• Connettiti
Hotel L'Andana Hotel 5 stelle
Easyesperti
LOCALITÀ BADIOLA - Castiglione della Pescaia Castiglione della Pescaia, Italia -
Guarda la mappa
Paola Kim Simonelli Capo rubrica

Non lontano da Castiglione della Pescaia, ecco la Bassa Maremma con quel tocco di autenticità che gli si conosce. Attraverso le antichi paludi che portano a Grosseto, un viale di cipressi dà il la: ecco svelata l'Andana, lussuosa proprietà dello chef Alain Ducasse e Vittorio Moretti, "chef" del gruppo Terra Moretti e della cantina di Petra.

Quando due nomi dell'enogastronomia si riuniscono in un progetto, questo si avvera in una tenuta immersa fra cipressi, viti e ulivi quasi a volere condensare i principali attributi che definiscono la Toscana.

Antica tenuta di caccia del duca Leopoldo II durante il XIX secolo, l'Andana ha voluto conservare quel tocco di residenza signorile di svago, nella campagna toscana. Prodotto di lusso (serve precisarlo?), l'Andana è come ci si immagina essere una villa signorile in Toscana, almeno o soprattutto quando si è americani.

+
  • Riposo
  • Gastronomia
  • Fascino
  • Cuore
  • Natura
  • Volo
    Confronta tutte le tariffe

    Prezzo a notte - Trova in 45 partner
    • - booking.com - Vedi i prezzi
    • - AccorHotels.com - Vedi i prezzi
    • - AsiaTravel.com - Vedi i prezzi
    • - Amoma - Vedi i prezzi
    • - Ctrip.com - Vedi i prezzi
    • - Ebookers - Vedi i prezzi
    • - Elvoline - Vedi i prezzi
    • - Expedia - Vedi i prezzi
    • - Site officiel de l'hotel - Vedi i prezzi
    • - Getaroom - Vedi i prezzi
    • - Hanatour - Vedi i prezzi
    • - HappyRooms - Vedi i prezzi
    • - Hilton.com - Vedi i prezzi
    • - Homestay.com - Vedi i prezzi
    • - Hotel.info - Vedi i prezzi
    • - Hotelius - Vedi i prezzi
    • - Hotelnjoy - Vedi i prezzi
    • - Hotelpass - Vedi i prezzi
    • - HotelJoin - Vedi i prezzi
    • - Hotelopia - Vedi i prezzi
    • - Hotell.no - Vedi i prezzi
    • - Superbreak - Vedi i prezzi
    • - Hotels.com - Vedi i prezzi
    • - HotelsClick.com - Vedi i prezzi
    • - HotelTravel - Vedi i prezzi
    • - Hotelquickly - Vedi i prezzi
    • - Hotusa - Vedi i prezzi
    • - Jalan - Vedi i prezzi
    • - Lastminute.com - Vedi i prezzi
    • - Laterooms - Vedi i prezzi
    • - Otel - Vedi i prezzi
    • - Ostrovok - Vedi i prezzi
    • - Ozon Travel - Vedi i prezzi
    • - Prestigia - Vedi i prezzi
    • - Rumbo BravoFly Volagratis - Vedi i prezzi
    • - Rakuten - Vedi i prezzi
    • - Reserver avec l?hotel - Vedi i prezzi
    • - Sembo - Vedi i prezzi
    • - Skoosh - Vedi i prezzi
    • - TravelClick - Vedi i prezzi
    • - Travelocity - Vedi i prezzi
    • - Voyage SNCF - Vedi i prezzi
    • - Yanolja - Vedi i prezzi
    • - ZenHotels HC - Vedi i prezzi
    • - Agoda - Vedi i prezzi
    Vedi altri prodotti

    Posizione 8.8 /10

    A una decina di minuti in auto da Castiglione della Pescaia, direzione Grosseto. L'importante è non perdersi, altrimenti i tempi di percorrenza si allungano! Piombino e i traghetti verso l'isola d'Elba distano invece una quarantina di minuti di tragitto. Se si viaggia in aereo si può scegliere di arrivare a Roma (circa 2 ore e dieci minuti in auto) o a Pisa (1:30 in auto).

    Alloggio 9.45 /10

    Il sentimento di esclusività che si vive nella tenuta doveva, a nostra parere, esser trasmesso anche dal numero di alloggi proposti. E infatti sono poco più di cinquanta le camere disponibile che si dividono spaziosamente fra la Villa, l'edificio signorile antica residenza del Graduca, e la Fattoria, dependance annessa, una volta alloggio della servitù.

