gli oggetti (tanti) e le arti tradizionali, il 236 Hurunzi si intrallaccia in vari edifici, spavaldo del suo continuo successo. All'edificio principale se ne sommano ormai altri due alti, uniti da verdeggianti passerelle aree che sovrastano i patii fioriti. Corridoi, lunghe e ripide scale, patii aperti si intrallacciano in un dedalo non sempre facile da interpretare. Fortunatamente il personale è numeroso e saprà sempre indicarvi la strada con un piacevole sorriso.
    • Uno dei marchi dell'hotel, senza ombra di dubbio. Sito sulla terrazza del tetto, con vista sulle cupole, balconi e vicoli di Stonetown fu uno dei primi a offrire una panoramica sui tetti di Stonetown. Apparecchiato per i tre pasti principali non sarà possibile approfittare degli spazi in un altro momento della giornata. Peccato. Come cucina il melange internazionale tipico di Stonetown: speziato, indiano, orientale e europeo.
    • Antico Emerson & Green, dal nome dei due proprietari, la separazione della coppia ha provocato la scissione dell'hotel. Il primo ha conservato il nome, il secondo l'hotel ma ribattezzato.

    Attrezzatura

    • Parcheggio
    • Ristoranti
    • Internet
    • Aria condizionata
    • Spazio benessere

      salone di bellezza, sauna

    • Piscina
    • Sport

      tennis, calcio, fitness

    i vantaggi

    • La posizione centralissima
    • Il suo ristorante sul tetto, fra i primi
    • L'arredo marcato, firma dell'hotel

    gli svantaggi

    • Le dimensioni delle stanze

    I pareri dei viaggiatori sull'hotel

    - 0
    Hotel vicino a Stone Town
    • Mbweni Ruins Mbweni Ruins Mbweni Ruins
      • Easyopinioni -
      • Valutare il prezzo 6.98
      • Posizione 3.0

      Aperto da 12 anni, uno degli indirizzi storici dell'isola, il Mbewni Ruins è un simpatica fusione tra un fascino antico e una piccola struttura dai mezzi modesti. In un giardino lussureggiante - vale la pena di dirlo - poche camere caratterizzano questo piccolo hotel dall'accoglienza assolutamente calorosa.

      Da
      vedere l'offerta
    • Zanzibar Palace Zanzibar Palace Zanzibar Palace
      • Easyopinioni -
      • Valutare il prezzo 6.8
      • Posizione 8.3

      In palazzo di inizio XX secolo nel cuore dei vicoli, il Zanzibar Palace si declina nell'atmosfera che si desidera respirare nella Città di Pietra. Alti soffiti, scale in legno e poche camere definiscono l'hotel. Maggiormente frequentato da coppie o gruppi di amici, può arrangiare anche le famiglie.

      Da
      vedere l'offerta
    • The Swahili House The Swahili House The Swahili House
      • Easyopinioni 8.00
      • Valutare il prezzo 6.58
      • Posizione 5.89

      Quando The Swahili House ha aperto le sue porte nel 2009, l'indirizzo era su tutte le bocche. Nella Città Vecchia, in un antico palazzo di commercianti indiani del XIX secolo, a due passi dal mercato e a due e mezzo dai giardini di Forodhani, l'hotel sfoggia altissimi soffitti, splendide scale di legno, ed originalissime camere.

      Testo di V. Maiella - Foto di A. Lorgnier

      Da
      vedere l'offerta
    • Dhow Palace Dhow Palace Dhow Palace
      • Easyopinioni 9.50
      • Valutare il prezzo 6.81
      • Posizione 7.36

      Hotel nel centro antico a tono con la città di Pietra. In piena città Vecchia, sito in un affascinante palazzo dai patii fioriti, sfoggia un discreto numero di camere dalle prestazioni diverse.

      Da
      vedere l'offerta
    • Tembo Tembo Tembo
      • Easyopinioni 6.57
      • Valutare il prezzo 6.58
      • Posizione 9.38

      Fra gli indirizzi storici di Stonetown, giust'accanto ai giardini di Forodhani. Appartenente a un proprietario indiano originario di Zanzibar, l'hotel si cela all'interno di una bella casa coloniale, in completo accordo con lo stile della Città di Pietra. Uno dei rari alberghi del centro a possedere piscina e spiaggia, si rivela una sosta adatta alle coppie, amici o anche famiglie.

      Da
      vedere l'offerta
    • Al Johari Al Johari Al Johari
      • Easyopinioni -
      • Valutare il prezzo 6.5
      • Posizione 9.35

      Emana un discreto senso di lusso, l'entrata imponente del Al johari, con tanto di statua leonina a sorvegliare l'accesso. Una decò zanzibarina, dall'evidenti influenze medio-orientali vige sovrana. Risolutamente più consono alle coppie che alle famiglie o gruppi di amici.

      Da
      vedere l'offerta
    • Beyt al Chai Beyt al Chai Beyt al Chai
      • Easyopinioni -
      • Valutare il prezzo 7.9
      • Posizione 9.08

      È all'immagine di Stonetown, questo hotel. Piccolo, asimmetrico, dalle nostalgie arabeggianti. Una tappa scandita dai malinconici appelli del muezzin vicino.

