• Guinea,
    © iStockphoto.com / LeeAnnWhite
  • Guinea
    © iStockphoto.com / Jorge Alvaro Manzano
1      
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Guinea

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica Profilo
Dalle spiagge paradisiache alle foreste meravigliose della Guinea boschiva passando per il monte Nimba (1.752 m), punto culminante dell'Africa occidentale, inserito nel patrimonio mondiale dell'Unesco, la Guinea rappresenta una sintesi di tutta l'Africa occidentale L'ex colonia francese vede coabitare numerose etnie fiere della propria lingua, dei propri usi e delle tradizioni ancestrali. In questo paese dove il turismo è sconosciuto, un viaggio si dimostra più di un'esplorazione. Gli unici tour operator che s'interessano a questa destinazione sono specialisti dell'estremo.

I consigli della redazione

Prima di partire, munirsi di pellicole e di rullini e chiedere il permesso prima di fotografare gli abitanti. Inoltre, non fotografate gli edifici ufficiali. In qualsiasi circostanza, mantenete la calma e non alzate la voce, poiché le reazioni potrebbero essere violente ed improvvise. Benché l'islam sia tollerante in Guinea, rispettate i luoghi di preghiera e le cerimonie religiose pubbliche, che attirano spesso una grande folla (come l'Eid-al-Kabir).

I più

  • +La Guinea rappresenta una sintesi di tutta l'Africa occidentale.
  • +Il fascino paradisiaco del litorale.
  • +I paesaggi del Fouta Djalon sono imperdibili.

I meno

  • -La microcriminalità imperversa ed i controlli di polizia sono frequenti.
  • -Le strade sono in pessimo stato malgrado gli sforzi innegabili da parte dello Stato.
  • -La relativa povertà della fauna.

Tradizioni

I guineani amano la danza e la musica. Gli strumenti musicali tradizionali sono il kora, una sorta di arpa ricavata dalla metà di una grande zucca con corde metalliche o vegetali; il balafon è uno xilofono di legno ed esiste un'immensa varietà di tamburi ed altri strumenti a percussione. Nella zona rurale, ci si svaga ritrovandosi in famiglia, andando a trovare la gente e partecipando alle feste del villaggio. Si danza soprattutto nelle grandi occasioni, in particolare ai matrimoni. L'usanza vuole che per questi eventi, i griot (narratori tradizionali) interpretino canzoni per ognuno degli ospiti evocandone il nome, l'aspetto fisico ed il carattere. La persona così onorata, generalmente li ringrazia dando loro qualche monetina.

Gastronomia

I guineani si nutrono essenzialmente di riso, manioca, mais e igname. Per strada si possono acquistare spiedini, pesce grigliato, arachidi e dolci. Tra le specialità del paese, potrete assaggiare il riso jollof, il pollo farcito alle arachidi, il couscous al latte, il taro viscoso e la banana loko. I piatti sono generalmente serviti con riso piccante e non.

Souvenirs e artigianato

Tra i souvenir, è possibile acquistare tessuti colorati, sculture di legno, terracotte, oggetti ricoperti di cuoio intrecciato, zucche a fiasco o strumenti musicali. Prediligete i mercati locali ai negozi delle città, che sono meno forniti.
I negozi sono aperti dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle ore 18:00.