    Al separazione architetturale si aggiunge una separazione "ideologica". Nella Villa, le camere, rimodellate dall'architetto Ettore Mocchettu e dal designer Stefano Dorata, si declinano in uno stile piuttosto classico, vagamente napoleonico-chic. Nella Fattoria, invece, architetto e designer hanno giocare con un tono più moderno. Nella fattispecie le differenze si risaltano soprattutto nelle sali da bagno, tutte decisamente e gradevolmente ampie: nella Villa queste espongono un classicismo rigoroso con belle vasche su treppiedi mentre nella Fattoria si adotta uno stile più essenziale con docce moderne. Piccola curiosità in una delle suite prestige (la numero 20) si trova una vasca in stile "terme romane": più che a una vasca da bagna, l'elemento si avvicina quasi a una mini-piscina privata, viste le sue dimensioni. Tempo di riempimento: 1 ora! Ovviamente la suite dispone di una doccia per chi non avesse tempo o fosse particolarmente sensibile al consumo d'acqua corrente.

    Il lusso va ritrovato nelle dimensioni delle camere, per tutte le categorie di alloggio, particolarmente spaziose. Che piacere.

    Infrastrutture 9.20 /10

    Sulla tenuta La Badiola, l'Andana fu, dagli inizi dell'800, antica residenza di caccia del duca Leopoldo II, detto il Canapone dai suoi suddidi visto il colore biondo dei suoi capelli, prima di passare sotto une regime di latifondisti, intendere quindi diversi proprietari terreni, che improntarono la Badiola a vero piccolo borghetto di vita, con tanto di chiesetta nel mezzo, per poi arrivare nelle mani dello chef Alain Ducasse e Vittorio Moretti, proprietario del gruppo Terra Moretti, nel 2004. Quasi un anno di lavoro fu necessario per trasformare e rimodellare l'antica tenuta nel suo antico splendore. Il risultato però è incontestabile e incontestato e l'Andana si iscrive fra gli indirizzi di lusso della zona.

    Dalla strada si è accolti da un lungo viale di cipressi, a imitazioni del più celeberrimo di Bolgheri, che, in una simmetria neo-classica sfocia su di una scalinata d'entrata che a sua volta sboccia sulla fontana-vasca idromassaggio e la veranda dei pasti e della colazione. L'entrata in realtà, con la reception si trova lungo un'ala della villa sotto un'impressionante vetrata, vagamente art decò, che si comporta come anello di giunzione della "villa" patronale e di un secondo edificio chiamato "fattoria", sede un tempo della servitù.

    L'architetto Ettore Mochetti e il designer Stefano Dorata sono i fautori della rinnovazione per un risultato dalle tonalità lussuose. Lavorando con materiali regionali, consevando ove possibile i dettagli originali, hanno saputo ristrasmettere l'anima del posto, che si sente carica di storia. Terracotta per i pavimenti, legno grigi e tessuti eleganti per la biblioteca, caminetto imponente a riscaldare l'angolo salotto, ogni singolo elemento si armonizza con il suo compare per un'insieme riposante, caloroso ed elegante. Insomma tutto ciò che ci si aspetta, e si esige, da un posto di charme come l'Andana.

    E tutt'intorno? Tutt'intorno, 500 ettari di terreni inrigogliati dagli ulivi e dalle vigne che producono l'olio e il vino per il ristorante e la Trattoria (il ristorante gastronomico della Tenuta). Attorno l'hotel, invece, un giardino all'italiana per sposare al meglio il concetto dello stile country classic chic adottato dal'Andana. Un prato all'inglese il cui taglio rasenta la perfezione si colora di piccole margherite sparse qua e là con una naturale geometria: l'effetto indotto è decisamente bucolico soprattutto se si aggiunge il cinguettio degli uccellini e i leprotti maremmani che si possono scorgere fra le terre. In questo quadro si iscrive la piscina, con un più che accennato occhiolino al design rivisitato di terme romane.

    Ristoranti 9.20 /10

    L'Andana è prima di tutto conosciuta come l'hotel di Alain Ducasse in Toscana. Visto le basi, i momenti clou del soggiorno dovranno essere, immancabilmente, legati ai pasti. Due i ristoranti: il ristorante dell'hotel e la Trattoria Toscana, entrambi orchestrati dalla chef Christophe Martin, allievo di Ducasse, ricompensata da una stella alla guida Michelin dal 2006. È un viale di ulivi e di rosmarino che dalla Villa porta al Granaio, completamente ristrutturato per accogliervi la Trattoria.