      Testo di V. Maiella - Foto di A. Lorgnier

      Da
      vedere l'offerta
    • Serena Inn Zanzibar Serena Inn Zanzibar Serena Inn Zanzibar
      • Easyopinioni 6.50
      • Valutare il prezzo 6.98
      • Posizione 8.82

      Tre parole fortemente connesse: lusso e Aga Khan. Uno dei più vecchi e senza alcun dubbio il più prestigioso albergo di Stonetown e dell'isola di Zanzibar. Con le sue arie dal passato sontuoso si rivela una sosta alquanto magica ai bordi dei sospiri della Città di Pietra.

      Testo di V. Maiella - Foto di A. Lorgnier

      Da
      vedere l'offerta
    Migliori hotel Stone Town
    • Serena Inn Zanzibar Serena Inn Zanzibar Serena Inn Zanzibar
      • Easyopinioni 6.50
      • Valutare il prezzo 6.98
      • Posizione 8.82

      Tre parole fortemente connesse: lusso e Aga Khan. Uno dei più vecchi e senza alcun dubbio il più prestigioso albergo di Stonetown e dell'isola di Zanzibar. Con le sue arie dal passato sontuoso si rivela una sosta alquanto magica ai bordi dei sospiri della Città di Pietra.

      Testo di V. Maiella - Foto di A. Lorgnier

      Da
      vedere l'offerta
    • The Swahili House The Swahili House The Swahili House
      • Easyopinioni 8.00
      • Valutare il prezzo 6.58
      • Posizione 5.89

      Quando The Swahili House ha aperto le sue porte nel 2009, l'indirizzo era su tutte le bocche. Nella Città Vecchia, in un antico palazzo di commercianti indiani del XIX secolo, a due passi dal mercato e a due e mezzo dai giardini di Forodhani, l'hotel sfoggia altissimi soffitti, splendide scale di legno, ed originalissime camere.

      Testo di V. Maiella - Foto di A. Lorgnier

      Da
      vedere l'offerta
    • Beyt al Chai Beyt al Chai Beyt al Chai
      • Easyopinioni -
      • Valutare il prezzo 7.9
      • Posizione 9.08

      È all'immagine di Stonetown, questo hotel. Piccolo, asimmetrico, dalle nostalgie arabeggianti. Una tappa scandita dai malinconici appelli del muezzin vicino.

      Testo di V. Maiella - Foto di A. Lorgnier

      Da
      vedere l'offerta
    • Kisiwa House Kisiwa House Kisiwa House
      • Easyopinioni -
      • Valutare il prezzo 6.93
      • Posizione 5.2

      Ci sono hotel della cui apertura tutti parlano, è il caso con il nuovissimo Kisiwa House in Stonetown, e non solo perchè l'hotel appartiene alla figlia di un ex-presidente della Repubblica Rivoluzionaria di Zanzibar. Dalle prestazioni alte, l'hotel si difinisce nel suo stile zanzibarino ma dal design più puro, volutamente essenziale.

      Testo di V. Maiella - Foto di A. Lorgnier

      Da
      vedere l'offerta
    • Al Johari Al Johari Al Johari
      • Easyopinioni -
      • Valutare il prezzo 6.5
      • Posizione 9.35

      Emana un discreto senso di lusso, l'entrata imponente del Al johari, con tanto di statua leonina a sorvegliare l'accesso. Una decò zanzibarina, dall'evidenti influenze medio-orientali vige sovrana. Risolutamente più consono alle coppie che alle famiglie o gruppi di amici.

      Da
      vedere l'offerta
    • Dhow Palace Dhow Palace Dhow Palace
      • Easyopinioni 9.50
      • Valutare il prezzo 6.81
      • Posizione 7.36

      Hotel nel centro antico a tono con la città di Pietra. In piena città Vecchia, sito in un affascinante palazzo dai patii fioriti, sfoggia un discreto numero di camere dalle prestazioni diverse.

      Da
      vedere l'offerta
    • Zanzibar Palace Zanzibar Palace Zanzibar Palace
      • Easyopinioni -
      • Valutare il prezzo 6.8
      • Posizione 8.3

      In palazzo di inizio XX secolo nel cuore dei vicoli, il Zanzibar Palace si declina nell'atmosfera che si desidera respirare nella Città di Pietra. Alti soffiti, scale in legno e poche camere definiscono l'hotel. Maggiormente frequentato da coppie o gruppi di amici, può arrangiare anche le famiglie.

      Da
      vedere l'offerta
    • Tembo Tembo Tembo
      • Easyopinioni 6.57
      • Valutare il prezzo 6.58
      • Posizione 9.38

      Fra gli indirizzi storici di Stonetown, giust'accanto ai giardini di Forodhani. Appartenente a un proprietario indiano originario di Zanzibar, l'hotel si cela all'interno di una bella casa coloniale, in completo accordo con lo stile della Città di Pietra. Uno dei rari alberghi del centro a possedere piscina e spiaggia, si rivela una sosta adatta alle coppie, amici o anche famiglie.

      Da
      vedere l'offerta