Hokkaido
© Fotosearch
  • Trova i tuoi :
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case vacanza
  • Auto
  • Vacanze
  • Guida di viaggio

Hokkaido

Da Paola Kim Simonelli Paola Kim Simonelli Capo rubrica

Guida di viaggio

Situata all'estrema punta nord del Giappone, Hokkaido è particolarmente rinomato per la sua natura selvaggia e la sua gastronomia, soprattutto nei vicini paesi asiatici. Ma la 21sima isola più grande al mondo è prima di tutto la terra degli Ainu, il suo popolo d'origine. È anche vero che la ricchezza dei suoi paesaggi, e la varietà dei rilievitra vulcani, sorgenti termali e foreste, ha trasformato l'isola in una meta privilegiata delle vacanze dei Giapponesi. Oltretutto, data la sua posizione geografica e le sue alte montagne, l'Hokkaido è apprezzato per le vacanze invernali. Soprattutto da quando nel 1972 la città di Sapporo ospitò i Giochi Olimpici invernali, i primi organizzati al di fuori d'Europa e degli Stati Uniti.

Con un città moderna come Sapporo, la sua capitale, 6 parchi naturali reputati, delle sorgenti calde dove rilassarsi nei tradizionali onsen e le testimonianze del popolo Ainu, con le loro credenze e usanze, Hokkaido è ricca di fascino. Cuore della cultura Ainu, popolo indigeno del posto e della isole Kuril, si caratterizza per questa simbiosi tra un popolo dalle credenze animiste e un vita particolarmente vicina alla Natura. Colonizzata dai Giapponesi al XIX secolo, sotto l'era Meji, l'isola ha subito l'influenza del Paese del Sol Levante. Tradizioni più nipponiche si ritrovano nella sua ricca gastronomia a base di pesce ma anche di noodle ramen o di curry oppure nella cultura degli onsen, sorgenti naturali termali, di cui Hokkaido è ricca.

Da vedere

A Shiraoi, vicino a Noboribetsu, si trova il Shiraoi Ainu Museum. Si tratta del museo antropologico più importante dell'isola. Attraverso la ricostruzione di un villaggio autoctono si esplorano le tradizioni e usanze di questo popolo. Regolarmente si organizzano anche spettacoli di danze e canto. Gli ainu, autoctoni dell'isola, sono una popolo dalla cultura e la lingua propria. Nel 1996 il governo giapponese ha riconosciuto ufficialmente la loro lingua, religione e cultura. Ulteriori piccoli musei etnografici si trovano sull'isola per salvaguardare le usanze e tradizioni degli ainu.

Capitale dell'isola, la città di Sapporo è una metropoli dagli aspetti moderni. Da visitare l'Hokkaido Museum of Modern Art e la ricostituzione del "villaggio storico" di Hokkaido.

Da fare

Fra i primi motivi di un viaggio in Hokkaido si situano sicuramente i suoi parchi naturali. Sei in tutto fra cui il Daisetsu-Zan, il parco naturale più grande del Giappone. Chiamato anche il "Tetto di Hokkaido" o Kamui Mintara (il "terreno di giochi delle divinità" in lingua ainu), il parco racchiude paesaggi di monti vulcanici, che si alternano tra cascate e gole.

Altrettanto rinomato è il parco Shiretoko, in cui trova lo spettacolare lago Toya. Questo ha la particolarità di situarsi all'interno del vulcano Usu, in quel che era una caldera risalente a 40 000 anni fa. Per la sua particolare posizione, le sue acque non gelano mai ma restano a una temperatura costante di 3.6° C.

Ulteriore attrazione dell'Hokkaido, conseguenza diretta della sua struttura vulcanica, sono i numerosi onsen, tradizionali sorgenti calde termali. Fra le più conosciute si può citare la località termale di Nupuru Petsu (o "fiume scuro e nuvoloso" in lingua ainu), con le sue 10 000 tonnellate di acqua fangosa e solforosa dalle proprietà termali. Ma Hokkaido non si limita a un solo onsen, tanti altri puntellano l'isola. Basta richiederne informazioni all'ufficio del turismo.

Da non mancare, soprattutto se accompagnati da bambini, il Festival della Neve di Sapporo, lo Yuki Matsuri. Organizzato nel mese di febbraio, dagli anni '50, il Festival espone delle impressionanti sculture di ghiaccio.

I più

  • +  I paesaggi naturali
  • +  Le sorgenti termali
  • +  L'autenticità delle tradizioni del popolo ainu

I meno

Da pensare

Le temperature a Hokkaido possono variare, soprattutto quando si è in montagna. Non dimenticare quindi di portare un maglia più pesante anche durante i soggiorni estivi.

Hokkaido è collagata a Tokyo sia con tratte aeree che con il treno ad altissima velocità Shiretoko. Per il collegamento è stato costruito un tunnel sottomarino, attualmente il più grande al mondo. Se proprio soffrite di claustrofobia, è meglio prediligere l'aereo.

Da evitare

Ricordarsi che in Giappone è particolarmente maleducato innervosirsi e gridare.

Da degustare

Hokkaido è rinomata per la sua gastronomia, con una ricca varietà di piatti. Le specialità regionali sono chiamate goutochi. Nella zona centrale, tra Bibai e Muroran si degustano i Bibai yakitori e il ramen al curry, mentre nella regione di Dohoku si può assiaggiare l'omo-curry a Furano, il curry udon a Biei e il ebi tako gyoza a Haboro. L'inverno è particolarmente rigido in Hokkaido, si trovano quindi molti piatti caldi cucinati nei tipici recipienti in ghisa.

I piatti di mare, crostacei, granchi, frutti di mare e pesce sono particolarmente saporiti.

Da portare

L'artigianato ainu è rinomato per le sue stoffe e abiti tradizionali dai motivi complessi e per le sculture in legno.

Giappone : Scopri le città
  • Tokyo Tokyo
  • Osaka Osaka
  • Kyoto Kyoto
  • Hiroshima Hiroshima
  • Nara Nara