    Christophe Martin è un appassionato della cucina mediterranea, con una pignoleria quasi eccessiva per la ricerca di ingredienti, e il rapporto con i produttori: è lo stesso chef che va al mercato, chiacchiera con i pescatori e tasta frutta e verdura che poi finirà nei piatti, aspettando di ingrandire il suo orto, per il momento semplice produttore di basilico, prezzemolo e altre erbe di giardino. Per l'olio si spremono i propri ulivi, in tradizione toscana.

    La Trattoria è il regno dei sapori di sole e i piatti di mare si intersecano con le portate di terra che vengono a sposarsi con i vini pregiati della regione, e soprattutto le cantine di Petra, appartenenti al gruppo Terra Moretti, altro proprietario della Tenuta. Servizio attento, come si deve a un ristorante gastronomico, consigli pertinenti e una decò curata sono i satelliti delle portate. Da scoprire una cucina italiana, modellata da un francese, per dei gusti non proprio della nostra infanzia ma di una delicatezza immancabile.

    Al ristorante dell'hotel si ritrova il tocco dell'equipe della Trattoria. Un menù più semplice ovviamente e più nazionale: ai piatti toscani si abbinano delle specialità più italiane come la caprese di pomodori o mozzarella di bufala campana. La ricerca degli ingredienti genuini rimane e gli si perdona anche una cottura più a gusto internazionale che "al dente" degli italiani.

    Il vero bijou dei pasti all'hotel rimane, a nostro parere, la colazione. Uova, crepe e pancakes sono fatti al momento da un cuoco a disposizione. Thé, caffé o cioccolata sono servite a tavola. Ma il clou è nel buffet servito in cucina. L'insieme di torte, graffe, focacce, muffins, tutto esclusivamente preparato a mano dallo chef pasticciere e la sua equipe: si va al di là dei dolci fatti in casa per raggiungere i livelli di pasticceria. La nutella artigianale e le graffe sono poi delle opere d'arti. Assolutamente imperdibile.

    Da sapere

    Inaugurata nell'estate 2010, una parte separata più destinata a un soggiorno familiare, in uno stile "casa di campagna chic". Completamente separata dall'edificio principale, questa parte risulta indipendente dal resto dell'hotel. Con piscina privata e kid's club. Le prestazioni sono meno lussuose dell'hotel ma i prezzi meno elevati.

    L'Andana si trova nelle terre stesse della Maremma, quelle terra una volta completamente paludose. Fu proprio il Granduca Leopoldo II, primo proprietario della tenuta, che cominiciò l'opera di bonifica della regione.

    Attrezzatura

    • Navetta
    • Parcheggio
    • Ristoranti
    • Internet

      (wireless alla reception e via cavo nella camere: gratuito)

    • Aria condizionata
    • Spazio benessere

      massaggio, (Spa ESPA), salone di bellezza, sauna, hammam, rimessa in forma, cure termali, bagno turco, zona benessere

    • Piscina
    • Sport

      tennis, ginnastica, equitazione, golf, mountain bike, fitness

    • Animali ammessi
    • Idromassaggio
    • Cassaforte
    • Camere non fumatori
    • Solarium

    i vantaggi

    • I dolci fatti in casa dal maitre pasticciere
    • Le dimensioni delle camere
    • L'estro di arredamento delle sale da bagno
    • La gastronomia riconosciuta, a basa di prodotti freschi e del territorio

    gli svantaggi

    • I dintorni immediati piuttosto brulli delle ex-paludi maremmane

    I pareri dei viaggiatori sull'hotel

    - 1
    • Voto Globale 7.25/10
    •  Anonimo Anonimo  
      14 Opinioni
      • Soggiorno in maggio 2010 Pubblicato il 2010-06-28 Famiglia - 2 notti (Camera con vista)

        il lusso assoluto nelle campagne toscane. hotel dello chef ducasse. molti stranieri ma una meta da regalo di san valentino o compleanno

      • Punti Forti

        la cucina, le stanze, il verde,

      • Punti Deboli

        è costosissimo!!!!

      • Infrastrutture
      • Alloggio
      • Posizione
      • Restauro
      • Sport / Divertimenti
      • Animazione / Spettacoli
      • Valutare il prezzo
      • Voto Globale 7.25/10